Depositphotos (pio3)
La flessione delle esportazioni di orologi svizzeri in novembre segna una nuova frenata ma meno intensa rispetto ai mesi precedenti.
SVIZZERA
17.12.2020 - 11:040

Orologi svizzeri, calo contenuto dell'export a novembre

Nel mese in esame il fatturato internazionale è diminuito del 3,2% rispetto all'anno precedente

BIENNE - La flessione delle esportazioni di orologi svizzeri in novembre segna una nuova frenata ma meno intensa rispetto ai mesi precedenti, grazie soprattutto a un ritrovato slancio in Cina, indica la Federazione dell'industria orologiera (FH) in un comunicato diramato oggi. Nei primi undici mesi dell'anno la Svizzera ha tuttavia registrato un calo del 23,5% dell'export in questo settore.

Nel mese in esame il fatturato internazionale è diminuito del 3,2% rispetto all'anno precedente, attestandosi a 1,94 miliardi di franchi.

Il miglior fatturato all'estero concerne gli orologi del valore di oltre 3000 franchi, l'unica categoria in cui il numero di pezzi venduti è aumentato rispetto al 2019, per la prima volta da febbraio.

Nel periodo in esame sono invece i prodotti di valore inferiore a 200 franchi che hanno sofferto di più, mostrando un notevole calo, soprattutto in termini di volume.

Oltre alla fortissima crescita delle esportazioni verso la Cina (+69,5%), buoni andamenti sono registrati anche per Regno Unito (+21,8%), Taiwan (+18,5%) e Russia (+36,3%). Per contro, in mercati importanti come Singapore (-31,9%), Italia (-27,8%) e Francia (-29,0%), la flessione è stata netta.

Potrebbe interessarti anche

YouTube

Facebook

Instagram

Linkedin

Twitter

TikTok


Copyright © 1997-2021 TicinOnline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - COMPANY PAGES
Disposizioni sulla protezione dei dati  -   Cookie e pubblicità online  -   Diritto all'oblio


Ultimo aggiornamento: 2021-06-14 02:31:29 | 91.208.130.86