Keystone
ULTIME NOTIZIE Svizzera
GINEVRA 
8 ore
Gli ospedali universitari attivano il dispositivo di gestione delle crisi
Raddoppiato in pochi giorni il numero di infetti.
SVIZZERA
8 ore
«Stiamo volando a vista invece di pianificare le prossime mosse»
L'idea è sapere in anticipo quali restrizioni entreranno in vigore a partire da quale soglia di gravità della situazione
SVIZZERA
9 ore
La Svizzera chiede di porre fine alla violenza in Nagorno-Karabakh
Un milione di franchi è stato destinato alle operazioni della Croce Rossa
SVIZZERA
10 ore
Per controllare i costi sanitari bisogna continuare a raccogliere i dati degli assicurati
La Commissione della sicurezza sociale e della sanità del Consiglio degli Stati mantiene il suo progetto
BERNA
10 ore
«Niente contributi all'AVS per chi lavora dopo i 65 anni»
Lo propone la Commissione della sicurezza sociale e della sanità del Consiglio degli Stati
NEUCHÂTEL
11 ore
I giovani stranieri delinquono quanto gli svizzeri
È quanto indica la documentazione pubblicata oggi dall'Ufficio federale di statistica.
BERNA
11 ore
Sì alla e-bike dai 12 anni senza patente
La Commissione dei trasporti e delle telecomunicazioni chiede di accogliere una mozione in tal senso.
SVIZZERA
11 ore
Test rapidi: risultati affidabili in 15 minuti
Dal 25 settembre Unisanté sta conducendo uno studio sui test rapidi.
VAUD
12 ore
Boom delle vendite grazie al telelavoro, Logitech vola in borsa
Tra luglio e settembre l'impresa ha realizzato ricavi per 1,26 miliardi di dollari
ZURIGO
12 ore
Il grido d'aiuto di bar e club zurighesi
Le attività si sentono minacciate dalle restrizioni imposte nella lotta contro il coronavirus
SVIZZERA
13 ore
«I pazienti in terapia intensiva sono in rapido aumento»
Per gli esperti della Confederazione la seconda ondata «è arrivata più velocemente e più forte del previsto».
BASILEA CAMPAGNA
13 ore
Toh, c'è un'auto sul prato di casa!
La vettura era parcheggiata in un quartiere residenziale. Ma si è messa in movimento ed è finita in un giardino
SVIZZERA
13 ore
Disoccupazione: un iscritto su cinque non la riceve
Tra gli interessati ci sono coloro il cui contratto è stato interrotto e disoccupati a fine diritto che restano iscritti
SVIZZERA
14 ore
Troppo alcol in famiglia
Un fanciullo su venti in Svizzera cresce con un genitore alcolista. Lo dice il rapporto Obsan sulle dipendenze
SVIZZERA
15 ore
Legge sul CO2: «Controproducente e costosa»
L'UDC è scesa in campo a sostegno del referendum
VALLESE
15 ore
Yannick Buttet denunciato davanti a giustizia penale
La denuncia contro il sindaco di Collombey-Muraz è stata presentata da Laude-Camille Chanton
SVIZZERA
15 ore
Una casa per l'intelligenza artificiale al Politecnico di Zurigo
Apre oggi il centro sostenuto da 29 cattedre. L'obiettivo è lo sviluppo di sistemi affidabili, accessibili e inclusivi
SVIZZERA
15 ore
Più di 3'000 casi e altri 53 ricoveri
I tamponi effettuati nel nostro Paese nella giornata di ieri sono 14'224. Il 21,1% ha dato esito positivo.
SVIZZERA
15 ore
UBS ha stanziato 3,3 miliardi per prestiti Covid
Gli utili derivanti dal programma di crediti per la crisi saranno devoluti in beneficenza
SVIZZERA / UNIONE EUROPEA
15 ore
Rendita per vedovo: «La Svizzera lede i diritti dell'uomo»
A dirlo è l'omonima Corte di Strasburgo. La Confederazione discrimina uomini e donne in modo inaccettabile.
TURGOVIA
16 ore
Bimbo fermato da uno sconosciuto che tenta di fargli bere qualcosa
L'episodio si è verificato ieri pomeriggio nella località turgoviese di Weinfelden. Il bimbo non ha riportato ferite
SVIZZERA
16 ore
Tossisci e ti dico se hai il coronavirus
Una startup dell'EPFL sta studiando la possibilità d'identificare una persona infetta attraverso un'analisi vocale.
SVIZZERA
16 ore
Cento franchi in più nella busta paga Coop
Si tratta di una misura voluta per ringraziare l'impegno dimostrato durante il periodo del coronavirus
SVIZZERA
15.10.2020 - 10:480
Aggiornamento : 11:16

Ikea ha venduto di più malgrado il lockdown

Gli svizzeri hanno voluto cambiare molto in casa propria, vista durante il lockdown come un rifugio

C'è stato inoltre un boom degli articoli della categoria ufficio, probabilmente a causa del lavoro da casa

ZURIGO - Nonostante otto settimane di lockdown, Ikea Svizzera ha aumentato il proprio fatturato: l'esercizio 2019/2020, terminato a fine agosto, ha visto le vendite raggiungere 1,15 miliardi di franchi, lo 0,7% in più dei dodici mesi precedenti.

«Noi tutti abbiamo condiviso l'esperienza di un anno fuori dal comune, che ci ha posto davanti a sfide mai viste prima: sono felice che siamo ugualmente riusciti a chiudere l'esercizio con successo», afferma la Ceo Jessica Anderen, citata in un comunicato odierno.

Dal 16 marzo all'11 maggio i negozi sono rimasti chiusi in tutte le nove sedi, ricorda Ikea. Durante questo periodo l'azienda ha perso un fatturato pari a circa 110 milioni, in parte compensato dalla forte crescita delle vendite online.

Nel giro di poche ore gli ordini sul web si sono infatti quadruplicati. Nella media annuale, la quota delle vendite online rispetto ai proventi totali è stata del 15%, contro il 9% dell'anno precedente, ciò che corrisponde a una crescita di oltre il 60%. Una volta riaperti i punti vendita - fra di essi, in Ticino, quello di Grancia - la domanda di prodotti è rimasta costantemente elevata. Questo ha permesso di chiudere l'esercizio con una lieve crescita.

Stando a Ikea il semi-confinamento vissuto in Svizzera ha avuto un effetto positivo sull'interesse per l'arredamento. Lo studio "Life at Home" recentemente pubblicato dall'azienda ha mostrato che durante il lockdown per il 78% degli intervistati la casa è stata un rifugio. Due persone su cinque hanno pertanto voluto apportarvi modifiche.

La crescita dell'interesse si è osservata in particolare nella categoria ufficio (scrivanie e sedie), le cui vendite, sulla scia del telelavoro, hanno registrato un aumento di circa il 70%. Anche il comparto cucina (padelle, teglie, contenitori per alimenti) ha beneficato di un forte incremento, andato oltre il 50%. Inoltre, durante il periodo primaverile del lockdown le persone hanno speso circa il 60% in più per mobili da esterno.

I punti di ritiro, lanciati a ottobre 2019 e ora disponibili in tutti i negozi, registrano un ottimo riscontro: stando a Ikea il servizio garantisce flessibilità e comfort massimi, poiché consente di ritirare la merce al di fuori degli orari di apertura, riducendo notevolmente i tempi di attesa. Il costo dipende dal valore della merce: il prezzo minimo è di 10 franchi.

Durante il confinamento è stato applicato il servizio Click & Collect già esistente e trasformato in pochi giorni in una versione drive-in. In questo modo la clientela poteva ritirare gli ordini senza contatto, direttamente nel proprio negozio, nel rispetto delle prescrizioni di sicurezza allora in vigore. Durante il lockdown, da metà marzo a fine maggio, Ikea ha evaso circa 60'000 ordini di questo tipo in Svizzera.

Non sono però mancati gli intoppi. «Quest'anno è stato una vera sfida e colgo l'occasione per ringraziare tutta la clientela che in questo periodo davvero particolare ha mostrato tanta pazienza, rimanendo fedele a Ikea nonostante i lunghi tempi di consegna», sottolinea Anderen. Il gruppo non ha fornito dati riguardo alla redditività.

Ikea si è accorta inoltre che gli svizzeri, sulla scia della crisi del coronavirus, hanno meno soldi a disposizione. «Sì, ce ne rendiamo conto», afferma la manager in un'intervista pubblicata stamane dal sito del Tages-Anzeiger. «Vendiamo più articoli in categorie di prezzo più basse. E sappiamo che oltre il 15% degli svizzeri vive al limite della povertà».

In risposta alla crisi del Covid-19 da settembre l'azienda ha ridotto il prezzo di oltre 250 prodotti. È stata anche introdotta una colazione bio per soli 2,95 franchi. «Ikea deve offrire i prodotti giusti ai clienti che sono finanziariamente sotto pressione», prosegue l'intervistata.

L'impresa sta inoltre lavorando per entrare nei centri cittadini. L'anno prossimo vi sarà una stazione di ritiro delle merci a Zurigo. A quando negozi veri e propri nelle città? «Dobbiamo ancora scoprire cosa vuole il cliente elvetico. Non siamo ancora pronti. Ma dobbiamo trovare il modo di avvicinarci ai clienti, questo è chiaro. Non c'è ancora una data, ma ci stiamo lavorando», assicura Anderen.

Ikea è presente in Svizzera dal 1973, quando ha aperto lo storico negozio di Spreitenbach (ZH): è stato il primo al di fuori dalla Scandinavia. Oggi l'azienda che dall'ottobre 2019 è diretta dalla Ceo Jessica Anderen è una realtà elvetica con 3000 dipendenti.

Commenti
 
ATTENZIONE: a causa dell’elevato numero di commenti sui blog e alla difficoltà della redazione di monitorarli, abbiamo attivato un filtro automatico.
La libertà di espressione deve essere garantita da un comportamento civile e rispettoso di ciascun utente.
Chiunque scriverà offese o frasi irrispettose verrà automaticamente bannato con la conseguente cancellazione dell’account.
Luca Orientaria 5 gior fa su fb
https://youtu.be/qkxrOGq8igY proteste censurate dai media in tutto il mondo
Tommy Hahira 5 gior fa su fb
Buon per loro, finché assumono residenti della zona e pagano stipendi dignitosi!
Hugo Coelho 5 gior fa su fb
Forse adesso potranno assumere più personale residente visto che le vendite sono aumentate in modo considerevole. Forse no, c’è la “crisi”... 😒
Sharon Shaa 5 gior fa su fb
La roba costa poco💜
Grt Automazioni 5 gior fa su fb
Buon per loro
Mario Costantino 5 gior fa su fb
Mica scemi loro pensano e agiscono di conseguenza. Tablet e pc nessuno parla delle impennate vero? Ormai mezzo mondo lavora da casa.
AnnaMaria Montemaggiore 5 gior fa su fb
Peccato che mandano prodotti sbagliati o difettati e non rispondono
Sonia Macchi 5 gior fa su fb
Gombloddoh! Il viruz ce lo ha inventato la Ikea per vendere le scrivanie IDÅSEN
Costanza Rossetti 5 gior fa su fb
Ma guarda che strano, vero?? Il lockdown sembra fatto apposta per favorire le multinazionali, a scapito dei piccoli negozi....
Alessandro Kom 5 gior fa su fb
Costanza Rossetti 😂😂😂😂, si si, e le grandi aziende , costrette a chiudere e privarsi del lavoro di milioni tra dirigenti , personale vario, operai specializzati , personale per le pulizie , ne sono felici e gongolano . Pure le case automobilistiche, multinazionali da miliardi di fatturato , le compagnie petrolifere , ma pure artisti e produttori cinematografici , credono nel complotto globale che sette oscure di pochi “eletti” , stanno perpetrando ai danni della razza umana . Credo che dietro a tutto ci sia quel mafioso di Yoghi , il suo amico Braccobaldo , l’orso Napo e la gang di Pietro Gambadilegno .
Costanza Rossetti 5 gior fa su fb
Dormi bene, e mi raccomando, quando ti svegli, per prima cosa, accendi la tv!!
Sonia Macchi 5 gior fa su fb
“Accendi la tv” e poi scopri che le loro idee si basano su video youtube. Visto che generalizzi tu, mi permetto di farlo anche io
Alessandro Kom 5 gior fa su fb
Costanza Rossetti Niente , vivo senza TV , ora seguo i tuoi , sapienti , consigli .
Costanza Rossetti 5 gior fa su fb
Si vede proprio che ti informi SOLO con la tv! Questo non è generalizzare, è ripetere a pappagallo idee e concetti messi in bocca da altri. Ma va bene, contenta tu....
Sonia Macchi 5 gior fa su fb
E come lo hai visto esattamente, dato che l'unico commento che ho fatto in questa discussione è quello sopra? Forse leggi nel pensiero.
Alessandro Kom 5 gior fa su fb
Costanza Rossetti Saluti. P.S. Dagli un abbraccio a Svicolone .
Costanza Rossetti 5 gior fa su fb
Sonia Macchi dalla tua risposta, è indicativa della forma mentis
Sonia Macchi 5 gior fa su fb
Costanza Rossetti Ah beh allora siamo a posto. Dalla tua forma mentis deduco invece che ti hanno lobotomizzata. Le tue risposte lo indicano palesemente. E via di giudizi e generalizzazioni dal nulla. Buona giornata.
Francesco Mgn 5 gior fa su fb
Alessandro Kom Napo Orso Capo # 1 assoluto
Alessandro Kom 5 gior fa su fb
Francesco Mgn Un eroe ,un attore , troppo in fretta dimenticato 😂
Francesco Mgn 5 gior fa su fb
Alessandro Kom L'hanno creato e poi hanno buttato lo stampo. Non ne nascono più come lui 😂
Loris Vagni 5 gior fa su fb
I piccoli chiudono i grandi diventano anco più firti
Potrebbe interessarti anche

YouTube

Facebook

Instagram

Linkedin

Twitter

TikTok


Copyright © 1997-2020 TicinOnline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - COMPANY PAGES
Disposizioni sulla protezione dei dati  -   Cookie e pubblicità online  -   Diritto all'oblio


Ultimo aggiornamento: 2020-10-21 03:41:26 | 91.208.130.85