Cerca e trova immobili
Mistero, sbigottimento e incredulità dietro la tragedia di Yverdon

VAUDMistero, sbigottimento e incredulità dietro la tragedia di Yverdon

10.03.23 - 08:52
Quattro le vittime del terribile rogo: padre, madre e due figlie. Ma all'appello ne manca una terza. Giallo pure sui motivi dell'esplosione.
Keystone/JEAN-CHRISTOPHE BOTT (JEAN-CHRISTOPHE BOTT)
Mistero, sbigottimento e incredulità dietro la tragedia di Yverdon
Quattro le vittime del terribile rogo: padre, madre e due figlie. Ma all'appello ne manca una terza. Giallo pure sui motivi dell'esplosione.

YVERDON - L'odore di fumo è ancora presente. Così come la sensazione di sbigottimento e incredulità. Un intero quartiere di Yverdon è ancora sconvolto per la deflagrazione e il successivo incendio che ieri mattina hanno spazzato via un'intera famiglia. Quattro le vittime accertate del dramma: padre, madre e due figlie. Ma all'appello ne manca una terza. Dove sia finita, e se sia viva o morta, per ora resta un mistero. Così come restano misteriose le cause che hanno provocato la terribile esplosione sentita - attorno alle 6.40 - in tutto il vicinato. «Attorno a quell'ora ho telefonato per fare gli auguri di buon compleanno a una persona a me cara e ho sentito una violentissima deflagrazione e una donna che urlava chiedendo aiuto», racconta una pensionata a "20 minutes". «Verso le 6.50 si sentivano già le sirene. Poi dei rumori come se stessero esplodendo dei petardi che provenivano dal luogo del rogo», le fa eco un giovane che lavora nei dintorni.

Le lacrime a scuola - Totalmente sconvolti sono i compagni di classe delle tre ragazze coinvolte nel dramma che secondo informazioni raccolte dal quotidiano romando "24 Heures" hanno tredici, nove e sei anni. I loro banchi, ieri, sono rimasti tristemente vuoti. «Da questa mattina (ieri, ndr) tutta la scuola sta piangendo», testimonia un'insegnante, anch'essa in lacrime, a "20 minutes". «Quando hanno appreso dell'incendio le loro migliori amiche si sono messe a urlare nel cortile», racconta a "24 heures" un allievo. «Avevano capito che non le avrebbero più riviste». Per sostenere psicologicamente gli studenti le autorità hanno predisposto l'intervento del Care Team del Canton Vaud.

La vicinanza del Municipio - Anche il Comune di Yverdon, nella giornata di ieri, ha espresso il proprio cordoglio alla cittadinanza. «Abbiamo appreso con grande tristezza dell'incendio di una casa in rue du Valentin» che ha causato «diverse vittime, tra cui dei bambini scolarizzati in città. «Faremo del nostro meglio per sostenere le persone colpite da questo lutto». 

Una famiglia nota - Secondo informazioni riportate da entrambi i quotidiani romandi, la famiglia era molto nota nel mondo equestre vodese. La più grande delle figlie era infatti considerata una stella nascente dell'equitazione ed era già diventata campionessa vodese di categoria. All'interno della famiglia le cose non erano però rose e fiori. Secondo informazioni riportate da "20 minutes" la coppia stava infatti per separarsi.

Sostieni anche tu la Vallemaggia e la Mesolcina.
Entra nel canale WhatsApp di Ticinonline.
COMMENTI
 
NOTIZIE PIÙ LETTE