Immobili
Veicoli

SVIZZERADiciassettenne ucciso a Oetwil, si è passati dalla droga al coltello?

04.10.22 - 10:27
Emergono nuovi dettagli sulla morte del 17enne. È intanto stata richiesta la custodia cautelare per un 19enne svizzero
20 Min/ News-Scout
Diciassettenne ucciso a Oetwil, si è passati dalla droga al coltello?
Emergono nuovi dettagli sulla morte del 17enne. È intanto stata richiesta la custodia cautelare per un 19enne svizzero

OETWIL AM SEE - La lite che nella notte tra sabato e domenica ha portato alla morte di un 17enne portoghese e al ferimento grave di altri due giovani dovrebbe riguardare una questione legata alla droga.

Lo hanno rivelato diversi media d'oltralpe, a cui l'Ufficio del Ministero pubblico ha annunciato l'intenzione di applicare la custodia cautelare nei confronti di un cittadino svizzero di 19 anni (quello che è rimasto ferito in modo lieve), in attesa del processo. D'altro canto, gli inquirenti hanno rilasciato le altre due persone che erano state provvisoriamente arrestate.

Come sempre in questi casi, comunque, la presunzione di innocenza si applica fino alla conclusione del procedimento. Per quanto riguarda i due feriti gravi, il portavoce del Ministero pubblico ha spiegato che «non appena le loro condizioni di salute lo permetteranno, saranno interrogati».

Mentre online (e non solo) si sono moltiplicati i messaggi di dolore e costernazione per la morte del 17enne, ci si continua a chiedere cosa sia successo, e qualcosa inizia ad emergere.

La droga e il ruolo del 19enne
Sulle pagine dell'edizione odierna, il Tages Anzeiger ha infatti riassunto una prima dinamica di quanto dovrebbe essere accaduto, sulla base delle descrizioni fornite da «persone vicine ai sospetti, con le quali il giornale ha potuto parlare».

Quella notte, tre dei protagonisti della vicenda - tra cui la vittima - avrebbero guidato fino a Oetwil da altri comuni del canton Zurigo, in particolare Thalwil, Horgen e Schwamendingen. Lo scopo del loro viaggio era quello di incontrare due spacciatori, ovvero il 19enne svizzero e un 24enne serbo, che avrebbero dovuto consegnare loro mezzo chilo di marijuana.

Nulla è però filato liscio: sarebbe scoppiata una lite e i tre "acquirenti" avrebbero tentato di rapinare i due spacciatori, estraendo anche un coltello. A quel punto, secondo la ricostruzione, Il 24enne sarebbe il primo a essere rimasto ferito, mentre il 19enne sarebbe riuscito in qualche modo ad appropriarsi dell'arma bianca (seppur restando lievemente ferito), infliggendo ferite importanti a due degli altri giovani. Il terzo, vista la situazione, se la sarebbe data a gambe. 

L'intervento dei passanti
Non è ancor ben chiaro in che momento il litigio si sia spostato dall'appartamento alla fermata del bus, dove sono poi stati trovati e soccorsi dai passanti tutti i feriti. Per il 17enne, il più giovane coinvolto nella vicenda e che nel frattempo si era nascosto sotto un camion parcheggiato, non c'è stato nulla da fare.

La presenza di tanti passanti, che potrebbe essere stata fondamentale sia per ricostruire l'accaduto sia per prestare un primo soccorso ai feriti, era dovuta al "Chibli" (una festa tipicamente svizzerotedesca che si svolge in molti luoghi in questo periodo dell'anno) che era in corso nel comune zurighese. Secondo le autorità, però, non ci dovrebbe essere alcun legame tra lo svolgimento della festa e quanto avvenuto.

 

NOTIZIE PIÙ LETTE