Cerca e trova immobili

SVIZZERAStemma o bandiera? La nazionale Svizzera di hockey nel mirino

13.03.24 - 16:30
Accusata di utilizzare lo scudo rossocrociato senza licenza. Diversi politici ed esperti criticano l'interpretazione "rigida" della legge.
Freshfocus
Fonte 20 Minuten/Blick
Stemma o bandiera? La nazionale Svizzera di hockey nel mirino
Accusata di utilizzare lo scudo rossocrociato senza licenza. Diversi politici ed esperti criticano l'interpretazione "rigida" della legge.

BERNA - La legge sulla protezione degli stemmi, in vigore dal 2017 in Svizzera, continua a sollevare polemiche. Stavolta, la nazionale Svizzera di hockey su ghiaccio è al centro dell'attenzione, accusata di violare le disposizioni legislative che vietano l'utilizzo degli stemmi per scopi commerciali senza una licenza corrispondente.

Secondo quanto riportato dal quotidiano Blick, la squadra indossa lo stemma svizzero sulle proprie maglie senza aver ottenuto un'autorizzazione. Tale comportamento potrebbe profilarsi come una violazione della legge, con conseguenze che vanno dalla multa alla pena detentiva fino a un anno.

Fino alla fine del 2018, la Federazione Svizzera di hockey su ghiaccio avrebbe dovuto richiedere una licenza di esenzione per continuare a utilizzare lo stemma svizzero sulle proprie maglie. Ma non lo ha fatto, come confermato anche dalla Confederazione.

Patrick Bloch, CEO della Federazione Svizzera di Hockey su Ghiaccio, ha dichiarato di essere stato comunque in contatto con le autorità competenti dal 2018 e di aver ricevuto rassicurazioni a riguardo, in diverse occasioni.

La situazione ha suscitato critiche da parte di diversi esponenti politici ed esperti del settore. Damian Müller, Consigliere di Stato del Partito Liberale e Presidente della Swiss Equestrian, ha definito la situazione "di parte" e ha presentato una mozione in merito in quanto si tratta di «un'interpretazione assurda della legge».

Lo stesso parere è condiviso dal consigliere nazionale del Partito Socialista Matthias Aebischer, che ha sottolineato la necessità di colmare eventuali lacune nella legislazione e aggiunge che «le squadre nazionali svizzere dovrebbero poter utilizzare lo stemma svizzero ancor prima di qualsiasi altra società».

L'opinionista televisivo ed ex giocatore della nazionale di hockey Philippe Furrer ha dichiarato a 20 Minuten che «è del tutto incomprensibile che ci sia questa discussione in generale».

Dello stesso avviso Lars Weibel, ex-portiere (in bianconero e in rossocrociato) e direttore della Nazionale svizzera di hockey su ghiaccio, che ha sottolineato l'importanza di mantenere lo stemma «come identificazione con il proprio Paese e la sua storia, oltre che un segno di responsabilità nei confronti dei tifosi e della nazione per cui si gioca».

L'Associazione Svizzera di Calcio (SFV), d'altra parte, non ha problemi di proprietà intellettuale: dagli anni '80 portano la croce svizzera sotto forma di bandiera anziché di stemma. Il portavoce dell'associazione, Adrian Arnold, ha commentato al Blick: «Crediamo che tutte le squadre nazionali delle associazioni sportive svizzere debbano aver l'opportunità di scegliere da sole se vogliono usare la bandiera o lo stemma. Le squadre nazionali sono ambasciatrici del loro Paese».

Entra nel canale WhatsApp di Ticinonline.
COMMENTI
 

tbq 3 mesi fa su tio
Eh? La squadra nazionale, rappresentante il nostro Paese, non può indossare lo stemma del Paese medesimo?

Rigel 3 mesi fa su tio
Ma siamo seri? Chi se non le squadre nazionali?

Ascpis 3 mesi fa su tio
Assurdo

Geremia 3 mesi fa su tio
Sia stemma che scritta sono discriminatori verso chi non si riconosce o sostiene la nazionale. La croce inoltre ricorda quella della religione, il colore roso quello di un partito. Insomma non è una maglia inclusiva. È il momento di usare una maglia arcobaleno.

Brasil63 3 mesi fa su tio
Facciamo utilizzare lo stemma ai migranti che manteniamo. Ma ni a da via ol gnao

carlo56 3 mesi fa su tio
peli nell’uovo burocratici…!

Pianeta Terra 3 mesi fa su tio
Ma questi personaggi li paghiamo noi o sono finanziati da qualche buontempone? Ma stiamo scherzando? Una nazionale che non è autorizzata ad usare lo stemma o la bandiera ?? E chi la dovrebbe usare ? I venditori porta a porta che dicono che ciò che vendono è Swiss Made ? Ma per favore va a lavorare i campi pi R la

Rusky 3 mesi fa su tio
assurdo! queste cose succedono perché i nostri funzionari non hanno un ka77 da fare.

Rds 3 mesi fa su tio
occuparsi di problemi reali… grazie

Voilà 3 mesi fa su tio
Ridicolo!

Bobo 3 mesi fa su tio
Quaicos da puse seri???????

Utenteattento 3 mesi fa su tio
"La pena detentiva fino a 1 anno" 😂😂😂😂 Mentre chi si è macchiato di gravissimi crimini dipo un certo numero ridicolo di anni di prigione viene scarcerato e magari (come già successo ricomnette lo stesso reato ).

Keope1963 3 mesi fa su tio
Risposta a Utenteattento
Anche i giocatori dopo un anno di galera potrebbero compiere di nuovo lo stesso reato.. se convocati 😂🤷‍♂️

Keope1963 3 mesi fa su tio
Risposta a Utenteattento
Anche i giocatori dopo un anno di galera potrebbero tornare a commettere lo stesso reato… se convocati ancora in nazionale 😂🤷‍♂️

#JenaPlinsky 3 mesi fa su tio
Se questi sono i problemi vuol già dire che stiamo bene in fin dei conti...

Dapat 3 mesi fa su tio
Classico “fasctidi grass” alla Svizzera!!! Ma parliamo della nazionale… le squadre nazionali d gli atleti sono ambasciatori del proprio paese!!! Devono anche pagare per onorare il proprio paese???

gadoal 3 mesi fa su tio
Risposta a Dapat
+1 pienamente d'accordo
NOTIZIE PIÙ LETTE