Cerca e trova immobili

SVIZZERA«Svizzera e Nato devono far fronte comune contro Putin»

09.12.23 - 11:57
Il presidente del Comitato militare dell'Alleanza Atlantica Rob Bauer ha ribadito l'importanza della cooperazione con Berna.
imago
Fonte ATS ANS
«Svizzera e Nato devono far fronte comune contro Putin»
Il presidente del Comitato militare dell'Alleanza Atlantica Rob Bauer ha ribadito l'importanza della cooperazione con Berna.

ZURIGO - La Svizzera deve far fronte comune insieme ai paesi Nato, affinché Vladimir Putin non vinca la guerra in Ucraina, perché uno stato neutrale deve contare su un ordine internazionale funzionante, che il presidente russo ha violato: è questa, in sintesi, l'argomentazione portata avanti da Rob Bauer, presidente del Comitato militare della Nato, cioè l'organo dell'alleanza atlantica che comprende i capi della difesa degli stati membri e che come segretario generale ha Jens Stoltenberg.

«Va detto chiaramente che la Svizzera svolge un ruolo importante come partner di cooperazione della Nato», afferma Bauer in un'intervista pubblicata oggi dalla Neue Zürcher Zeitung (NZZ). «Partecipa al Partenariato per la pace dal 1996, quindi siamo partner da 27 anni. Abbiamo appena rinnovato il nostro programma di cooperazione su misura».

«Vogliamo migliorare l'interoperabilità tra gli eserciti Nato e le forze armate elvetiche», prosegue l'ammiraglio olandese che all'inizio della settimana è giunto in visita nella Confederazione. «Desideriamo anche continuare ad addestrarci insieme, ad esempio nell'ambito dell'esercitazione Cyber Coalition a cui partecipa l'esercito svizzero». Inoltre 164 soldati svizzeri sono presenti in Kosovo, «un importante contributo alla sicurezza e alla stabilità nei Balcani occidentali».

«È fondamentale lottare per una causa comune», insiste il 61enne facendo riferimento alla guerra in Ucraina. «Se i russi vincessero, non solo l'Ucraina perderebbe come paese, ma sarebbe anche il segno che un autocrate può farla franca con una simile violazione dell'ordine internazionale».

«Non dobbiamo permettere agli autocrati di vincere la guerra», sostiene l'ex comandante delle forze armate olandesi. «La neutralità della Svizzera dipende anche dall'ordine internazionale basato sulle regole. Tutti gli stati devono riconoscere un paese neutrale come tale e rispettare la sua neutralità. Ciò richiede anche un ordine di sicurezza basato su regole».

Lo status di neutralità non esime un paese dall'avere le capacità di difendersi. «Ecco perché la modernizzazione dell'esercito svizzero è così importante: l'acquisto dell'F-35 o il rinnovo dell'artiglieria e del Leopard 2 contribuiscono in ultima analisi a proteggere l'attuale ordine di sicurezza».

Bauer fa anche presenti i casi di Finlandia e Svezia. «Sottoposti a enormi pressioni, hanno rinunciato alla loro neutralità e al non allineamento: volevano entrare nella NATO perché non credevano più che la Russia avrebbe continuato a rispettare le regole». Ma uno stato «non deve necessariamente essere un membro dell'alleanza, può anche essere un partner», conclude l'alto graduato.

COMMENTI
 

Mox 2 mesi fa su tio
Se qualcuno non se ne fosse ancora accorto la Russia ha già raggiunto i propri obbiettivi e quindi vinto la guerra da diversi mesi.

Robi57 2 mesi fa su tio
Risposta a Mox
👍

Princi 2 mesi fa su tio
Risposta a Mox
esatto

Dred 2 mesi fa su tio
Risposta a Mox
Se ha già vinto la guerra, perché combatte ancora?

Robi57 2 mesi fa su tio
Risposta a Dred
I disegnini, su Tio, non si possono ancora fare. Il giorno che ci sarà data questa possibilità anche i diversamente “imparati” riusciranno a distinguere il burro dalla ferrovia!

Dred 2 mesi fa su tio
Risposta a Robi57
Così anche tu potrai capire qualcosa? Bene.

Mar 2 mesi fa su tio
Guerrafondaio ,non ha ancora capito nulla stai a casa tua.

Sciguetto 2 mesi fa su tio
Far parte del comitato per la PACE ci imporrebbe di entrare in GUERRA… che caspita di logica è? 🤡🤡🤡🤡🤡

Filippone22 2 mesi fa su tio
La Svizzera deve far fronte comune nel mandarvi a quel paese

Filippone22 2 mesi fa su tio
A parte il fatto che la Russia ha vinto ancora prima del 24 febbraio 2021 e che questo era chiaro fin dall’inizio, e che tutte le economie Europee sono sull’orlo del baratro grazie ai politici 90gradisti servi di Washington, il sig Bauer faccia il piacere di farsi gli affari suoi! Se è successo ciò che è successo è solo colpa vostra!

Pianeta Terra 2 mesi fa su tio
La Svizzera deve farsi i c suoi!!!! Stiamocene neutrali!! E basta mandare soldi e armi a quel bel ometto in Ucraina

RV50 2 mesi fa su tio
Caro personaggio .... perché non la vuole capire di non più romperci le "Scatole" e pensare ai vostri interessi?

Giovanna D’Arco 2 mesi fa su tio
Sentire parlare di Svizzera in collaborazione con la NATO, anche se in modo solo marginale, mi fa venire i brividi lungo la schiena…

Peppiniello 2 mesi fa su tio
Una parolina sull occupazione dei territori palestinesi da parte di Israele?

tbq 2 mesi fa su tio
Risposta a Peppiniello
Saranno due paroline, suppongo: no comment.

Dannn 2 mesi fa su tio
perché nessuno può catturare il mostro del Kremlino

Tirasass 2 mesi fa su tio
NATO? ma chi vi ha mai eletti?? Non rappresentate nessuno se non una mentalità re tro grada. Vi autoalimentate da soli, e soffiate come altri sulle braci dei conflitti.

Braun30 2 mesi fa su tio
Mi sa che la stragrande maggioranza dei nostri "naturalisti" ad ogni costo siano basicamente "menefreghisti". Neutralità implica conoscenza delle regole, una regola è rispettare una neutralità, se queste regole diventano carta straccia aspettiamoci piccole correzioni territoriali dappertutto. Quanto Ticino siete disposti a cedere all'Italia se questa dovesse esprimere interesse nelle "terre irredente"?

tbq 2 mesi fa su tio
Risposta a Braun30
Braun, la risposta è semplice: un bel pezzo di Valdossola e tutta la Valtellina. :) Scherzi a parte, stai in pratica dicendo che dovremmo aspettarci guai e violazioni delle leggi internazionali da quelli che oggi parlano di rispetto del diritto internazionale e quant'altro. Niente di sosprendente, per me, ma mi sembra uno strano argomento per convincere gli altri ad abbandonare la neutralità svizzera, che in mezzo a tutto ha sempre dato vantaggi a tutto il mondo e a tanti popoli, non da ultimo quello italiano che tu citi.

Livio 2 mesi fa su tio
Fronte comune vuol dire pagare è forse meglio svegliarci

GC75 2 mesi fa su tio
«È fondamentale lottare per una causa comune». AH AH AH

leobm 2 mesi fa su tio
Ancora??????? Ma proprio non la vogliono capire questi scioccherelli. A noi Svizzeri il rispetto internazionale ü importante quanto la nostra neutralità. Quindi invece di continuare con le solite m e n a t e che inizino a sedersi intorno a un tavolo per riportare la pace e non a fomentare sempre il peggio del peggio. Lo si è visto ieri sera i democratici USA come hanno votato al consiglio di sicurezza in merito alla guerra in medio oriente. Due pesi e due misure.

prato 2 mesi fa su tio
presidente del Comitato militare della Nato, presidente del Comitato fallimentare della Nato !

Zampadicapra 2 mesi fa su tio
Sarebbe bene ricominciare a promuovere la Svizzera per quello che è il nostro statuto. Sarebbe anche ora che i politicanti che non rispettano la nostra patria per quello che è da sempre stata, vengano allontanati e pesantemente puniti. La Svizzera era ed è NEUTRALE! Il che non vuole dire assecondare tutto con il silenzio, vuole dire chiaramente che siamo un tavolo di discussione ATTIVO, ma NEUTRALE, aperto a tutti!

Raptus 2 mesi fa su tio
La Svizzera lasciatela dov'è senza continuamente tirarla in causa x i Vs interessi

tbq 2 mesi fa su tio
«sarebbe anche il segno che un autocrate può farla franca con una simile violazione dell'ordine internazionale». Troppo tardi, signor Bauer, e lei lo sa perfettamente. Quel segnale l'hanno già dato gli Stati Uniti nel 2003, quando violarono l'ordine internazionale invadendo uno Stato sovrano e causando cumulativamente un milione di morti, chissà quanti feriti e decine di milioni di profughi. E questo crimine contro l'ordine internzionale cercarono pure di farlo legittimare dalle Nazioni Unite con mille menzogne, per fortuna fallendo. Dopo tutto questo, ancora fanno la morale agli altri, ancora si spacciano per i giusti, ancora fanno gli ipocriti. Cominciassero a chiedere perdono e fare ammenda per le loro violazioni del diritto internazionale, poi (loro e i sottoposti della NATO) potranno parlare.

S.S.88 2 mesi fa su tio
Spero che qlc rinsavisca! Lontano dalla NATO! Lontani dagli USA… rimaniamo neutri il più possibile! Stano facendo la guerra per farvi sbilanciare e per annientarci. Una volta che molliamo siamo fritti
NOTIZIE PIÙ LETTE