Cerca e trova immobili

BERNAFesta del Primo agosto: «Vietato spedire fuochi d'artificio per posta»

26.07.23 - 10:43
Si avvicina la festa nazionale e migliaia di razzi e petardi brilleranno in tutto il Paese: ma ci sono delle norme cui prestare attenzione
Foto Deposit
Festa del Primo agosto: «Vietato spedire fuochi d'artificio per posta»
Si avvicina la festa nazionale e migliaia di razzi e petardi brilleranno in tutto il Paese: ma ci sono delle norme cui prestare attenzione

BERNA - Il 1º agosto, tra pochi giorni, ricorre la festa nazionale della Svizzera e tante persone si ritroveranno ad accendere migliaia di razzi, petardi e vulcani. Ma è consentito spedire fuochi d’artificio o anche solamente qualche candelina magica per posta? La risposta è "no".

«Non è consentito spedire per posta fuochi d’artificio come razzi, vulcani, candeline magiche o bombe da tavolo, poiché si tratta di merce pericolosa che può provocare gravi danni anche in piccola quantità - ricordano dalla sede centrale della Posta - quindi è vietato trasportare articoli del genere nel canale dei pacchi».

La Posta non controlla il contenuto dei pacchi, «non le è consentito farlo, perché così facendo violerebbe il segreto postale. A maggior ragione, ogni mittente è personalmente responsabile di non spedire merci pericolose vietate. Chi lo fa, viola la legge, ma soprattutto deve essere consapevole del fatto che mette in pericolo gli altri, ad esempio il personale addetto al recapito o il destinatario» spiegano.

In caso di infortunio, la violazione può comportare una denuncia per lesioni personali causate da negligenza e domande d’indennizzo. «È molto meglio spedire un panino del 1º agosto fatto in casa o una bandierina della Svizzera» è il suggerimento.

Nota curiosa: l'unica cosa che ha che fare con l'infiammabilità e ne viene consentito il trasporto è la scatola di fiammiferi. «Fino a cinque chili» si legge in una nota.

 

COMMENTI
 
NOTIZIE PIÙ LETTE