Keystone
Le piogge hanno causato parecchi danni e disagi, specie nella Svizzera occidentale.
SVIZZERA
29.06.2021 - 23:050
Aggiornamento : 23:20

Un giugno molto caldo, ma anche parecchio temporalesco

Con una temperatura media di 14.4°C, il mese che si sta per concludere sarà il quarto giugno più caldo di sempre.

Si tratta di 2.6°C in più rispetto alla norma degli ultimi 40 anni, ma il record del 2003 è comunque lontano. A nord delle Alpi registrati anche nuovi primati di pioggia.

LOCARNO - In Svizzera il mese di giugno che si sta per concludere risulterà il quarto più caldo dall’inizio delle misurazioni nel 1864, assieme a giugno 2002. I primi e gli ultimi dieci giorni del mese sono stati caratterizzati, soprattutto a nord delle Alpi, da molti temporali. I fenomeni sono risultati particolarmente intensi a partire dal 18 del mese, con forti precipitazioni, grandine e forti raffiche di vento.

Temperatura mensile quasi da primato - Su scala nazionale - stando ai dati forniti da MeteoSvizzera - la temperatura media del mese di giugno risulterà pari a 14.4 °C, ossia superiore alla norma 1981 – 2010 di 2.6 °C. Alle basse quote nordalpine la temperatura mensile risulterà compresa fra 19 e 20 °C, cioè da 2 a 3 °C superiore alla norma, mentre a sud delle Alpi essa si attesterà attorno a 22 °C, un valore da 2.5 a 3 °C superiore alla norma. Nelle località di montagna lo scarto dalla media sarà invece compreso fra 2.5 e 3.5 °C.

Il mese di giugno del 2002 aveva fatto registrare la stessa temperatura media del giugno di quest’anno, inferiore solamente a quella dei mesi di giugno del 2019 e del 2017, quando essa fu di poco superiore ai 15 °C. Il mese di giugno più caldo mai registrato risale al 2003, quando si registrò una temperatura media di 17.3 °C, valore superiore alla norma di ben 5.5 °C.

Nuovi primati di pioggia - Oltre che caldo, il mese di giugno è stato tuttavia anche parecchio piovoso. In alcune stazioni nordalpine è stato misurato il doppio del quantitativo di precipitazione medio del mese di giugno. Sono stati quindi misurati nuovi primati di pioggia mensili, con accumuli che in alcuni casi superano abbondantemente i record precedenti. A titolo di esempio riportiamo i valori di Buchs-Aarau e di Thun aggiornati al 29 giugno.

Presso la stazione di misura di Buchs-Aarau, dove le misure sono iniziate nel 1959, in questo mese di giugno sono caduti finora 252 mm di pioggia. Il record precedente risale al 1986 con 216.7 mm. A Thun la somma mensile delle precipitazioni ammonta a 263 mm. Il primato precedente era detenuto dai 241.4 mm del 2001 (inizio delle misure nel 1875).

Al Sud poche precipitazioni - Discorso diverso per quel che riguarda il Sud delle Alpi e l’Engadina, dove a livello locale non sono caduti più di 30 - 40 mm. Per queste regioni si tratta di accumuli che corrispondono al 20-30% della norma 1981-2010.

Potrebbe interessarti anche

YouTube

Facebook

Instagram

Linkedin

Twitter

TikTok


Copyright © 1997-2021 TicinOnline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - COMPANY PAGES
Disposizioni sulla protezione dei dati  -   Cookie e pubblicità online  -   Diritto all'oblio


Ultimo aggiornamento: 2021-11-27 10:34:50 | 91.208.130.89