Polizia militare
SVIZZERA
26.05.2021 - 23:050

«I piloti azionano il seggiolino eiettabile all'ultimo secondo»

Un Tiger F5 dell'esercito si è schiantato al suolo nel Canton Obvaldo. L'esperto pensa a un problema tecnico

Si tratta di un velivolo che risale agli anni Settanta-Ottanta. «I piloti sono ben addestrati anche per questo genere di situazioni, fanno tutto il possibile per riacquistare il controllo del velivolo»

SARNEN - Un incidente aereo, fortunatamente senza vittime, si è verificato stamattina nel Canton Obvaldo. In una zona disabitata nelle vicinanze di Mechlsee-Frutt si è schiantato un Tiger F5 dell'esercito svizzero. Il pilota ha potuto mettersi in salvo azionando per tempo il seggiolino eiettabile.

Ma cos'è successo? Per fare luce sull'episodio, la giustizia militare ha avviato un'indagine. «Vista l'età del velivolo, posso immaginare un problema tecnico» ipotizza comunque Hansjörg Egger, esperto di aviazione civile e militare nonché ex membro delle forze aeree, interpellato da 20 Minuten.

Secondo l'esperto il pilota avrebbe agito correttamente. Egger sottolinea infatti che i membri delle forze aeree sono militi ben addestrati, anche per questo genere di situazioni. Nel caso del Tiger, che è un velivolo che risale agli anni Settanta-Ottanta, è possibile che si sia verificato un guasto. Ma «i piloti azionano il seggiolino eiettabile all'ultimo secondo». Prima fanno tutto il possibile per riacquistare il controllo dell'apparecchio o per riattivare il sistema. «Non si tratta di una decisione che viene presa con leggerezza».

Anzi, spesso la decisione avviene troppo tardi, «perché i piloti tentano troppo a lungo di salvare l'aereo o vogliono evitare di causare danni al suolo». Se un incidente del genere si verificasse sopra un'aerea abitata, potrebbe fare molte vittime. In questo caso, invece, sembra che il pilota abbia reagito correttamente.

Dal 1941 in Svizzera si sono verificati circa 400 incidenti che hanno coinvolto aerei o elicotteri dell'aviazione militare. Come mai? L'esperto spiega che i piloti si esercitano per situazioni reali, simulando vere missioni di combattimento. «Sono consapevoli del fatto che possa accadere un incidente» conclude.

Potrebbe interessarti anche

YouTube

Facebook

Instagram

Linkedin

Twitter

TikTok


Copyright © 1997-2021 TicinOnline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - COMPANY PAGES
Disposizioni sulla protezione dei dati  -   Cookie e pubblicità online  -   Diritto all'oblio


Ultimo aggiornamento: 2021-09-21 18:18:31 | 91.208.130.87