Keystone
ULTIME NOTIZIE Svizzera
SION
1 min
Fiamme in una fabbrica di magnesio
L'incendio è divampato questa mattina a Martigny, ma la situazione è «sotto controllo».
FOTO
SVIZZERA
9 min
È il momento di dissotterrare le mutande mangiucchiate
In primavera Agroscope aveva chiesto d'interrarle in giardini e prati per valutare lo stato di salute del suolo.
BASILEA CITTÀ
16 min
Con cinquantacinque chili di droga alla frontiera
Il carico illegale è stato intercettato al confine con la Germania: era nascosto all'interno di un camion ceco
GINEVRA
29 min
Qatar Holding potrebbe risollevare il Salone di Ginevra
Le finanze languono per i mancati incassi di questo e lo scorso anno.
SVIZZERA
1 ora
Abbiamo mangiato più patate del solito
Ma anche a causa del maltempo, per il mese di luglio viene aumentato il contingente per l'importazione
SVIZZERA/CANTONE
2 ore
Prezzi delle costruzioni: +2,3% in Ticino
Anche su base nazionale la tendenza è al rialzo.
SVIZZERA
2 ore
Sei ore morto nel tram, «e nessuno se n'è accorto»
Due fratelli zurighesi raccontano la triste vicenda che ha colpito il padre: «Nessuno ha fatto nulla»
SAN GALLO
2 ore
Lancio fatale per un basejumper 33enne
Per ragioni che l'inchiesta dovrà stabilire, l'uomo è precipitato a terra tra Zuestoll e Tschingla.
ZURIGO
3 ore
La stazione dell'aeroporto di Zurigo è chiusa
I binari sono allagati a causa del maltempo. Disagi ferroviari anche in altre regioni
GRIGIONI
3 ore
Appalti in Moesa, sotto indagine altre tre società
La Commissione della concorrenza ha deciso di estendere l'inchiesta aperta lo scorso anno.
SVIZZERA
11 ore
Viaggi all'estero: tutto quello che ora c'è da sapere
Da settimana prossima saltano ulteriori limitazioni per gli ingressi in Svizzera. Ecco cosa cambia per i viaggiatori
FOTO
SVIZZERA
13 ore
Neve a giugno? No: un'autostrada di grandine
Oltre Gottardo continuano le precipitazioni e gli allagamenti. Dal Giura bernese a Basilea passando per Zurigo
SVIZZERA
16 ore
PLR, il dopo Petra Gössi partirà il 2 ottobre
L'elezione del nuovo presidente è stata fissata oggi. Le audizioni sono previste per settembre
SVIZZERA
17 ore
Trentadue domande (e risposte) sugli allentamenti
Da sabato prossimo il nostro Paese vivrà una nuova fase di (grandi) allentamenti.
SVIZZERA
17 ore
Ecco il nuovo Embraer E195-E2 di Helvetic
Il velivolo arriverà venerdì a Kloten. Entro la fine di luglio è prevista la consegna di altri tre apparecchi
SVIZZERA
17 ore
Allentamenti: reazioni positive, ma anche qualche interrogativo
Gli ambienti economici si rallegrano per le decisioni comunicate oggi dal Consiglio federale.
SVIZZERA
18 ore
Il mondo della notte festeggia il suo ritorno in pista
La Federazione svizzera per club e festival è soddisfatta degli allentamenti decisi oggi dal Consiglio federale.
SION
21 ore
Un ponte danneggiato desta preoccupazione, chiusa una corsia
I problemi strutturali sarebbero imputabili al sale usato per la rimozione della neve.
SVIZZERA
21 ore
La Svizzera toglie la mascherina e torna in ufficio
Ecco tutti gli allentamenti che entreranno in vigore il prossimo sabato 26 giugno
SVIZZERA
22 ore
Altri 154 contagi e due decessi in Svizzera
Sono sedici gli svizzeri che hanno necessitato di un ricovero ospedaliero nelle ultime 24 ore. Il bollettino dell'UFSP.
FOTOGALLERY
NEUCHÂTEL
22 ore
«L'intero villaggio è pieno di fango e detriti»
Ieri sera il Ruhault ha rotto gli argini a Cressier. Alcune famiglie hanno dovuto essere sfollate.
VAUD
22 ore
Hanno fatto saltare in aria un altro bancomat
Questa volta il colpo è stato perpetrato presso un distributore di benzina a Savigny.
SVIZZERA
22 ore
L'uomo che commissionò l'assassinio della sua compagna resta in carcere
Il Tribunale federale ha respinto il suo ricorso per ottenere la libertà condizionale: «Il rischio di recidiva è alto».
SVIZZERA
23 ore
Vacanze a tinte rossocrociate per molti svizzeri
Le montagne elvetiche restano meta ambitissima, va un po' meno bene alle città.
SVIZZERA
23 ore
Alcune norme della legge anti-terrorismo saranno introdotte in autunno
Dopo l'approvazione alle urne, il Consiglio federale ha posto in consultazione oggi la relativa ordinanza.
ZURIGO
1 gior
Vaccino Covid, centinaia al giorno non si presentano al loro appuntamento
«Con l’inizio dell’estate e degli Europei queste cifre sono aumentate», dichiara il Dipartimento della sanità zurighese.
SVIZZERA
1 gior
Accesso al mercato italiano: «Nessuna discriminazione sistematica»
Un rapporto adottato dal Consiglio federale rivela «maggiori difficoltà» di accesso al confine ticinese.
SAN GALLO
1 gior
Beccato un ladro: aveva compiuto sessanta furti
L'uomo, un serbo di 29 anni, aveva colpito diversi garage di San Gallo tra il 2019 e il 2020.
SVIZZERA
1 gior
Incidenti in bici, più di 1'300 legati all'alcol
Secondo Suva, la tendenza sarebbe in aumento.
SVIZZERA
08.05.2021 - 16:310
Aggiornamento : 18:27

«Gli svizzeri non sono abituati a un forte intervento del Governo»

Secondo il politologo Swen Hutter, è questo il motivo per cui si scende in piazza a protestare

«Soliti a votare e partecipare al processo politico, i cittadini elvetici sono più restii ad accettare decisioni dall'alto»

BERNA - I cittadini svizzeri, generalmente, non sono noti per scendere in piazza a manifestare. Ciò non significa che non protestino, ma lo fanno in misura minore rispetto a paesi come la Francia, o la Spagna, dove si scende in piazza più frequentemente e anche in modo più radicale.

Tuttavia, nell'ambito delle misure anti-coronavirus, i movimenti di protesta in Svizzera si sono moltiplicati (un corteo è in corso anche ora, ad Aarau). 

Una spiegazione in tal senso ha provato a darla il noto ricercatore e politologo Swen Hutter: «La motivazione principale? È che in questo caso il popolo svizzero è stato lasciato fuori dalla decisione sulle misure anti-coronavirus».

In un'intervista al portale elvetico 20 Minuten, Hutter ha infatti spiegato che «queste restrizioni della libertà e della democrazia sono rimbombate fortemente in Svizzera a causa della cultura politica del paese: rispetto al solito, lo Stato è infatti intervenuto fortemente e dall'alto per affrontare il coronavirus, mentre gli svizzeri sono abituati ad essere coinvolti nella maggior parte delle decisioni politiche». Si tratta insomma «di uno shock sistemico» che altri paesi europei non hanno dovuto subire in tal misura.

È anche ciò che può dare una spiegazione, secondo l'esperto, al paradosso che ha avuto luogo negli ultimi mesi: «dove le restrizioni pandemiche sono state meno severe, si sono viste anche mobilitazioni più forti». 

A tal riguardo, anche il modo in cui le autorità di polizia hanno gestito le manifestazioni è stato diverso nel nostro paese, rispetto ad altri: «gli agenti tendono ad operare in modo meno repressivo in Svizzera, e c'è una certa tolleranza verso la libertà di espressione». D'altra parte, tra i manifestanti, c'è una certa disobbedienza civile che è sinonimo di novità: «Normalmente, coloro che protestano si attengono alle richieste delle autorità, in questo caso non è sempre stato così: ecco perché le forze dell'ordine hanno avuto diverse difficoltà: è qualcosa di nuovo e sconosciuto per la polizia - in alcune parti del paese - dover reagire sul posto a grandi manifestazioni illegali», ha specificato Hutter.

Un'altra novità per gli standard elvetici è l'eterogeneità dei manifestanti: «solitamente in Svizzera - nella stragrande maggioranza dei casi - sono persone appartenenti a movimenti di sinistra a protestare. In questi cortei contro le misure anti-Covid, invece, la composizione sociale dei manifestanti è relativamente eterogenea (anche se si nota una frangia di estrema destra). Non ci sono solo giovani, universitari, o membri di un partito, ma sono un gruppo più ampio, che è unito da una forte sfiducia verso il Governo». 

C'entrano anche le tanto diffuse teorie del complotto? Secondo Hutter, giocano sicuramente un ruolo: «All'interno di questi movimenti di protesta, in generale, ci sono molte persone riunite da determinate teorie del complotto, anche molto diverse tra loro, che possono agire come un acceleratore verso un certo tipo di radicalizzazione» ha affermato l'esperto. 

Infine, per quanto riguarda gli effetti che tutto questo avrà sul sistema politico elvetico... «Si tratta di persone diffidenti che non si sentono più rappresentate o in controllo del sistema politico. Questa sfiducia potrebbe portare, anche dopo la pandemia, ad un calo ulteriore dell'affluenza alle urne». È quindi importante per i politici cercare di imparare dagli eventi: «Sarebbe utile un dibattito sulla questione delle misure: quali siano state effettivamente appropriate e in quali momenti».

 

Commenti
 
ATTENZIONE: a causa dell’elevato numero di commenti sui blog e alla difficoltà della redazione di monitorarli, abbiamo attivato un filtro automatico.
La libertà di espressione deve essere garantita da un comportamento civile e rispettoso di ciascun utente.
Chiunque scriverà offese o frasi irrispettose verrà automaticamente bannato con la conseguente cancellazione dell’account.
pillola rossa 1 mese fa su tio
La libertà degli ipocondriaci di sterilizzare e rinchiudere il mondo finisce dove comincia la libertà delle persone sane di mente
Lore61 1 mese fa su tio
Per fortuna, ma anno dopo anno la società assomiglia sempre più un gregge di pecore, che con il terrore si guida facilmente nei recinti senza resistenza, ora li marciano anche... 😂 Guai alla pecora nera che non segue, o che ragiona con la sua testa, sarà eliminata!
Lore61 1 mese fa su tio
@Lore61 ... li marciano... 😂
Lore61 1 mese fa su tio
@Lore61 Eddie... li marcano...😂
joe69 1 mese fa su tio
@Lore61 Spesso si tende a credere che le pecore siano estremamente stu pi de. Ci vengono presentate come esseri molto remissivi, un po’ inette. Dopotutto, sono note le espressioni “pecora nera”, per indicare una pecora che sta fuori dal gregge, ma anche “essere parte di un gregge”, nel senso lato indica il pensiero unico. Tuttavia, un recente studio condotto nel 2001 da Keith Kendrick, un docente famoso della University of Electronic Science and Technology con sede in Cina, ha approfondito l’aspetto più caratteriale delle pecore. E ha fatto delle interessanti scoperte! Contrariamente a quanto si tende a credere, le pecore riescono a riconoscerci: sanno distinguere quando sorridiamo o quando siamo tristi. Ovviamente, hanno un debole per il nostro sorriso! Le pecore riescono persino a distinguersi tra di loro. Inoltre, mostrano dei segni di solidarietà e di aiuto. Non sono così stu pid e come si tende a credere… FIERI DI ESSERE PECORE... E VIVERE LA VITA IN MODO PROPOSITIVO E POSTIVO... AL CONTRARIO DI TANTA GENTE CHE VEDE IL MARCIO, COMPLOTTI & CO DAPPERTUTTO... brutto vivere così... ma liberi di farlo 😉😁 VIVA LE PECOREEEEE 🐑🐑🐑🐑🐑🐑🐑🐑🐑🐑🤣🤣😁✌🏻✌🏻✌🏻✌🏻
Tato50 1 mese fa su tio
@Lore61 Cosa gli fanno ? ;-)))
pillola rossa 1 mese fa su tio
Grazie all'emergenza epidemiologica realmente esistente, si è trovato il modo per "scassinare" le democrazie dall'interno, per smontarle un pezzo dopo l'altro senza incontrare resistenza e, anzi, ottenendo consensi ed ebete gratitudine. Così è oltretutto spiegato il motivo per cui si insista tanto, direi quasi a tambur battente, sul fatto che l'emergenza non finirà o che, alternativamente, ne sopraggiungeranno di nuove e più letali. Se lo stato d'emergenza diventa infinito, mutandosi in nuova normalità, infinita diventa la sospensione della democrazia stessa; sospensione della democrazia che si rovescia essa stessa in nuova normalità. Ne segue un ulteriore paradosso: chi, come un tempo, si batte per il recupero delle libertà e dei diritti, viene avversato come un nemico della salute pubblica e non certo celebrato come un oppositore del regime liberticida che si è instaurato. Così si spiega, inter alia, lo sciocco uso giornalistico della peraltro decontestualizzata categoria di negazionismo: con essa, si sposta immediatamente l'asse della discussione del tema politico della lotta per la libertà al tema medico-scientifico e, più precisamente, al costrutto, di pura ideologia scientifica, secondo cui è lecito e anzi doveroso, per combattere un virus, sospendere la Costituzione e i diritti fondamentali.
Mattiatr 1 mese fa su tio
Penso che ciò possa esser vero, malgrado la rigidità che la Svizzera impone al suo popolo piace scegliere di testa sua. Difatti prima di tutto ciò ho sempre pensato che gli svizzeri non amano la piazza per il fatto che abbiamo tutti i mezzi a disposizione per poter cambiare la nostra nazione in modo pacifico (referendum, ...). Non c'è bisogno di andare in piazza ad annoiare la gente. Dal momento che il consiglio federale ha iniziato a imporre uno stile di vita senza consultare la popolazione non mi stupisce che ad alcuni non vada a genio. Io in piazza non ci andrò, le restrizioni che ho visto nei mesi precedenti sono state di gran lunga più rigide di quelle alla quale è stata sottoposta la maggioranza svizzera quindi ora godo della mia rinnovata libertà. Ovviamente la situazione pesa, l'incomprensione crea frustrazione e il disaccordo non si riesce a comunicarlo in maniera ''pacata''.
seo56 1 mese fa su tio
Allora è ora che cominciano ad abituarsi..
GreenPick 1 mese fa su tio
Sarà che il popolo svizzero finalmente si è reso conto che certe stupidaggini non fanno altro che distruggere un economia già fragile come quella attuale... invece di trovare una soluzione per ripartire a pieno regime... distruggiamo il piccolo/medio imprenditore cosi resteranno solo i più forti... pessima scelta..
joe69 1 mese fa su tio
@GreenPick Ah si?? Allora... coerenza per coerenza... che nn accettino gli aiuti della confederazione... E poi il popolo svizzero chi??? Migliaia di dimostranti nn sono l'interezza del popolo svizzero.... a migliaia di manifestanti corrispondono milioni che stanno alle regole , nn scendono in piazza a far ca si no e "accettano" loro malgrado le restrizioni, ecc..., per il bene comune!! anche se sono stanchi... tengono duro!!!
GreenPick 1 mese fa su tio
@joe69 per quale motivo non devono accettare gli aiuti? mi obbligano a chiudere e non percepisco uno stipendio non posso pagare i miei dipendenti e non devo prendere gli aiuti? la logica? fosse una mia scelta di tenere chiuso è un conto... ma me lo impongono per il "bene comune"... con le restrizioni messe in atto... se veramente servissero a qualcosa... non ci sarebbero più malati... ma se i malati ci sono probabilmente le misure adottate non sono sensate.
joe69 1 mese fa su tio
@GreenPick Ho sbagliato a fare il commento... il commento era per bledsoe (sotto) , sorry ✋😊
pillola rossa 1 mese fa su tio
@GreenPick Lo schiavo peggiore è quello che invece di lottare per le proprie libertà, lotta per eliminare le libertà altrui.
joe69 1 mese fa su tio
@pillola rossa Si ma forse nn capisci che la libertà nn è un concetto infinito.... La mia libertà finisce dove comincia la vostra... e nn lo dico io, lo diceva Kant (uno dei più importanti filisofi del pensiero occidentale) e Martin Luther king... che, francamente, era più a conoscenza del tema di noi... 😉
Güglielmo 1 mese fa su tio
e allora che si abituino....rembambit..
Talos63 1 mese fa su tio
C’è troppo federalismo…
Ro 1 mese fa su tio
Perché siamo dei viziati e questo porta all’irresponsabilità. Una società irresponsabile non ha un futuro se non nell’anarchia dove il diritto viene annullato. Attenti.
bledsoe 1 mese fa su tio
@Ro Francamente mi sembra proprio il contrario: è perché noi vogliamo prenderci le responsabilità individuali e non farci dire da tizio o caio cosa fare, come e quando farlo, senza mai dirci il perché
pillola rossa 1 mese fa su tio
La democrazia non è un'abitudine
joe69 1 mese fa su tio
@pillola rossa Appunto.... è proprio perché nn è un abitudine che... la maggior parte delle persone la vede come il governo😉 ed è d'accordo con le misure prese!!... non perché ci sono manifestazioni con centinaia o migliaia di persone vuol dire il contrario... manifestino pure... ma ricordiamoci che la Svizzera è composta da più di 8 milioni di abitanti... ma si sa... fa più rumore un albero che cade che una foresta che cresce 😉
pillola rossa 1 mese fa su tio
@joe69 È d'accordo con il governo repressivo chi muore di paura e chi ha il proprio tornaconto
joe69 1 mese fa su tio
@pillola rossa Vedi sempre il marcio dappertutto 😂😂 ma scusa, visto che nn sei felice, che questo paese nn ti aggrada perche ha un governo così repressivo, ecc... perché continui a viverci? Emigra no?? Io farei di tutto per andarmene via se la pensassi come te... a costo di perdere qualcosa, ma nn c'è la farei a rimanere. Nn si può avere la botte piena e la moglie ubriaca contemporaneamente...
joe69 1 mese fa su tio
@pillola rossa “- È necessario che gli uomini sian grati di quanto facciamo per loro? – chiesero alcuni fratelli ad abba Macario. Rispose l’anziano: - Affatto. Provate a dare occhi ad un cieco: pretenderà le sopracciglia. - Perché molti uomini sono ingrati? – venne chiesto ad abba Sisoès. Egli rispose: - Perché finita la cena non si apprezza più il cucchiaio.” I sacrifici fanno parte della vita...
joe69 1 mese fa su tio
@pillola rossa Ma se stai così male con questo Governo repressivo, hai sempre da ridire vedendo marcio dappertutto... (sei il bastian contrario ticinese 🙂😂) perché nn emigri? Forse da un altra parte vivi meglio e ti sentirai più felice 😊 chissà?
joe69 1 mese fa su tio
@pillola rossa “Tutta la nostra scontentezza per ciò che non abbiamo mi parve derivare dall'ingratitudine per ciò che abbiamo.” Daniel Defoe
pillola rossa 1 mese fa su tio
@joe69 La democrazia è un diritto
joe69 1 mese fa su tio
@pillola rossa Infatti è nella democrazia vince la maggioranza... se la maggior parte del popolo sta dalla parte del Governo e a te nn va bene, puoi sempre promuovere un referendum... nessuno te lo vieta, questa è democrazia!!... poi il popolo deciderà, esprimendosi con "l'arma" del voto... democrazia diretta! Che vuoi di più?? Viviamo in uno dei migliori Stati possibili, migliorabili certamente ma un buon Stato...
Tato50 1 mese fa su tio
@pillola rossa Purtroppo in certe Nazioni non c'è scritta nemmeno sul vocabolario. Se ci lamentiamo noi, magari perché a volte ci impongono qualche cosa che non ci garba, lo possiamo fare senza rischio alcuno. In certe Nazioni se fai la stessa cosa, sparisci o ritrovano il cadavere in giardino.
pillola rossa 1 mese fa su tio
@Tato50 E quindi?
Tato50 1 mese fa su tio
@pillola rossa E quindi rimani qui che non ti trovano in giardino con un foro in testa ;-)
pillola rossa 1 mese fa su tio
@Tato50 Mai detto di volermene andare
Tato50 1 mese fa su tio
@pillola rossa Bene, forse è dove si sta meno peggio e puoi fare il "negazionista" senza alcun pericolo. Premetto che rispetto l'idea altrui ;-)
pillola rossa 1 mese fa su tio
@joe69 La limitazione delle libertà individuali è un grave affronto alla democrazia. Hai presente i partigiani? Erano in minoranza.
joe69 1 mese fa su tio
@pillola rossa Ma cosa c'entrano i partigiani?? Questo tuo esempio nn è proprio calzante... 😂😂 i partigiani erano protagonisti della resistenza contro le truppe che occupavano il proprio territorio, erano protagonisti un fenomeno riferito alle 2a guerra mondiale.!!. Qui il nemico nn e un esercito straniero occupante... ma il coronavirus, bisogna fare fronte comune contro la pandemia... poi , ripeto, se nn sei d'accordo, sei libero do lanciare un referendum, raccogli le firme... datti da fare... invece di reclamare dietro una tastiera e basta 😉
pillola rossa 1 mese fa su tio
@joe69 Non sai nulla di me, di cosa io stia o non stia facendo, delle mie esperienze, del mio impegno. Ancora una volta si scrive di un tema sociale e tu mi stai dicendo che cosa io debba fare. Discutere con te è uno spreco di tempo.
pillola rossa 1 mese fa su tio
@joe69 Non sai nulla di me, di cosa io stia o non stia facendo, delle mie esperienze, del mio impegno. Ancora una volta si scrive di un tema sociale e tu mi stai dicendo che cosa io debba fare. Discutere con te è uno spreco di tempo
Potrebbe interessarti anche

YouTube

Facebook

Instagram

Linkedin

Twitter

TikTok


Copyright © 1997-2021 TicinOnline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - COMPANY PAGES
Disposizioni sulla protezione dei dati  -   Cookie e pubblicità online  -   Diritto all'oblio


Ultimo aggiornamento: 2021-06-24 11:42:02 | 91.208.130.86