Archivio Keystone
ULTIME NOTIZIE Svizzera
SVIZZERA
1 ora
A Berna nessuna manifestazione contro le misure anti-Covid
Era prevista per domani ma i promotori delle proteste e la città di Berna non hanno trovato un accordo.
VALLESE
1 ora
Un 70enne ucciso dal branco
L'alterco è avvenuto una quindicina di giorni di fa nella capitale vallesana.
BASILEA
2 ore
Fiocco rosa allo Zoo di Basilea: è nata Safiya
La piccola Safiya pesa poco più di cinque chili
SVIZZERA
3 ore
In Svizzera netto calo dei pazienti Covid in cure intense
In decisa diminuzione i pazienti affetti dal virus in terapia intensiva, che ora occupano il 26,9% dei posti letto.
SVIZZERA
3 ore
Altri 411 milioni a preventivo
Il Nazionale ha approvato una seconda aggiunta ale uscite nel bilancio 2021.
URI
4 ore
Incidente sul lavoro al San Gottardo, 20enne in pericolo di vita
Il 20enne è stato colpito da un escavatore. La sua vita è in pericolo.
BASILEA CITTA'
4 ore
Vendite per vari milioni nel primo giorno di Art Basel
Il prezzo massimo di 6,5 milioni di dollari è stato raggiunto da un dipinto ad olio astratto.
BERNA
6 ore
I giovani lupi del branco di Stagias non verranno uccisi
L’Ufam ha constatato che i criteri necessari non sono soddisfatti.
SVIZZERA
6 ore
Oltre 260'000 firme per mantenere i test gratuiti
Sono state consegnate oggi alla Cancelleria federale a Berna.
SVIZZERA
6 ore
«300 franchi a chi fa il vaccino, multa di 100 a chi non lo fa»
L'ex presidente del PS Peter Bodenmann è convinto che i no-vax "duri e puri" siano solo il 10-15% della popolazione.
SVIZZERA
7 ore
Istruzione e lavoro per i rifugiati, oltre 17'000 firme raccolte
Una petizione ritiene «insufficiente» l'integrazione di queste persone e chiede «un accesso semplificato».
SAN GALLO
7 ore
Cade dal primo piano, muore un operaio
Incidente sul lavoro ieri pomeriggio a San Gallo: nella caduta un 45enne ha riportato gravissime ferite alla testa.
GINEVRA
7 ore
«Il problema, in Svizzera, è il lassismo»
Stéphane Koch, esperto di sicurezza online, giudica «drammatico» il fatto di poter trovare dati personali sul darkweb
SVIZZERA
14.08.2020 - 06:040
Aggiornamento : 15.09.2020 - 13:15

Il congedo di paternità conquista giovani e anziani

Ampio consenso per la proposta in votazione il prossimo 27 settembre, secondo il sondaggio di 20 minuti e Tamedia

I cittadini sono spaccati in due sugli aerei da combattimento. Vanno verso un “no” l'Iniziativa per la limitazione e la modifica della legge sulla caccia

BERNA - Dopo che le votazioni federali dello scorso maggio erano saltate a causa dell'emergenza Covid-19, il prossimo 27 settembre si va invece alle urne. E i cittadini saranno chiamati a esprimersi su cinque oggetti: l'iniziativa popolare “Per un'immigrazione moderata (Iniziativa per la limitazione)”, l'acquisto di nuovi aerei da combattimento, l'introduzione di un congedo di paternità di due settimane, la modifica della legge sulla caccia e un aumento delle deduzioni fiscali massime per i figli. Al momento si prospettano tre “sì” (di cui uno risicatissimo) e due “no”, come si evince dai risultati del sondaggio di 20 minuti e Tamedia a cui hanno preso parte oltre 24'000 cittadini da tutta la Svizzera.

Il congedo che convince - Raccoglie ampi consensi, a poco più di un mese dall'appuntamento alle urne, il congedo di paternità: la proposta piace infatti al 66% dei cittadini di praticamente tutti i partiti, eccetto l'UDC. In quest'ultimo soltanto il 38% si dice infatti favorevole. In generale, per i sostenitori della proposta, il congedo di paternità è un ulteriore passo verso la parità dei diritti. Mentre i contrari ritengono che lo Stato non si debba immischiare nelle questioni familiari e che i neo-papà possano prendere giorni di ferie, sempre che l'azienda non dia già l'opportunità di stare a casa più giorni alla nascita di un figlio.

Fatto sta che per il congedo di paternità si delinea un chiaro “sì”. E questo avviene in particolare nella Svizzera latina: in Romandia i favorevoli sono al 75%, mentre in Ticino al 77%. E pur convincendo, a livello nazionale, soprattutto i più giovani (l'82% degli under 35 intende votare “sì”), la proposta piace anche alla maggioranza degli over 65 (53%).

«Uno sgravio per le famiglie» - Sempre nell'ambito dei sostegni alla famiglia, secondo il rilevamento si delinea un “sì” anche per l'aumento delle deduzioni fiscali per i figli (modifica della legge federale sull'imposta federale diretta): i favorevoli - che sono attualmente al 55% - sono la maggioranza in tutti i partiti, eccetto l'UDC. Anche in seno al PS, la misura trova il sostegno del 55% degli elettori. I favorevoli ritengono che uno sgravio fiscale delle famiglie sia necessario, mentre per i contrari si tratta di un regalo alle famiglie benestanti. Secondo i politologi, con l'approssimarsi delle votazioni per questo oggetto bisogna aspettarsi comunque delle variazioni.

Svizzera spaccata in due sugli aerei - La Svizzera è invece spaccata in due sull'acquisto di nuovi aerei da combattimento. Anche se al momento i favorevoli sono in vantaggio (50%). I contrari sono al 47%, mentre il 3% non ha ancora deciso come votare. Dai risultati del sondaggio di 20 minuti e Tamedia spicca la posizione degli elettori Verdi liberali: la maggioranza (53%) si dice contraria all'acquisto. E questo nonostante all'inizio di luglio l'assemblea dei delegati del partito si sia detta favorevole.

Proposta UDC: solo il Ticino dice “sì“ - Si prospetta un “no” per l'iniziativa popolare “Per un'immigrazione moderata (Iniziativa per la limitazione)” dell'UDC. La proposta viene attualmente respinta dal 56% dei cittadini. Soltanto il Ticino, come avviene in genere per le votazioni federali su iniziative UDC, si dice invece favorevole (55%).

Lupi: «Le norme attuali sono sufficienti» - Infine c'è la modifica della legge sulla caccia, che rischia d'incassare un “no” dal 53% dei cittadini. Soltanto tra gli elettori PPD e UDC i favorevoli sono in maggioranza. E questi ultimi fanno leva sulla crescente presenza di lupi sul territorio. I contrari, invece, ritengono che le attuali norme permettano già di abbattere i lupi considerati problematici.

Il sondaggio

Sono 24'252 le persone da tutta la Svizzera che dall'11 al 12 agosto hanno preso parte al primo sondaggio 20 minuti/Tamedia sulle votazioni federali del 27 settembre 2020. Queste rilevazioni vengono condotte in collaborazione con LeeWas, che pondera i dati in base a variabili demografiche, geografiche e politiche. Il margine d'errore si attesta all'1%. Più informazioni su tamedia.ch/umfragen

 

Commenti
 
ATTENZIONE: a causa dell’elevato numero di commenti sui blog e alla difficoltà della redazione di monitorarli, abbiamo attivato un filtro automatico.
La libertà di espressione deve essere garantita da un comportamento civile e rispettoso di ciascun utente.
Chiunque scriverà offese o frasi irrispettose verrà automaticamente bannato con la conseguente cancellazione dell’account.
Maria67 1 anno fa su tio
In che senso?
Potrebbe interessarti anche

YouTube

Facebook

Instagram

Linkedin

Twitter

TikTok


Copyright © 1997-2021 TicinOnline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - COMPANY PAGES
Disposizioni sulla protezione dei dati  -   Cookie e pubblicità online  -   Diritto all'oblio


Ultimo aggiornamento: 2021-09-22 17:17:21 | 91.208.130.87