Archivio Depositphotos
ZURIGO
11.08.2020 - 11:010
Aggiornamento : 14:16

Più minorenni nel mirino per pornografia

Nel 2019 nel Canton Zurigo le denunce sono cresciute del 230% rispetto all'anno precedente

ZURIGO - Mai come nello scorso anno nel canton Zurigo sono stati denunciati tanti minorenni per pornografia e rappresentazione di atti di cruda violenza. È aumentata in particolare la diffusione di materiale pornografico.

Complessivamente nel 2019 sono stati denunciati per pornografia 278 giovani di meno di 18 anni, indica oggi la magistratura dei minorenni di Zurigo. Rispetto all'anno precedente, l'aumento è del 230%. Nella maggior parte dei casi (82%) a essere responsabili erano ragazzi maschi.

A loro è stata contestata la messa a disposizione di pornografia a minori di 16 anni, l'offerta di materiale pornografico non richiesta o la sua esposizione in pubblico. Nel 58% dei casi la diffusione è avvenuta tramite chat o social media. Ciò rappresenta un aumento del 15% rispetto al 2018.

Le autorità di perseguimento penale dei minorenni segnala pure una forte crescita delle rappresentazioni proibite di violenza. Per questa ragione le denunce sono state 110, circa il doppio rispetto all'anno precedente. Spesso si trattava di video con brutalità assolutamente inopportune per bambini e giovani, come ad esempio suicidi e atti di crudeltà verso gli animali. Nel 49% dei casi i video erano memorizzati su uno smartphone.

Potrebbe interessarti anche

YouTube

Facebook

Instagram

Linkedin

Twitter


Copyright © 1997-2020 TicinOnline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - COMPANY PAGES
Disposizioni sulla protezione dei dati  -   Cookie e pubblicità online  -   Diritto all'oblio


Ultimo aggiornamento: 2020-09-30 12:36:17 | 91.208.130.85