Immobili
Veicoli

SVIZZERA«La popolazione ha rispettato norme d'igiene e distanziamento sociale»

12.05.20 - 19:30
La Federazione dei medici svizzeri parla di sviluppo positivo della pandemia dopo la prima fase di deconfinamento
Archivio Keystone
SVIZZERA
12.05.20 - 19:30
«La popolazione ha rispettato norme d'igiene e distanziamento sociale»
La Federazione dei medici svizzeri parla di sviluppo positivo della pandemia dopo la prima fase di deconfinamento

BERNA - La prima fase di deconfinamento attuata dal Consiglio federale il 27 aprile scorso non ha generato un aumento dei contagi da Covid-19. Ne prende atto stasera in una nota la Federazione dei medici svizzeri (FMH), sostenendo che la popolazione ha rispettato le misure d'igiene e di distanziamento sociale.

Due settimane fa non solo parrucchieri, saloni di bellezza, negozi fai-da-te, centri per giardinaggio e fioristi, ma anche gli studi di medicina dentaria, di fisioterapia e di massaggi medici avevano potuto riprendere la loro normale attività. Da quel giorno pure gli ospedali, sottolinea l'FMH, hanno potuto eseguire tutti gli interventi, anche quelli non urgenti. E anche in questo caso, il numero di contagi al coronavirus non è aumentato. Ciò significa che «il corpo medico ha applicato correttamente le misure di protezione».

In precedenza, con le restrizioni imposte il 16 marzo dal Consiglio federale, con cui si autorizzavano solo interventi e trattamenti urgenti, i contatti con i pazienti erano diminuiti del 70% in media, una percentuale che varia a seconda delle discipline e delle regioni, sottolinea l'FMH. Ma la revoca delle misure non ha portato a un aumento dei contagi, si rallegra la Federazione dei medici svizzeri.

Per poter continuare a rispettare i provvedimenti igienici e fornire un lavoro efficace, è indispensabile che il corpo medico possa contare su un approvvigionamento sufficiente di materiale di protezione, farmaci, vaccini, dispositivi e personale specializzato, sottolinea l'FMH. Conformemente al piano di pandemia, spetta alla Confederazione e ai cantoni garantire tale approvvigionamento, in particolare quando i canali di distribuzione abituali non bastano. Ma, stando all'FMH, il sistema sanitario elvetico ha dato prova della sua efficacia.

NOTIZIE PIÙ LETTE
ULTIME NOTIZIE SVIZZERA