keystone-sda.ch (ROMAN RIOS)
MOTOMONDIALE
27.09.2021 - 23:090
Aggiornamento : 28.09.2021 - 15:35

«Sono sorpreso che questa tragedia non sia successa prima»

Scott Redding e le gare minori: «I piloti sono tutti troppo vicini fra di loro, non si può correre in queste condizioni».

Il pilota britannico ha voluto rendere omaggio al 15enne Dean Berta Viñales, deceduto questo weekend in pista a Jerez de la Frontera.

JEREZ DE LA FRONTERA - Non è stato un fine settimana allegro per i piloti del motomondiali. Questi ultimi hanno infatti dovuto gareggiare con il cuore pesante in seguito al decesso in pista del 15enne Dean Berta Viñales, cugino di Maverick, durante gara-1 della Supersport 300.

A questo proposito si è espresso Scott Redding, che il weekend appena trascorso ha colto due podi in altrettante gare - un secondo e un terzo posto - nella Superbike. «Il problema è che abbiamo sempre più fatalità con una sicurezza sempre maggiore», si può leggere sulle colonne di "Motorsport". «È diverso rispetto a qualche anno fa e i piloti non hanno il minimo margine di errore. Ogni tanto in Superbike si creano delle gare spettacolari, ma nelle altre classi, dove ci sono ragazzini di 15 anni in sella a moto uguali e tutti racchiusi in un secondo, può capitare qualsiasi cosa in qualunque momento. Sono sorpreso che questa tragedia non sia successo prima. Oggi giorno in pista i piloti sono troppo ravvicinati, al contrario di una decina di anni fa quando si formavano i gruppetti e non c'erano tutti questi rischi. Quando hai un trenino di quindici piloti e succede qualcosa al terzo del gruppo, il quarto, il quinto o il sesto non possono fare niente per evitare il contatto. Sfortunatamente è successo anche a me nell’incidente di Tomizawa a Misano. È terrificante. Ma sei in una posizione in cui non puoi vedere, perché sei troppo vicino e non c'è la possibilità di schivare».

SPORT: Risultati e classifiche

keystone-sda.ch (Roman Rios)
Ingrandisci l'immagine
Commenti
 
ATTENZIONE: a causa dell’elevato numero di commenti sui blog e alla difficoltà della redazione di monitorarli, abbiamo attivato un filtro automatico.
La libertà di espressione deve essere garantita da un comportamento civile e rispettoso di ciascun utente.
Chiunque scriverà offese o frasi irrispettose verrà automaticamente bannato con la conseguente cancellazione dell’account.
Boma 4 sett fa su tio
una volta si iniziava con il cinquatino...
Genchi 67 4 sett fa su tio
@Boma Che commento intelligente complimenti
Potrebbe interessarti anche

YouTube

Facebook

Instagram

Linkedin

Twitter

TikTok


Copyright © 1997-2021 TicinOnline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - COMPANY PAGES
Disposizioni sulla protezione dei dati  -   Cookie e pubblicità online  -   Diritto all'oblio


Ultimo aggiornamento: 2021-10-27 08:57:18 | 91.208.130.85