keystone-sda.ch / STR (Mauro Pimentel)
+2
SIENA
21.06.2020 - 15:070
Aggiornamento : 20:04

Zanardi, parlano i medici: «Condizioni gravi, ma stabili. Più passano i giorni più c'è speranza»

Nuovo bollettino medico sulle condizioni di Alex Zanardi, ricoverato al policlinico Santa Maria alle Scotte di Siena

SIENA - Alex Zanardi continua la sua battaglia al Policlinico Le Scotte di Siena, dove ha trascorso la seconda notte in terapia intensiva in seguito al terribile incidente di venerdì e al delicato intervento neurochirurgico al quale è stato sottoposto.

L'ultimo bollettino medico parla di condizioni gravi ma stazionarie. «Il neuromonitoraggio in corso ha mostrato una certa stabilità, ma questo dato va preso con cautela perché resta grave il quadro neurologico», recita il bollettino. «Le condizioni attuali di stabilità generale ancora non consentono di escludere la possibilità di eventi avversi e, pertanto, il paziente resta sempre in prognosi riservata».

Dopo il bollettino ha parlato Sabino Scolletta, responsabile della Rianimazione. «Alex ha passato notte in condizione di stabilità. Resta sedato, intubato e ventilato meccanicamente. Il quadro neurologico è quello che resta grave, le condizioni fisiche restano stabili. Ora siamo concentrati sul quadro neurologico. Più passa il tempo e più le condizioni restano stabili, è una buona notizia. Confidiamo nella sua possibilità di recupero, siamo tutti fiduciosi. È un grande atleta e lo ha dimostrato e auspichiamo che questo valga anche in questa situazione così impegnativa».

Intanto proseguono anche le indagini e, dalle ultime indiscrezioni, emerge che il campione di paraciclismo stringeva le mani sui manubri dell'handbike mentre percorreva in discesa la strada vicino a Pienza. Da alcuni filmati - già in possesso degli investigatori - risulterebbe quindi che Zanardi avesse il controllo della sua handbike.

SPORT: Risultati e classifiche

keystone-sda.ch (ANSA)
Guarda tutte le 6 immagini
Commenti
 
ATTENZIONE: a causa dell’elevato numero di commenti sui blog e alla difficoltà della redazione di monitorarli, abbiamo attivato un filtro automatico.
La libertà di espressione deve essere garantita da un comportamento civile e rispettoso di ciascun utente.
Chiunque scriverà offese o frasi irrispettose verrà automaticamente bannato con la conseguente cancellazione dell’account.
Potrebbe interessarti anche

YouTube

Facebook

Instagram

Linkedin

Twitter


Copyright © 1997-2020 TicinOnline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - COMPANY PAGES
Disposizioni sulla protezione dei dati  -   Cookie e pubblicità online  -   Diritto all'oblio


Ultimo aggiornamento: 2020-07-10 03:18:07 | 91.208.130.86