DERBYIl Lugano vuole reagire e iniziare la scalata. L'affamato Ambrì cerca continuità

19.11.21 - 12:00
Alla Cornèr Arena va in scena questa sera il quarto attesissimo derby stagionale.
TiPress/archivio
Il Lugano vuole reagire e iniziare la scalata. L'affamato Ambrì cerca continuità
Alla Cornèr Arena va in scena questa sera il quarto attesissimo derby stagionale.
HOCKEY: Risultati e classifiche

LUGANO - Rimboccarsi le maniche e ripartire dal duro lavoro. È questo che in sostanza chiedevano i tifosi al Lugano di McSorley, ed è questo che la truppa bianconera - dopo aver ricaricato le pile anche a livello mentale - ha fatto durante la sosta dedicata alle Nazionali, dove dall’infermeria sono finalmente arrivate anche notizie positive.

Giunti alla pausa col fiato corto e una preoccupante serie di sconfitte - 9 in 11 match, di cui le ultime cinque consecutive -, i bianconeri sono ora chiamati al riscatto per iniziare la risalita in questa seconda parte di stagione. Il ritorno in pista, già di per sé piuttosto delicato, propone subito il derby con l’Ambrì di Cereda, che martedì ha scaldato i motori e riassaggiato il ritmo del campionato piegando l’Ajoie alla Gottardo Arena, con tanto di shutout di Ciaccio.

Match delicato, dicevamo, ma forse anche l’occasione migliore per dare un deciso segnale e voltare pagina. Da questa sera ci sarà anche qualche freccia in più all’arco di McSorley, che potrà contare sull’entusiasmo del nuovo arrivato Yannick Herren e sui rientri in difesa di due pedine importanti come Loeffel e Guerra. Tra i pali resta favorito Irving, con Hudacek indiziato al ruolo di straniero in sovrannumero. «Prima della pausa potevano in parte “spiegare” i nostri insuccessi anche con le numerose assenze, ma ora non ci sono più scuse - sottolinea Chris McSorley - Dobbiamo mostrare il nostro carattere, vincere più battaglie e creare più traffico davanti alla porta. Tra i ragazzi ho percepito la giusta “tensione”, tipica di queste sfide. Ora abbiamo come un colle da scalare e tutte le partite sono fondamentali».

Chi però farà di tutto per inguaiare i cugini è l’Ambrì, che al derby arriva dopo il 2-0 sui giurassiani e con 32 punti in classifica (settimo posto). Sempre privi di capitan Fora, i biancoblù dovranno mettere sul ghiaccio la consueta grinta, cercando di pungere al momento giusto e aumentare l’efficacia in powerplay, che al momento si assesta all’11.8%. Interrotta la serie negativa nei derby grazie al ruggito dello scorso 15 ottobre, i leventinesi andranno ora a caccia di un pesante successo alla Cornèr Arena, violata l’ultima volta nel febbraio 2020.

Se il derby sarà sicuramente il piatto forte del weekend hockeistico, sabato ci sarà però un altro importante impegno per entrambe le ticinesi, con l’Ambrì che ospita il Ginevra - passato di recente nelle mani di Jan Cadieux - e il Lugano di scena a Losanna.

COMMENTI
 
Mamy 1 anno fa su tio
🦉🦉🦉🦉🦉🦉🦉🦉🦉🦉🦉🦉🦉
NOTIZIE PIÙ LETTE