Immobili
Veicoli

EURO 2020«Sono queste le emozioni che vogliamo regalare ai nostri tifosi»

29.06.21 - 22:48
Per la Svizzera, dopo l'exploit contro la Francia, è stata una notte breve seguita da un risveglio dolcissimo.
keystone-sda.ch (Daniel Mihailescu)
«Sono queste le emozioni che vogliamo regalare ai nostri tifosi»
Per la Svizzera, dopo l'exploit contro la Francia, è stata una notte breve seguita da un risveglio dolcissimo.
Contro la Spagna, nei quarti, mancherà capitan Xhaka. Pier Tami: «La squadra ha mostrato valori importanti, chi giocherà al suo posto avrà una grande chance. Ora dobbiamo recuperare le energie fisiche e mentali».
SPORT: Risultati e classifiche

BUCAREST - Riscritta la storia grazie all’impresa di Bucarest, dove ha affondato i campioni del mondo in carica al termine di una partita folle e straordinaria, la Svizzera si gode il “day-after” dopo una notte corta ma molto molto dolce. 

«In effetti è stata una notte breve, ma seguita da un risveglio davvero molto piacevole... - interviene in conferenza stampa Pier Tami, direttore delle squadre nazionali - Grazie ai social media abbiamo potuto vedere i festeggiamenti e le celebrazioni in Svizzera. È stato emozionante. Vogliamo fare bene per regalare proprio questo tipo di emozioni ai tifosi, che ci sono stati vicini e ci hanno “mandato” moltissimi messaggi».

Dopo il tonfo con l’Italia la Nati sembrava sull’orlo del baratro. Quando c’è stata la svolta?
«Dopo la partita con gli azzurri l’abbiamo detto chiaramente. Perdere è possibile e ci sta, ma il modo non era stato accettabile. Ora invece siamo qui a parlare di una vittoria speciale, frutto di valori forti che con l’Italia in campo non si erano visti. Nelle ultime partite con Turchia e Francia invece ci sono stati eccome. Abbiamo visto una squadra unita, solidale e concentrata sull'obiettivo. Quella di lunedì è stata una partita vibrante che è piaciuta a tutti, anche a spettatori neutrali che si sono divertiti e hanno applaudito la Svizzera».

La notte di Bucarest ci ha fatto sognare. Adesso fin dove si può arrivare?
«A questo punto si deve sognare, ma dopo le tante emozioni vissute con la Francia ora dobbiamo anche recuperare le energie. Oggi avremo un altro lungo viaggio, mentre domani svolgeremo il primo allenamento sul campo. Saremo già a due giorni dalla partita, in programma venerdì alle 18 a San Pietroburgo. Non è solo una questione fisica, ma anche di risorse mentali e nervose. La Spagna ci stimola a compiere una nuova impresa, ma dovremo essere pronti fisicamente e mentalmente. Insomma “bravissimi tutti, ma ora focus sulla Spagna”. Conosciamo la sua forza e sappiamo che è una delle favorite per la vittoria finale, come lo era la Francia».

Negli anni hai visto crescere da vicino Mario Gavranovic. Da ticinese cosa ti ha dato il suo gol?
«È stato un gol bellissimo e particolare. Tutta l’azione è stata fantastica. Ci ha fatto esplodere di gioia. In questo periodo Mario è “caldo” e non è stata una sorpresa vederlo segnare. Quando ha fatto sedere Kimpembe, ero certo che avrebbe trovato lo specchio della porta». 

Contro la Spagna mancherà capitan Xhaka, squalificato. Al suo posto dovrebbe toccare a uno tra Zakaria, Sow e Fernandes.
«Xhaka ha fatto una grande partita, ma tutta la squadra ha giocato bene. Entrare in un gruppo che sta giocando in questo modo e con questa convinzione è più facile. Chi sarà il sostituto di Xhaka avrà una chance per rispondere presente in un grande torneo. Un buon esempio è proprio Gavranovic, che quando entra riesce sempre a fare qualcosa d'importante».

Partecipa al concorso Euro-Game

Più di 200.000 premi istantanei per un valore totale di oltre 600.000 franchi possono essere vinti all'Euro-Game di Denner e Tio / 20 minuti. Il premio principale è un anno di acquisti gratuiti da Denner.

COMMENTI
 
NOTIZIE PIÙ LETTE