Immobili
Veicoli

CHALLENGE LEAGUEGiocatori e mister: il nuovo ACB prende forma

20.06.22 - 21:00
Sesa e Cocimano in panca. Si tratta per Berardi, Padula e Krasniqi in campo. Botti a Bellinzona
Imago
Giocatori e mister: il nuovo ACB prende forma
Sesa e Cocimano in panca. Si tratta per Berardi, Padula e Krasniqi in campo. Botti a Bellinzona
Basic e Cortelezzi rimarranno in granata.

BELLINZONA - Tra brindisi e abbracci, la stagione vecchia è ormai andata agli archivi. È un ricordo, dolce ma pur sempre un ricordo. 

Le giornate del Bellinzona sono ora riempite dalla preparazione della nuova avventura, dalla preparazione di quella Challenge League che scatterà a metà luglio.

Che faccia avrà il nuovo ACB? Le prime conferme stanno arrivando dal Comunale. Sulla panchina granata, vacante dopo la chiusura del rapporto con Marco Schällibaum, si accomoderà David Sesa, che del Bellinzona è già stato osservatore e che in carriera ha pilotato il Wohlen e - da vice di René Weiler - El Ahly e Anderlecht. Il 48enne, che da calciatore è partito dal Settore giovanile dello Zurigo, è passato dal Baden e poi è diventato grande con Servette, Lecce, Napoli e Aarau (prima di chiudere con ancora tanta Italia), è stato preferito a Massimo Rizzo. 

Un'altra certezza, in merito allo staff tecnico, riguarda poi Fernando Cocimano. Il 51enne ex Team Ticino e Paradiso lavorerà infatti all’ombra dei Castelli: farà il “secondo”.

Altre novità arrivano dalla rosa, che dovrà essere per forza di cose migliorata per dimostrarsi competitiva in un campionato che si preannuncia complicato. Per la difesa, il Bellinzona è vicino ad assicurarsi gli “sciaffusani” Guillermo Padula e Jetmir Krasniqi. Difensore centrale 24enne (ma utilizzabile anche da terzino), negli ultimi anni il primo è passato da Mendrisio, proprio Bellinzona e Paradiso prima di completare una stagione da 34 presenze e 3 reti in giallonero. Esterno basso 27enne, in carriera il secondo ha invece vestito le maglie di Losanna e Le Mont, si è concesso una gita ticinese (Chiasso e Lugano) e una rumena (Voluntari) prima di completare un’annata da 32 “caps” e 2 gol agli ordini di Martin Andermatt.

Altra trattativa di peso è quella che il club ha intavolato con Gaetano Berardi. Nonostante i 33 anni compiuti e una stagione, l’ultima, giocata solo a metà con il Sion (dove è arrivato, da svincolato, nel mercato di gennaio), il ticinese sarebbe un innesto importantissimo per l’ACB. Professionista esemplare, se motivato e integro il difensore porterebbe infatti esperienza e grande carisma in una retroguardia che di sicuro nei prossimi mesi sarà sollecitata. Non si può d’altronde dubitare del valore di un ragazzo che, tra Sampdoria, Brescia e Leeds, ha messo insieme quasi 300 presenze tra Serie A, Serie B, Championship e coppe nazionali varie. 

Last but not least, a Bellinzona stanno “sciogliendo” i nodi Marko Basic e Sergio Cortelezzi. Manca l’ufficialità, certo; giocatori e società sono in ogni caso intenzionati ad allungare la loro unione. Salvo sorprese le firme, insomma, non mancheranno.

COMMENTI
 
NOTIZIE PIÙ LETTE
ULTIME NOTIZIE SPORT