PALLAVOLOFinale da brividi: sfida bellissima tra Lugano e Neuchâtel

08.12.22 - 23:22
Prestazione maiuscola delle bianconere, che hanno tenuto testa alle campionesse svizzere.
TiPress/archivio
Finale da brividi: sfida bellissima tra Lugano e Neuchâtel
Prestazione maiuscola delle bianconere, che hanno tenuto testa alle campionesse svizzere.
La capolista NUC si è imposta al termine di cinque set vibranti e combattutissimi. Per le ticinesi resta il rammarico per il punto perso, ma anche la consapevolezza di essere una squadra difficile da affrontare per chiunque.
SPORT: Risultati e classifiche

NEUCHATEL - Il Lugano, reduce dalla brutta partita contro il Dūdingen, era chiamato alla riscossa contro le campionesse svizzere di Neuchâtel, squadra che negli ultimi anni sta dominando la scena nazionale. 

Già dopo pochi minuti è chiaro a tutti che, questa sera, le bianconeri erano ben altra squadra rispetto a sabato scorso. Potenti al servizio, precise in ricezione ed efficaci in attacco hanno fatto gara pari alle blasonate avversarie e piazzato nel finale di set il break vincente.  

Anche nel secondo set le due squadre hanno giocato punto a punto, ma questa volta è NUC a piazzare lo spunto vincente che pareggia la contesa. 

La sfida è avvincente, le due squadre mostrano ottimi scambi, le bianconere si esaltano e mettono le neocastellane alle corde, costringendole a concedere anche il terzo set. Colpite nell’orgoglio, Trösch e compagne hanno aumentato il ritmo e la precisione nel quarto set, scavando subito un notevole divario che non è più stato recuperato dalle Girls bianconere.

Vista la malaparata, coach Apostolos ha dato un‘occasione a tutte le seconde linee risparmiando le forze per il set finale. La tensione è palpabile, Lugano vede la possibilità di espugnare la Riveraine e inizia il tie-break con il piglio giusto, portandosi in vantaggio di due lunghezze. NUC non ci sta, e in un vortice di scambi interminabili si riporta sotto, e poi in vantaggio, fino all’8-5 del cambio campo. NUC allunga di quattro punti, ma le gasatissime luganesi recuperano, indomabili, e entrambe le compagini si ritrovano sul 9-9. Il set continua con spettacolari scambi che non schiodano la situazione di parità; la Riveraine è ora una bolgia, Lugano arriva ad avere due match point, che purtroppo spreca, e purtroppo l’emozionante set si chiude sul 17-15 per Neuchâtel.

Una bellissima partita, con Lugano che ha dimostrato di essere capace di reagire dopo lo stop casalingo. Resta il rammarico per il punto perso, ma anche la consapevolezza di essere una squadra difficile da affrontare per chiunque.

Premiata a fine partita quale MVP la top scorer Marijeta Runjić. 

VITEOS NUC - VOLLEY LUGANO 3-2 (24:26; 25:17; 21:25; 25:7; 17:15)

COMMENTI
 
NOTIZIE PIÙ LETTE