CANTONE / BERNA
08.03.2017 - 06:390

Uomo-donna alla resa dei conti: chi lavora di più?

Non solo in fabbrica e in ufficio, la disparità è ancora più marcata in casa, dove lei è impegnata 27 ore a settimana

LUGANO - Alla fine, la differenza grossa la fanno quelle dieci ore a settimana. Ventisette lei, diciassette lui: sembrano pochine, ma dicono tantissimo. Non solo in fabbrica, in ufficio o ai vertici aziendali, come periodicamente si lamenta e ribadisce: la disparità comincia in casa, fra piatti sporchi e letti da rifare, dove lei investe oltre una giornata di lavoro "standard" in più di lui. La notizia? È che gli anni passano, ma nulla o quasi migliora.

Un'attività che vale 401 miliardi di franchi - Che si tratti anche questo di lavoro non c'è dubbio, sebbene nell'immaginario collettivo non sia riconosciuto mai come si deve, né vi sia alcun contratto a regolamentarlo. Ebbene, l'attività non remunerata, che ogni anno in Svizzera ammonta a 8,7 miliardi complessivi di ore per 401 miliardi di franchi di valore, si prende in media 1.277 ore a testa. Ma mai come stavolta le statistiche lasciano il tempo che trovano: perché, nel giorno che celebra la donna, non resta che sottolineare come sia ancora lei ad assumersi il carico più grave.

Cucinare, pulire, badare ai bambini: la par condicio dov'è? - Il 75% del tempo è assorbito dai lavori domestici, che producono un valore di 267 miliardi di franchi. Come tutto questo si traduce, nella pratica, e con quali differenze fra uomo e donna? Ogni settimana, lei dedica 6,8 ore a preparare i pasti (3,4 l'uomo), 2,5 ad apparecchiare la tavola, sparecchiare e lavare le stoviglie (1,7 lui), 2,5 a fare la spesa (1,8), 4,5 a pulire e riordinare (1,8), 2,3 a lavare e stirare (0,6), 3,2 a far giocare i bambini o a seguirli nei compiti (2,3), 2,2 a dedicarsi a piante e/o animali (1,8). Alla fine, comprese attività più marginali. fanno ventisette ore e mezza totali a settimana lei; 17,3 lui.

Un miliardo di ore in più ogni anno - Si dirà, a questo punto, che fuori di casa lui lavora più di lei. In un certo senso soltanto, però. Perché è vero che, come la donna si fa carico del 62% del volume di lavoro non remunerato, l'uomo svolge il 62% di quello remunerato. Che, però, a conti fatti, è parecchio di meno. Sapevate che il lavoro non remunerato assorbe un miliardo di ore in più rispetto a quello retribuito, ogni anno? 

Cerca lavoro in Ticino su www.tuttojob.ch
Commenti
 
ATTENZIONE: a causa dell’elevato numero di commenti sui blog e alla difficoltà della redazione di monitorarli, abbiamo attivato un filtro automatico.
La libertà di espressione deve essere garantita da un comportamento civile e rispettoso di ciascun utente.
Chiunque scriverà offese o frasi irrispettose verrà automaticamente bannato con la conseguente cancellazione dell’account.
F/A-18 4 anni fa su tio
L'uomo deve fare l'uomo, la donna invece deve fare la donna, cosi come é sempre stato.......poi se se si vogliono stravolgere i ruoli vengono poi fuori tutti i casini moderni che ben conosciamo, un matrimonio su due salta, indipendenza, io voglio fare quello che mi pare, ho bisogno della mia autonomia ecc......., avanti cosi che sarà sempre peggio.
siska 4 anni fa su tio
Ancora oggi alle porte del 2020 una grande percentuale di uomini preferisce che la loro donna cucini, faccia l'ordine e le pulizie, si occupi dei figli e vada a fare la spesa. Certo non é un male fare tutto ciò ma dall'altra parte dovrebbe esserci rispetto, amore per la propria moglie, compagna e figliolanza e naturalmente una buona paga mensile se l'uomo può disporne.
siska 4 anni fa su tio
Si vuole la bicicletta e allora si deve poi essere capaci a pedalare senza il fiatone. Per me oggi come oggi vale tu a casa tua io a casa mia. Ti invito da me? Chiaro che se ti invito anche per più giorni é un piacere servire il mio ospite. Dopo tot giorni subentra il classico odorino di pesce?...bé si é in due e si decide sul da farsi. Chi non può embé anch'io prima non potevo come molti altri, ero sempre impegnata ai fornelli etc. etc.ed quasi mai un'aiuto da parte maschile.
moonie 4 anni fa su tio
bisognerebbe fare una iniziativa mondiale per abolire sta data dal calendario
rosi 4 anni fa su tio
siamo nel 2017 e stiamo ancora discutendo su chi lavora di più, su chi lavora di meno tra donna e uomo, chi è più intelligente, chi meno. L'essere umano è composto da persona intelligenti, meno intelligenti, problematiche, serene e tanto altro, ridicolo farne una classifica. Sarebbe il momento di cominciare a fare fronte comune uomo-donna e non a stilare delle classifiche! Buon festa delle donne e anche degli uomini.
MIM 4 anni fa su tio
@rosi Concordo :-)
Libero pensatore 4 anni fa su tio
@rosi Brava. Ottimo commento che mi sento di condividere in pieno. Ormai il fatto di creare delle "guerre tra poveri" per distogliere l'attenzione dai problemi reali è diventata una moda ed è pagante in termini elettorali ed economici. In Ticino è prassi mettere operai indigeni in contrapposizione con quelli frontalieri, e via discorrendo. Ora ci si prova anche tra uomini e donne. È un gioco a cui non voglio partecipare.
gigipippa 4 anni fa su tio
Importante che nel limite del possibile, sia in casa, sia in azienda ogni persona indipendentemente dal sesso possa svolgere le mansioni che più gli si addicono. Cosi aumenta il rendimento e diminuiscono le ore di lavoro
HCLS78 4 anni fa su tio
è risaputo che, secondo recenti studi dell'istituto di scienze umane dell'Università di Istanbul, il cervello della donna presenta mediamente un volume del 10-15% inferiore a quello dell'uomo. Anche la sua densità risulta inferiore. considerato questo importante handicap a livello di capacità cognitive risulta normale che la donna sia più portata a occuparsi di attività che richiedono un minor impegno intellettivo rispetto all'uomo. trovò tuttavia a che è importante che l'uomo sappia svolgere un minimo di attività domestiche.
dino 4 anni fa su tio
@HCLS78 Sarà anche così. Se poi lo dicono i turchi che loro rispettano molto le donne. Eh già! La questione della dimensione e del peso è unicamente dovuta alla proporzione corporea, essendo la femmina mediamente più piccola del maschio, quindi ecco la ragione. L intelligenza non c entra assolutamente con la dimensione. L intelligenza è quello che si Sa Fare con le cose imparate. Commentino assai misogino HCLS78. Vi sono uomini che sono intelletualmente delle vere bestie a confronto di certe donne e viceversa.
moonie 4 anni fa su tio
@HCLS78 infatti il mondo è in mano agli uomini e viviamo proprio in una bellissima società, va tutto benissimo, un vero successo. clap clap clap clap. poi se parli di dimensioni bhè lo sai cosa diceva Freud sulla paranoia maschile riguardo alle dimensioni? ma che te lo dico a fare ;-)
Giovanii 4 anni fa su tio
Tranquilli che con le nuove donne, che non sanno cucinare e fare i panni, cambierà tutto l'andazzo !! ;)

YouTube

Facebook

Instagram

Linkedin

Twitter

TikTok


Copyright © 1997-2021 TicinOnline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - COMPANY PAGES
Disposizioni sulla protezione dei dati  -   Cookie e pubblicità online  -   Diritto all'oblio


Ultimo aggiornamento: 2021-09-20 03:41:02 | 91.208.130.87