keystone-sda.ch / STF (IAN LANGSDON)
STATI UNITI
17.02.2021 - 06:100

Parler, il social sovranista risorge dopo un mese

Il server dell'applicazione era stato messo offline da Amazon dopo l'assalto al Campidoglio degli Stati Uniti

L'accesso al social resta però limitato. L'app non è stata ripristinata né da Apple né da Google.

NEW YORK - Parler, il controverso social network di estrema destra "scaricato" lo scorso mese da Amazon dopo il violento caos di Capitol Hill, ha fatto il suo ritorno in rete, ospitato dal provider Epik.

Riesumata dopo un mese di limbo digitale, la piattaforma è ora guidata da un nuovo Ceo ad interim - Mark Meckler, già fondatore dei “Tea Party Patriots”, un think tank di estrema destra - in sostituzione a John Matze, rimosso dall’incarico una decina di giorni fa.

Gli account degli utenti di Parler presenti prima della sospensione sono stati completamente ripristinati, mentre i contenuti postati non sono più presenti. Per i nuovi utenti “l’ingresso” non sarà consentito fino alla prossima settimana.

L’accesso alla piattaforma resta tuttavia limitato. Dopo il blocco del mese scorso, né Apple né Google hanno infatti ripristinato l’applicazione nei rispettivi store digitali.

Commenti
 
ATTENZIONE: a causa dell’elevato numero di commenti sui blog e alla difficoltà della redazione di monitorarli, abbiamo attivato un filtro automatico.
La libertà di espressione deve essere garantita da un comportamento civile e rispettoso di ciascun utente.
Chiunque scriverà offese o frasi irrispettose verrà automaticamente bannato con la conseguente cancellazione dell’account.
Potrebbe interessarti anche

YouTube

Facebook

Instagram

Linkedin

Twitter

TikTok


Copyright © 1997-2021 TicinOnline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - COMPANY PAGES
Disposizioni sulla protezione dei dati  -   Cookie e pubblicità online  -   Diritto all'oblio


Ultimo aggiornamento: 2021-05-15 15:31:43 | 91.208.130.86