BELGIO
28.12.2012 - 13:510
Aggiornamento : 18.11.2014 - 00:07

Scientology nei guai, per la procura sono "criminali"

La procura belga è pronta a citare in giudizio la filiale belga della setta americana

BRUXELLES - Scientology è un'organizzazione criminale e i suoi santoni dei truffatori: così la procura belga dopo un'inchiesta durata sei anni è pronta a citare in giudizio la filale belga della setta americana, che opera nel Paese dal 1974 ed è la testa finanziaria e logistica di tutte le filiali europee.

 

Secondo la stampa belga, la procura accusa i responsabili di Scientology di "truffa aggravata, estorsione, pratica illegale di cure mediche, violazione della privacy", e i mandati di comparizione sono pronti ad essere emessi nei prossimi giorni.

 

Sulla setta c'è già un'inchiesta avviata nel 1997, che però si è arenata per mancanza di prove. L'inchiesta che invece dovrebbe portarla in tribunale, è stata aperta dopo una denuncia dei servizi regionali del lavoro su contratti che Scientology avrebbe proposto a volontari e membri. Tali contratti di lavoro li impegnavano ad aderire al credo della setta, ha raccontato un testimone.

Copyright © 1997-2019 TicinOnline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - COMPANY PAGES
Disposizioni sulla protezione dei dati  -   Cookie e pubblicità online  -   Diritto all'oblio


Ultimo aggiornamento: 2019-11-18 16:09:32 | 91.208.130.85