Cerca e trova immobili

ISRAELE/HAMASA Gaza Msf chiude la sua ultima clinica

10.07.24 - 21:29
Una decisione temporanea presa a seguito dell'ordine di evacuazione emesso dalle forze israeliane lo scorso 8 luglio.
IMAGO / APAimages
Fonte ats ans
A Gaza Msf chiude la sua ultima clinica
Una decisione temporanea presa a seguito dell'ordine di evacuazione emesso dalle forze israeliane lo scorso 8 luglio.

GAZA - Medici senza Frontiere annuncia di essere stata costretta a chiudere temporaneamente l'ultima sua struttura sanitaria nel nord della Striscia di Gaza dopo che le forze israeliane hanno emesso un ordine di evacuazione per quest'area l'8 luglio.

Le équipe di MSF hanno continuato a fornire assistenza ai pazienti fino all'ultimo minuto, prima di fuggire dall'area sottoposta a pesanti combattimenti.

«Non sappiamo cosa mangiare o bere, dove andare o dove dormire. Alla fine dormiamo per strada» racconta Suhail Habib, operatore di MSF, che lavorava nella clinica. Suhail, come molti altri membri del team di MSF, è stato sfollato più volte dall'inizio della guerra. «Con i ripetuti ordini di evacuazione e la distruzione delle strutture sanitarie, le persone nel nord di Gaza non hanno quasi più alcuna possibilità di ottenere l'assistenza sanitaria essenziale», osserva Msf in una nota.

L'orgnizzazione non governativa fa sapere di essere disposta a riprendere le attività nella clinica di Gaza City, «ma per farlo è necessario proteggere le strutture sanitarie, i loro dintorni e il personale», aggiunge.

Sostieni anche tu la Vallemaggia e la Mesolcina.
Entra nel canale WhatsApp di Ticinonline.
NOTIZIE PIÙ LETTE