Cerca e trova immobili
Tenerife brucia: 2600 ettari in fiamme

SPAGNATenerife brucia: 2600 ettari in fiamme

17.08.23 - 13:37
Le fiamme si sono estese rapidamente e non sono ancora sotto controllo
Reuters
Tenerife brucia: 2600 ettari in fiamme
Le fiamme si sono estese rapidamente e non sono ancora sotto controllo

SANTA CRUZ DE TENERIFE - «Il fuoco è fuori controllo e sta interessando una zona complicata». Così il presidente delle isole Canarie, Fernando Clavijo, ha descritto l'incendio che sta devastando una vasta area di Tenerife.

Il rogo è divampato nella notte tra martedì e mercoledì e si è esteso molto rapidamente, fino a raggiungere in poco più di 24 ore un perimetro di circa 31 chilometri. I sindaci di diversi comuni della zona - da Santa Úrsula a Chivisaye, passando per La Victoria - sono ricorsi all'evacuazione preventiva dei residenti. Finora 7600 persone hanno lasciato le proprie abitazioni o sono confinate all'interno di una determinata località, come nel caso di El Rosario.

I media spagnoli spiegano che in questo momento a Tenerife operano tredici mezzi aerei oltre a tre Canadair, e sul terreno sono attivi circa 150 uomini tra pompieri e militari dell'Unità d'emergenza. Le fiamme stanno aggredendo principalmente la Corona Forestal, un'area ricca di boschi e particolarmente scoscesa. Le operazioni di spegnimento sono efficaci, ha aggiunto Clavijo, ma sono ostacolate dalle condizioni meteorologiche. In particolare sono le scintille trasportate dal vento a causare piccoli focolai in diverse aree. La scorsa notte è stata molto complicata, ha confermato Pedro Martínez, che dirige le operazioni di spegnimento. L'obiettivo odierno? Fermare l'avanzata del fronte delle fiamme verso La Esperanza e cercare d'impedire la sua diffusione nella valle di Santa Úrsula.

Si tratta dell'incendio più complesso che ha colpito l'isola negli ultimi 40 anni, ha concluso Clavijo. La maggior parte degli ettari bruciati appartiene al territorio comunale di Candelaria.

Sostieni anche tu la Vallemaggia e la Mesolcina.
Entra nel canale WhatsApp di Ticinonline.
COMMENTI
 

FaNaGhiGarii 11 mesi fa su tio
Ma suddividere i boschi così che il fuoco non può propagarsi oltre una zona non si può fare? Penso che se era possibile lo avrebbero già fatto, ma non capisco quali possano essere i motivi per non farlo.

Petzi171 11 mesi fa su tio
Risposta a FaNaGhiGarii
Ciao, Ma sei già andato a Tenerife e soprattutto in quella zona ? E il problema sempre del vento che trasporta le scintille er ettometri o km....

Emib5 11 mesi fa su tio
Risposta a Petzi171
Oltre ai venti che qui sono spesso molto forti , si deve anche sapere che sono zone molto secche, e non solo d'estate.
NOTIZIE PIÙ LETTE