Cerca e trova immobili

STATI UNITI«Il farmaco provoca dolori atroci», sospesa la condanna a morte

11.01.23 - 14:36
Si tratta dell'ex poliziotto Robert Fratta, 65 anni, arrestato nel 1994 dopo l'uccisione della moglie Farah
AFP / Deposit
Fonte ATS ANS
«Il farmaco provoca dolori atroci», sospesa la condanna a morte
Si tratta dell'ex poliziotto Robert Fratta, 65 anni, arrestato nel 1994 dopo l'uccisione della moglie Farah

WASHINGTON - La condanna a morte di un ex poliziotto americano accusato di aver ordinato a un sicario di uccidere sua moglie è stata sospesa a poche ore dall'esecuzione da un giudice in Texas che ha contestato l'uso di un farmaco per l'iniezione letale «probabilmente scaduto» e che «provoca dolori atroci».

Si tratta del pentobarbital, un prodotto che le autorità carcerarie hanno ormai difficoltà ad ottenere perché le case farmaceutiche non vogliono essere associate alla pena di morte.

Robert Fratta, 65 anni, è stato arrestato nel 1994 dopo l'uccisione della moglie Farah nel garage della loro casa alla periferia di Houston. Secondo i documenti del tribunale, all'epoca la coppia stava affrontando un divorzio molto difficile e una battaglia per l'affidamento dei tre figli.

Fratta avrebbe chiesto diverse volte ad amici e conoscenti di «consigliargli qualcuno che potesse ucciderla» fino a quando uno dei soci della sua palestra ha assoldato il vicino di casa per 1'000 dollari.

L'ex poliziotto è stato condannato a morte nel 1996 ma il processo è stato annullato per un vizio di forma nel 2007. La condanna è stata riconfermata nel 2009 dopo un secondo processo.

Sostieni anche tu la Vallemaggia e la Mesolcina.
Entra nel canale WhatsApp di Ticinonline.
COMMENTI
 
NOTIZIE PIÙ LETTE