Immobili
Veicoli

MONDOPiù di 250 milioni hanno contratto il coronavirus dall'inizio della pandemia

09.11.21 - 00:00
Il numero delle vittime è superiore ai cinque milioni, secondo i calcoli della Johns Hopkins University
keystone-sda.ch / STF (Fernando Vergara)
Più di 250 milioni hanno contratto il coronavirus dall'inizio della pandemia
Il numero delle vittime è superiore ai cinque milioni, secondo i calcoli della Johns Hopkins University

BALTIMORA - Da quando è iniziata la pandemia di coronavirus sono oltre 250 milioni i contagi su scala globale. Lo certificano gli ultimi dati raccolti dalla Johns Hopkins University di Baltimora.

Una cifra simbolica e piuttosto inquietante, che giunge all'incirca 20 mesi dopo che l'Organizzazione mondiale della sanità (Oms) ha ufficialmente riconosciuto la crisi sanitaria in atto. I primi 50 milioni di casi sono stati raggiunti dopo otto mesi, il 7 novembre 2020; da allora, però, la pandemia ha accelerato e per raggiungere lo stesso numero di contagi ci vogliono solamente tre mesi.

Il numero delle persone decedute a causa del Covid-19 è superiore ai cinque milioni, mentre le dosi di vaccino somministrate sono superiori ai 7,27 miliardi. Parlando di pietre miliari e cifre simboliche, il 70% della popolazione statunitense è pienamente immunizzata, secondo i calcoli dei Centers for Disease Control and Prevention. La percentuale sale a oltre l'80% se si parla della prima dose. Il record per singolo Stato spetta alla Pennsylvania, con il 94,3% degli adulti.

Gli Stati Uniti si confermano la nazione con il più alto numero di casi a livello globale: sono 46,4 milioni, mentre i decessi si stanno avvicinando ai 755mila. L'India conta 34,3 milioni di contagi, il Brasile 21,8 milioni. 

 

NOTIZIE PIÙ LETTE