Immobili
Veicoli
Reuters
+2
ULTIME NOTIZIE Dal Mondo
MEDIO ORIENTE
1 ora
La neutralità della "Svizzera dell'Arabia" è sotto attacco
L'Oman si definisce neutrale, e intende tentare di risolvere qualsivoglia conflitto con colloqui di pace e diplomazia
GERMANIA
8 ore
Diversi governi hanno sfruttato la pandemia per opprimere i diritti umani
«Molti leader hanno usato la pandemia di Covid-19 come pretesto per ridurre la supervisione e la responsabilità»
STATI UNITI
8 ore
Manovre russe in Crimea, Biden mette Putin nel mirino
Preoccupazioni sul fronte europeo soprattutto gli approvvigionamenti di gas russo
STATI UNITI
11 ore
Il paziente non vuole vaccinarsi: niente trapianto
Il caso sta facendo discutere negli Stati Uniti, ma l'ospedale sta solo seguendo le procedure necessarie
ITALIA
11 ore
Quirinale, niente di fatto anche oggi
Le schede bianche sono state la costante anche della seconda votazione
LIVE CORONAVIRUS
LIVE
Obbligo vaccinale, domani il Parlamento tedesco inizia a discuterne
Bimbo di 10 anni morto di Covid in Piemonte, non aveva gravi patologie pregresse.
STATI UNITI
12 ore
Attacchi di squalo: i surfisti sono le vittime predilette
Nel 2021 si sono verificati 112 incidenti. Più della metà non sono stati provocati dall'uomo
GERMANIA
13 ore
Il 18enne che ha sparato ai compagni «avrebbe potuto fare una strage»
«Le persone devono essere punite» aveva scritto al padre via Whatsapp, pochi minuti prima
PERÙ
15 ore
Perù, il verde cristallino cancellato dalla marea nera
Le immagini del disastro petrolifero della Mare Doricum catturate dai satelliti
REGNO UNITO
16 ore
Partygate, ora indaga anche la polizia
Cresce la pressione attorno al premier Boris Johnson, che rimane trincerato dietro all'attesa del rapporto Gray
ITALIA
30.08.2021 - 12:090
Aggiornamento : 14:31

Spente le fiamme, resta il rischio di crolli e la paura per il futuro

Non brucia (quasi) più la Torre dei Moro di Milano ma rimangono i problemi di tutti quelli che hanno perso la casa.

Mentre i pompieri continuano i lavori la paura è che, per il caldo delle fiamme partite da una terrazza al 15esimo piano, la struttura possa cedere.

MILANO - Spente le fiamme del colossale rogo del palazzo in Via Antonini, noto anche come la Torre dei Moro, alla periferia sud di Milano. I focolai sono ancora attivi tra il 12esimo e il 19esimo piano: «Bisogna smassare la cenere e spegnere ma ci vuole pazienza, quante ore ci vorranno non lo so, il lavoro è lungo perché la brace va smassata e col vento ricomincia a bruciare» hanno spiegato i Vigili del Fuoco.  

La preoccupazione resta: c'è quella di carattere più immediato, relativo alla stabilità della struttura da 18 piani, che le fiamme potrebbero aver minato. Stando alle autorità non è affatto un'eventualità così remota, scrive il Corriere della Sera, anche se struttura e ancoraggi sarebbero saldi, così come il blocco scale. Danneggiati invece i solai.

Le altissime temperature, infatti, potrebbero «aver minato l'integrità della gabbia esterna di metallo», a stretto contatto con le fiamme che sono divampate proprio dall'esterno verso l'interno. Come era già successo con la Greenfell Tower londinese, che però era stata una strage, con 72 morti. A Milano, fortunatamente, nemmeno uno.

Proprio per i timori strutturali, i vigili del fuoco questa mattina hanno continuato le operazioni di spegnimento con tutte le attenzioni del caso. Importante, inoltre, ricordare che le fiamme si sono sviluppate dall'alto verso il basso (la scintilla da una terrazza del 15esimo piano) fino ad arrivare nel sottosuolo. A bruciare, infatti, anche i magazzini sotterranei delle attività commerciali che si trovavano ai piedi dello stesso.

Un video ottenuto dal Corriere della Sera - che gli investigatori considererebbero «molto importante» - mostra in 25 secondi l'avvio dell'incendio: il fumo nero che esce dall'angolo del balcone del 15esimo piano, le fiamme che divampano verso l'esterno e che intaccano il materiale della facciata. S'ipotizza il malfunzionamento di un apparecchio elettrico, forse un corto circuito a un condizionatore o qualche altra apparecchiatura. Sembra che l'appartamento in questione fosse vuoto al mondo dell'incidente.

Un'altra preoccupazione riguarda le famiglie che, con la casa hanno perso tutto. I più fortunati si sono fatti ospitare da amici e parenti per la notte, per diversi però quella casa era tutto il loro mondo. Al momento 10 nuclei famigliari, per un totale di 22 persone tra i quali 5 minori, sono state distribuite in due alberghi della città con altre 7 in attesa di sistemazione a partire da oggi.

«Abbiamo assistito le famiglie che non avevano una sistemazione per la notte, offrendo loro una collocazione in hotel. Nelle prossime ore lavoreremo per garantire ai residenti tutto il supporto necessario», ha twittato il sindaco Beppe Sala. L'emergenza umana, sarà

«Ho perso tutto, le mie cose, le foto, i ricordi, i regali, i miei sacrifici», racconta sempre al Corriere una signora, «dovrò pure fare la carta d’identità. Mi è rimasto il cellulare, e ho le chiavi di casa, se serviranno a qualcosa... Fra le fiamme è morta anche la mia gattina». 

Nel frattempo sono diverse le associazioni che stanno raccogliendo indumenti e altri generi di prima necessità per gli sfollati. 

Reuters
Guarda tutte le 6 immagini
Potrebbe interessarti anche

YouTube

Facebook

Instagram

Linkedin

Twitter

TikTok


Copyright © 1997-2022 TicinOnline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - COMPANY PAGES
Disposizioni sulla protezione dei dati  -   Cookie e pubblicità online  -   Diritto all'oblio


Ultimo aggiornamento: 2022-01-26 07:08:09 | 91.208.130.85