keystone-sda.ch (NSW POLICE HANDOUT)
+5
ULTIME NOTIZIE Dal Mondo
Cina
5 ore
Gli sconosciuti che danno le caramelle ai bambini per spiarli
Un nuovo rapporto rivela le strategie di Pechino «per eliminare il dissenso»
ITALIA
8 ore
Fondazione Open, tra gli indagati c'è anche Matteo Renzi
La Procura di Firenze ha concluso le indagini sulla fondazione che ha sostenuto le idee politiche dell'ex Premier.
Afghanistan
9 ore
Figli ceduti ai creditori per sanare i debiti: la povertà in Afghanistan
Il racconto di una madre disperata: «Se la vita continuerà a essere così orribile, ucciderò i miei figli e me stessa»
LE FOTO
SPAGNA
10 ore
Quei cani ostaggio della lava e la missione con un drone per salvarli
L'obbiettivo è acciuffarli con un drone dotato di una larga rete e trasportarli al sicuro, ma le insidie sono diverse
REGNO UNITO
10 ore
C'è un'altra variante "Delta Plus" sotto la lente
La sua prevalenza è in crescita nel Regno Unito ma per ora non desta preoccupazione. Più contagiosa? «Forse del 10-15%».
GERMANIA
10 ore
Governo "semaforo", le trattative al via giovedì?
A capo dell'esecutivo, nel ruolo di primo cancelliere del dopo Merkel, ci sarà probabilmente Olaf Scholz
ITALIA
12 ore
Senatrice in aula senza Green Pass: «Mi rifiuto». Stop alla seduta
Sospesi i lavori in senato in seguito al caso di Laura Granato, per cui è stata convocata una riunione d'urgenza
Germania
12 ore
«Chi va a letto con il capo ottiene un lavoro migliore»
Un'inchiesta del New York Times scoperchia il quotidiano tedesco Bild: «una cultura di sesso, giornalismo e denaro»
UNIONE EUROPEA
14 ore
«Un ricatto inaccettabile per chi, come noi, ha combattuto il Terzo Reich»
Toni molto accesi oggi al Parlamento europeo, dove si rinnova lo scontro sulla sovranità fra Ue e Polonia
MONDO
08.06.2021 - 15:250
Aggiornamento : 17:13

Le “chat criminali” spiate dall'FBI: 800 arresti

Le organizzazioni criminali si accordavano tramite messaggi criptati, non sapendo che l'app era gestita dalla polizia

L'app ANoM, sviluppata dall'FBI, è stata installata su migliaia di dispositivi distribuiti attraverso il mercato nero. Sull'arco di 18 mesi sono stati intercettati e visionati 27 milioni di messaggi.

L'AJA - «Il crimine transnazionale è un problema di portata globale e quindi richiede una soluzione globale». Le parole pronunciate dal vice-direttore delle operazioni della Drug Enforcement Administration (DEA), Matthew Donahue, tracciano una cornice efficace dell'impressionante Operazione "Trojan Shield / Greenlight", che ha portato all'arresto di oltre 800 persone in tutto il mondo nell'ultima settimana.

A fare da pietra angolare al maxi-blitz è stata una semplice app di messaggistica per comunicazioni criptate, chiamata ANoM, sviluppata e gestita - a partire dal 2019 - direttamente dall'FBI e dalla Polizia federale australiana, con un solo e chiaro obiettivo: attirare a sé e incastrare "operatori" del mondo criminale alla ricerca di un mezzo sicuro per comunicare e condurre i propri traffici illeciti.

Una tr-app-ola criptata
Per riuscirci, l'app è stata installata su telefoni cellulari "spogliati" di ogni altra funzione, che hanno trovato nel mercato nero il proprio canale di distribuzione. Niente telefonate, sms o e-mail. I dispositivi potevano comunicare solo tra loro mediante la chat criptata e solo con altri contatti muniti di un dispositivo simile.

Il nuovo canale "sicuro" ha potuto fare affidamento su due importanti assist da parte di altrettante operazioni di polizia che, nell'estate del 2020 e nei primi mesi del 2021, hanno smantellato due importanti network per comunicazioni criptate, obbligando i gruppi criminali a trovare velocemente una soluzione alternativa.

L'applicazione si è così ritagliata la fiducia anche tra figure criminali di alto rango, arrivando a fornire i propri servizi a oltre 12'000 dispositivi, distribuiti tra più di 300 organizzazioni in un centinaio di Paesi.

Tutte le cifre del maxi-blitz
Traffici di droga e di armi, riciclaggio di denaro sporco, pianificazione di omicidi: ogni azione illecita organizzata attraverso la "rete trappola" criptata finiva subito sotto la lente degli inquirenti, che nel corso di 18 mesi hanno passato al setaccio circa 27 milioni di messaggi.

E già che siamo in tema di cifre, vale la pena buttare un occhio sui risultati dell'operazione: 800 sospetti arrestati; 700 perquisizioni in casa; circa 250 armi da fuoco sequestrate; 55 veicoli di lusso recuperati e valute confiscate per un valore di 48 milioni di dollari. E poi c'è la parte "stupefacente" del bottino: 22 tonnellate di cannabis, 8 tonnellate di cocaina e 2 tonnellate di anfetamine e affini.

Il vice direttore delle operazioni dell'Europol, Jean-Philippe Lecouffe, ha definito l'operazione - a cui hanno preso parte oltre 9'000 agenti e funzionari di polizia in tutto il mondo* - «un successo eccezionale», che getta basi importanti per una lotta contro il crimine fondata su quella cooperazione internazionale che, come ha sottolineato la numero uno dell'Intelligence della polizia svedese, Linda Staaf, costituisce un «fattore cruciale».

*Alla coalizione hanno preso parte Australia, Austria, Canada, Danimarca, Estonia, Finlandia, Germania, Lituania, Norvegia, Nuova Zelanda, Paesi Bassi, Regno Unito, Scozia, Stati Uniti, Svezia e Ungheria.

keystone-sda.ch (VICTORIA POLICE HANDOUT)
Guarda tutte le 9 immagini
Commenti
 
ATTENZIONE: a causa dell’elevato numero di commenti sui blog e alla difficoltà della redazione di monitorarli, abbiamo attivato un filtro automatico.
La libertà di espressione deve essere garantita da un comportamento civile e rispettoso di ciascun utente.
Chiunque scriverà offese o frasi irrispettose verrà automaticamente bannato con la conseguente cancellazione dell’account.
Potrebbe interessarti anche

YouTube

Facebook

Instagram

Linkedin

Twitter

TikTok


Copyright © 1997-2021 TicinOnline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - COMPANY PAGES
Disposizioni sulla protezione dei dati  -   Cookie e pubblicità online  -   Diritto all'oblio


Ultimo aggiornamento: 2021-10-20 04:50:48 | 91.208.130.86