Keystone
Da sinistra a destra: Martin Botzenhardt, Procuratore generale di Münster. Joachim Poll, capo delle indagini, e Rainer Furth, Commissario di polizia di Münster. Sullo sfondo, la casa coinvolta.
GERMANIA
06.06.2020 - 15:470

Un nuovo caso di abusi sessuali su minori scuote la Germania

Tra le vittime sono stati identificati tre bambini di 5,10 e 12 anni

MUENSTER - Un nuovo caso di abusi su minori ha sconvolto e coinvolto diversi stati tedeschi, e la polizia di Münster ha arrestato undici sospetti.

Sette degli accusati sono in custodia cautelare, hanno dichiarato la polizia e il Pubblico ministero sabato a Münster. Tre bambini, dall'età di 5, 10 e 12 anni sono stati identificati come vittime. 

L'imputato principale è un ventisettenne di Münster. Gli altri sei imputati, contro i quali sono stati emessi mandati di arresto, sono la madre quarantacinquenne e determinati uomini di Staufenberg (30 anni), Hannover (35), Schorfheide in Brandenburg (42), Kassel (43) e Colonia (41). Gli investigatori avrebbero dovuto vedere immagini «inconcepibili», ha detto il capo dell'inchiesta, Joachim Poll.

Si dice che almeno quattro degli uomini abbiano abusato sessualmente di un bambino di 5 anni e di un bambino di 10 anni in una casa estiva a Münster, per ore, filmando alcuni degli atti. A quanto sembra, la madre dell'imputato sarebbe la proprietaria della casa; si dice che abbia dato le chiavi al figlio sapendo dell'abuso sessuale nei confronti dei bambini.

In una cantina, sempre a Münster, le autorità hanno trovato una sala server completamente arredata e climatizzata. Sarebbe opera del ventisettenne, un tecnico informatico, ha detto Poll. Secondo i primi risultati, il volume di memorizzazione dei dati sequestrati è di oltre 500 tera byte. I dati sono tra l'altro stati criptati in modo altamente professionale.

Il punto di partenza dell'indagine è stato un caso del 2018; all'epoca, mentre si indagava su una persona sconosciuta che aveva offerto del materiale pedopornografico via Internet, era saltato fuori un indirizzo IP che portava alla fattoria nel distretto di Coesfeld, a Münster.

La Renania Settentrionale-Vestfalia era in prima pagina dall'inizio del 2019 a causa di diversi casi di gravi abusi sessuali su bambini. In un campeggio a Lügde, nel quartiere Lippe, diversi uomini avevano abusato sessualmente di bambini nel corso degli anni. Nell'ottobre del 2019, a Bergisch Gladbach (Colonia), sono iniziate le indagini su una catena di condivisione di materiale pedopornografico a livello nazionale, che ora si estende a tutti gli Stati federali.

Dopo il caso Lügde, il ministro degli Interni della Renania settentrionale-Vestfalia, Herbert Reul (CDU), aveva dichiarato che la questione degli abusi sui minori è una priorità assoluta e ha così deciso di intensificare il lavoro delle autorità inquirenti in questo settore.

Keystone
Guarda le 2 immagini
Potrebbe interessarti anche

YouTube

Facebook

Instagram

Linkedin

Twitter


Copyright © 1997-2020 TicinOnline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - COMPANY PAGES
Disposizioni sulla protezione dei dati  -   Cookie e pubblicità online  -   Diritto all'oblio


Ultimo aggiornamento: 2020-08-14 07:20:08 | 91.208.130.89