Keystone
+ 4
ULTIME NOTIZIE Dal Mondo
ITALIA
4 ore
Nasconde l'Hiv e contagia quattro donne: morta l'ex compagna
PARAGUAY
4 ore
Bruciano le foreste del Paraguay, il Wwf: «È emergenza nazionale»
SVIZZERA
5 ore
La Banca dei regolamenti internazionali sta “torchiando” la criptovaluta di Facebook
LUSSEMBURGO
6 ore
Brexit: «Una nuova estensione solo se ha uno scopo»
STATI UNITI
6 ore
Tour di Michelle Obama: biglietti fino a 4'200 dollari
FRANCIA
6 ore
L'ambiente diventa la prima preoccupazione dei francesi
TUNISIA
7 ore
Presidenziali tunisine: possibile ballottaggio Saied-Karoui
COREA DEL NORD
7 ore
Kim ha scritto una lettera a Trump
IRAN
7 ore
Teheran sequestra una nave emiratina nello Stretto di Hormuz
UNIONE EUROPEA
8 ore
Johnson: «Non chiederò un'estensione, la Brexit resta il 31 ottobre»
STATI UNITI
8 ore
L'attacco ai pozzi sauditi? Arrivava dall'Iran o dall'Iraq, lo dimostrerebbero delle foto
PARIGI
10 ore
Edward Snowden: «La prego Macron mi conceda l'asilo"
ROMA
11 ore
Estorsioni e violenze, arrestati i capi ultrà della Juve
TELEFONIA
11 ore
Ma quale tramonto per Apple, la domanda di iPhone è superiore alle attese
FRANCIA / SIRIA
11 ore
Le famiglie dei jihadisti francesi accusano Parigi di omissione di soccorso
FRANCIA
24.04.2019 - 11:310
Aggiornamento : 17:37

Notre Dame: gli operai hanno fumato sulle impalcature

Sono state montate strutture provvisorie per proteggere la cattedrale. L'azienda Le Bras Frères respinge ogni responsabilità

PARIGI - A una settimana dal rogo che ha devastato Notre Dame, la cattedrale è stata ricoperta di teli e sostegni per evitare ulteriori danneggiamenti dovuti alla pioggia prevista per questi giorni. Sono state chiuse le voragini nel tetto e messe in sicurezza le parti pericolanti. Molte statue sono state portate in altri luoghi. La paura maggiore è che il peso dell’acqua porti a nuovi crolli.

Le previsioni meteorologiche non sono delle migliori. Per questo è stato necessario intervenire con la massima velocità, anche grazie all'intervento di scalatori esperti. «La priorità è impermeabilizzare la cattedrale», ha spiegato l’architetto capo dei restauri, Philippe Villeneuve, a BFMTV.

Soluzioni provvisorie - Queste soluzioni sono ovviamente provvisorie. Fin dalle prime ore si è parlato di costruire un ombrello permanente che permetterà di mettere in salvo la struttura durante gli anni che serviranno a riportare uno dei più importanti simboli di Parigi al suo splendore. Il presidente Emmanuel Macron ha fissato l'obiettivo di completare la ricostruzione della cattedrale entro cinque anni. Un’ipotesi troppo ottimistica per molti esperti.

Per quanto riguarda i lavori interni «inizieremo con il coro e poi con la navata», ha spiegato ad AFP l'addetto alla comunicazione di Notre Dame, Andre Finot. Secondo vari architetti, la fase di preparazione al lavoro effettivo dovrebbe essere la più lunga e più complessa fra analisi, valutazione delle competenze e messa in sicurezza. In un secondo momento, le moderne tecnologie dovrebbero consentire di completare il progetto abbastanza rapidamente.

L'inchiesta continua - Per quanto riguarda l'inchiesta l'ipotesi più accreditata è sempre quella dell'incidente. Nelle ultime ore, i dipendenti dell'azienda che ha montato le impalcature attorno alla guglia hanno ammesso di aver fumato sulle impalcature. Il fatto è «deplorevole, ma non collegato all'incendio», ha spiegato il portavoce della Le Bras Frères, Marc Eskenazi. «È fuori questione che le fiamme siano partite anche dagli ascensori».

 

Keystone
Guarda tutte le 8 immagini
Potrebbe interessarti anche
Copyright © 1997-2019 TicinOnline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - COMPANY PAGES
Disposizioni sulla protezione dei dati  -   Cookie e pubblicità online  -   Diritto all'oblio


Ultimo aggiornamento: 2019-09-16 23:03:55 | 91.208.130.85