Cerca e trova immobili

REGNO UNITORe Carlo al Royal Ascot con Camilla, in ricordo di sua madre

18.06.24 - 18:46
Fondato nel lontano 1711 dalla regina Anna, ultima sovrana di casa Stuart, il Royal Ascot apre di regola le corse di giugno.
keystone-sda.ch / STF (NEIL HALL)
Fonte ATS
Re Carlo al Royal Ascot con Camilla, in ricordo di sua madre
Fondato nel lontano 1711 dalla regina Anna, ultima sovrana di casa Stuart, il Royal Ascot apre di regola le corse di giugno.

ASCOT - Nuova uscita di re Carlo III al fianco della regina Camilla, mentre si moltiplicano i suoi impegni pubblici dopo il ritorno all'attività ufficiale un mese e mezzo fa seguito al decorso definito «incoraggiante» dai medici di corte della prima fase di cure contro il tumore diagnosticatogli a gennaio.

I sovrani, reduci dalla partecipazione sabato alle celebrazioni del compleanno reale ufficiale di Trooping the Colour (evento in cui è riapparsa, per ora eccezionalmente, pure la principessa di Galles, Kate, consorte dell'erede al trono William, alle prese a sua volta con un cancro), non sono mancati oggi al tradizione appuntamento mondano e sportivo delle corse ippiche del Royal Ascot.

Vestiti di tutto punto - Carlo in tight e cilindro, Camilla in abito blu con cappello a falde larghe d'ordinanza - hanno guidato il consueto corteo delle carrozze reali sotto gli occhi di una folla di spettatori e di 500 allievi di 23 scuole. Un corteo al quale hanno partecipato altri membri di casa Windsor, a cominciare dalla sorella del monarca, la principessa Anna, secondogenita della defunta regina Elisabetta e del principe Filippo, nonché cavallerizza di vaglia; oltre ad aristocratici vari e alla sorella della regina Camilla, Annabel Eliot, con suo figlio sir Ben Eliot, finanziere e notabile del Partito conservatore britannico.

Ospiti d'onore che hanno poi preso posto sulle tribune per assistere alle prime competizioni. Intanto, in un messaggio allegato al programma di giornata, Carlo e Camilla - sorridenti nel Royal Box - hanno augurato a tutti i concorrenti «la migliore delle fortune». In corsa non mancano del resto purosangue delle scuderie reali, secondo una tradizione alimentata con passione da Elisabetta II nei suoi 70 anni di regno: anni nei quali la madre dell'attuale re fu una presenza fissa nell'ippodromo del Royal Ascot, nel Berkshire inglese, assistendo alle vittorie di oltre 20 suoi cavalli e lasciandosi andare talora a insolite manifestazioni di "tifo".

Fondato nel lontano 1711 dalla regina Anna, ultima sovrana di casa Stuart, il Royal Ascot apre di regola le sue corse di giugno con il corteo della "royal procession" a partire dal 1825.

Sostieni anche tu la Vallemaggia e la Mesolcina.
Entra nel canale WhatsApp di Ticinonline.
NOTIZIE PIÙ LETTE