Cerca e trova immobili

COP28Lo stallo non si sblocca: Guterres torna a Dubai

11.12.23 - 08:40
L'appello urgente del segretario generale dell'Onu: «Porre fine all'era dei combustibili fossili»
KEYSTONE/EPA BLOOMBERG POOL (CHRIS J. RATCLIFFE / POOL)
Lo stallo non si sblocca: Guterres torna a Dubai
L'appello urgente del segretario generale dell'Onu: «Porre fine all'era dei combustibili fossili»

DUBAI - Le discussioni sulla bozza di testo che dovrà uscire dalla COP28 in corso a Dubai sono in fase di stallo. Per cercare di smuovere le acque il segretario generale delle Nazioni Unite António Guterres ha dovuto fare ritorno negli Emirati Arabi Uniti e prendere parte alla fase finale della Conferenza mondiale sul clima.

«Siamo sull’orlo di una catastrofe climatica e questa conferenza deve essere un punto di svolta», ha scritto domenica sera Guterres su X. L'appello urgente ai leader è di «impegnarsi a rispettare il limite di 1,5 gradi. Porre fine all'era dei combustibili fossili. Fornire giustizia climatica. Fare in modo che la # COP28 conti».

Nella giornata odierna sono attese nuove versioni della bozza, con possibili intese sull'eliminazione graduale di gas, carbone e petrolio.

COMMENTI
 

Roggino 2 mesi fa su tio
Col cavolo che gli arabi vorranno tornare nelle tende ed a guidare cammelli… 🤭

Mat78 2 mesi fa su tio
Risposta a Roggino
Ovvio, per loro va bene anche + 10 °C

s1 2 mesi fa su tio
marionetta...questo continuare a spingere e dire che siamo sull'orlo di una catastrofe climatica...la realtà è che la catastrofe sono i leader che guidano il mondo non il clima, ci rifilano panzane a reti unificate. 1% della popolazione mondiale possiede praticamente tutto... e quindi bla bla bla...

Lux Von Alchemy 2 mesi fa su tio
Praticamente impossibile per ora una netta transizione ad uno o più sistemi energetici dove questi non siano a loro volta collegati al fossile.. gas, petrolio, carbone. Certo, vi sono sistemi ben più affidabili e potenti (vedi uranio, dove con 1cm2 di questo materiale, l’auto viaggia per un anno, all’elettromagnetismo, alla forze di gravità..). Ma la transizione dagli attuali sistemi industriali soprattutto dei maggiori sporcaccioni (Asia, America..) ad un sistema pulito, prenderà 3-5 generazioni sempre che ci si impegni senza sosta, e con triliardi di investimenti (migliaia di miliardi) disponibili ad ogni paese. Tutto ciò equivale ad una completa rivoluzione industriale ed energetica, non accadrà in una dozzina di anni.

tartux 2 mesi fa su tio
Risposta a Lux Von Alchemy
La Cina ha uno dei programmi di conversione enrgetica più ambiziosi al mondo già ora sta buttando tutto sul nucleare e in 20 anni avranno più che dimezzato le proprie emissioni di CO2, la tecnologia c'è per cambiare e uscire dal fossile o almeno ridurre nettamente le emissioni. Quello che non c'è la volontà economia e di consequenza quella politica perché sia mai che banche e multinazionali che stanno distruggendo il nostro pianeta debbano diminuire i loro margini di guadagno per noi poveri mentecatti.

s1 2 mesi fa su tio
Risposta a tartux
concordo su una cosa: i poveri mentecatti che si bevono tutto quello che scrivono i mezzi di informazione che sono i mezzi che banche e multinazionali usano per portare avanti i propri progetti, tutto quello che c'è sui mezzi di informazione (cop28, agenda green) sono sospinte dalle stesse organizzazioni che dovrebbero essere spazzate via dall'applicazione di queste politiche ambientali...
NOTIZIE PIÙ LETTE