Cerca e trova immobili

GUERRA IN UCRAINA«Fa propaganda imperialista»

28.08.23 - 22:56
Kiev attacca papa Francesco per il suo discorso pronunciato il 25 agosto durante la Giornata della gioventù russa a San Pietroburgo.
keystone-sda.ch (VATICAN MEDIA HANDOUT)
Fonte ats ans
«Fa propaganda imperialista»
Kiev attacca papa Francesco per il suo discorso pronunciato il 25 agosto durante la Giornata della gioventù russa a San Pietroburgo.

KIEV - Kiev attacca papa Francesco accusandolo di «propaganda imperialista» in un discorso pronunciato il 25 agosto in collegamento video alla Giornata della gioventù russa a San Pietroburgo.

«È davvero un peccato che le idee di una grande potenza russa, che in realtà sono la causa dell'aggressività cronica della Russia, consapevolmente o inconsapevolmente, escano dalle labbra del papa, la cui missione, a nostro avviso, è proprio quella di aprire gli occhi della gioventù russa sul corso distruttivo dell'attuale leadership russa», ha scritto su Facebook il portavoce del ministero degli affari esteri dell'Ucraina, Oleg Nikolenko.

Nel post, Nikolenko cita un passaggio del discorso a San Pietroburgo attribuito al pontefice: «"Non dimenticate mai la vostra eredità. Voi siete i figli della grande Russia: la grande Russia dei santi, dei re, la grande Russia di Pietro I, Caterina II, quell'impero grande, colto, di grande cultura e grande umanità. Non rinunciate mai a questa eredità. Voi siete eredi della grande Madre Russia, andate avanti con essa. E grazie, grazie per il vostro modo di essere, per il vostro modo di essere russi". Questa è una citazione dal discorso di papa Francesco ai partecipanti alla decima Giornata panrussa della gioventù cattolica tenutasi a San Pietroburgo il 25 agosto», scrive il funzionario ucraino sulla rete sociale.

«È con tale propaganda imperialista» e  «la "necessità" di salvare "la grande Madre Russia" che il Cremlino giustifica l'assassinio di migliaia di uomini e donne ucraini e la distruzione di centinaia di città e villaggi ucraini», ha aggiunto il portavoce.
 
 

Entra nel canale WhatsApp di Ticinonline.
COMMENTI
 

tbq 7 mesi fa su tio
Quindi invitare una popolazione a ricordare la sua eredità storica, spirituale, culturale ed umana significa fare propaganda imperialista. Va beh...

Miki89 7 mesi fa su tio
Il terzo segreto di Fatima, rivela un aspetto molto importante. E se 20 min continua a censurare solo da una parte verrà denunciato.

Luigi Bianchi 7 mesi fa su tio
Risposta a Miki89
Censurare? Che sono peeeedo-fi.li? Lo sanno già tutti

Miki89 7 mesi fa su tio
Se studiassero la storia questi di Kiev e molti altri sarebbe un passo avanti.

Kelt 7 mesi fa su tio
Putin è l'omuncolo che è e quale sia la sua mentalità vetero-imperialista lo sappiamo tutti. Ciononostante il Pontefice ha il diritto di dire quello che ritiene giusto. E' il suo ruolo di guida morale. Lui è per la Pace e per il dialogo sempre. Senza distinzioni. se ci fosse (cosa che non credo) anche la minima possibilità di riportarli al tavolo delle trattative è giusto che lui la tenti. Ci piaccia o meno.

sergejville 7 mesi fa su tio
il Papa, nella sua posizione e carica, invece di parlare di storia (e pure romanzarla), per valori etici e morali base in primis, dovrebbe piuttosto condannare senza mezzi termini, la politica di invasione, sanguinaria e repressiva (in patria) del Cremlino. Sveglia Bergoglio.

LaLussy 7 mesi fa su tio
Risposta a sergejville
la politica sanguinaria l'hanno fatta anche gli ucraini verso i filo-russi nel Donbass, TUTTI civili. Quindi? Di cosa stai parlando? Gli ucraini non sono santi, come non lo sono i russi. La chiesa ha una sua visione come ce l'abbiamo tutti noi, ognuno la sua! Libertà di pensiero e di parola. Ma a voi questo non sta bene, perchè esigete che tutti la pensano come voi.

tulliusdetritus 7 mesi fa su tio
Kiev critica il papa per la sua libertà di pensiero e di espressione. Non occorre aggiungere altro

Toti 7 mesi fa su tio
Risposta a tulliusdetritus
Condivido : ormai chi non è "allineato" viene indicato con il dito, se non peggio. Questa è l'idea di libertà e democrazia che dovremmo difendere? Non per me, grazie. E con questo non mi sto schierando, ma critico semplicemente il modo di fare di chi si crede nel giusto e per questo in diritto di poter imporre la propria visione.

sergejville 7 mesi fa su tio
Risposta a tulliusdetritus
tullius, sbagli. L'Ucraina semplicemente - visto che ne ha il diritto, in primis come vittima - di criticare le parole (fuori luogo) del Papa. Il Pontefice dovrebbe invece condannare, vista la sua posizione, senza dover romanzare la storia di un ex impero (soprattutto di questi tempi), un'aggressione fatta e finita e con scopi ben precisi.

sergejville 7 mesi fa su tio
Risposta a Toti
Toti, mi dispiace ma sbagli il punto di vista di base. Se sei aggredito, invaso ecc. non apprezzi certo queste parole del Papa, del tutto fuori luogo, visto quanto sta succedendo. Immaginati al posto degli ucraini, sentir "elogiare" la storia del tuo aggressore; quando l'attuale presidente Putin della Fed. Russa (che non c'entra più nulla con quei tempi), parla di valori antichi, di ristabilre ordini divini ecc.; e da che pulpito, lui ex agente KGB e così via. E visto che parli di "giusto", qui di fatti oggetivi ce ne sono tanti e l'Ucraina è decisamente nel giusto in tutto e per tutto. Così come lo era la Polonia nel '39 e la Finlandia qualche mese dopo; e l'intero continente negli anni a seguire.

Toti 7 mesi fa su tio
Risposta a sergejville
Caro serge, io non sbaglio punto di vista ... ne ho uno diverso dal tuo, come ce l'ha il Papa. Sarebbe ora che lo accettaste come diritto inalienabile di ciscuno che la pensi diversamente da voi...

Paolo-Basilea 7 mesi fa su tio
Il Bergoglio quello che apre la chiesa a tutti i per vertiti? Non il mio papa.

Granzio 7 mesi fa su tio
Risposta a Paolo-Basilea
L'ha aperta anche per gli a.n.a.l fabeti.

Luigi Bianchi 7 mesi fa su tio
Risposta a Granzio
Si, specialmente per i più piccoli di noi, hanno bisogno.

Ape67 7 mesi fa su tio
Non hanno nemmeno rispetto per il papa ,é tutto detto per me .

sergejville 7 mesi fa su tio
Risposta a Ape67
Ape, non è assolutamente mancanza di rispetto. Piuttosto mettiti al posto del popolo (e governo) ucraino per 1 minuto e poi vedrai che certe parole (romanzate) dette dal Pontefice sono decisamente fuori luogo. Il Papa, al contrario, dovrebbe invece fare qualcosa di concreto (anche a parole; le sue pesano) per condannare fermamente la politica del Cremlino

Luigi Bianchi 7 mesi fa su tio
Risposta a Ape67
Rispetto? I peeed,ooofiiii.li assassiniiiiii. Ho molto rispetto…

Ape67 7 mesi fa su tio
Risposta a sergejville
Il burattino cerca di colpire anche li

Lux Von Alchemy 7 mesi fa su tio
Punti di vista.

Tirasass 7 mesi fa su tio
Ma per piacere.... so vuol far dire qiello che non ha detto. Ogni paese ha una sua peculiarità positiva a cui fare appello. Quante volte ha promosso dialoghi di pace? Fossero tutti simili a lui ci sarebbero meno problemi.

Ulk 7 mesi fa su tio
Mi ha stupito! Bravo! W la pace

Brasil63 7 mesi fa su tio
Altro comedy man

Sasha 7 mesi fa su tio
Ma come vi permettete ???

Pedrolino 7 mesi fa su tio
Risposta a Sasha
Di criticare il papa? Ma a chi importa ancora di un vecchietto seduto a roma? haha

Gemelli57 7 mesi fa su tio
Sicuramente non era lo scopo di Papa Francesco. Capisco pero' gli ucraini.

S.L. 7 mesi fa su tio
Ormai Zelensky e camerati si sentono in diritto di mettere in discussione tutto e tutti, anche il Papa. Prossimamente vedremo apparire una scritta sulla cintura dei soldati ucraini: Gott mit uns!!

sergejville 7 mesi fa su tio
Risposta a S.L.
SL, imbarazzante. Almeno nel rispetto dei ca. 10.000 civili morti, in casa propria o in piazza o al supermercato, potresti risparmiarti certe uscite. Detto ciò, tenta di immiginarti per 1 min. nella posizione (e situazione) del popolo ucraino. Altro che parlare di chicchi di grandine. Qui nessuno mette in discussione nessuno. Semplicemente le parole del Papa erano fuori luogo (ed inutili). E le frasi Naziste vai a dirle a Putin, Wagner e banda.

Trenino 7 mesi fa su tio
Il problema della Russia é solo di una persona, che si deve cambiare.
NOTIZIE PIÙ LETTE