Cerca e trova immobili

FESTIVAL DI SANREMODal Festival della canzone una «minaccia» al potere politico

12.02.23 - 14:49
Dopo le polemiche scaturite sulla gestione della kermesse sanremese, anche Giorgia Meloni sarebbe pronta a prendere posizione
keystone-sda.ch (ETTORE FERRARI)
Dal Festival della canzone una «minaccia» al potere politico
Dopo le polemiche scaturite sulla gestione della kermesse sanremese, anche Giorgia Meloni sarebbe pronta a prendere posizione

SANREMO - Quello andato in scena negli scorsi giorni è stato un Festival pieno di colpi di scena e di polemiche, che hanno fatto a pezzi la quarta parete. La kermesse sanremese vuole essere da anni palco per la giustizia civile, ma per diversi esponenti dello Stato italiano quest'anno si è andati «decisamente oltre» e ci sarebbero «gli estremi per mandare a casa i vertici Rai».

Ufficialmente il forte dibattito politico non si è mai fermato. Partendo dall'appello del vicepremier Matteo Salvini alla pallavolista Paola Enogu in cui diceva di sperare che non andasse a Sanremo per dire «che l'Italia è un Paese razzista», si è arrivati a un possibile tentativo di rimescolare la gestione della tv di Stato. Un fatto che ha sorpreso non poco diversi attori politici, che si chiedono se non sia stata colta la palla al balzo per imporre il proprio volere e la propria visione, appropriandosi del canale televisivo. Ma andiamo con ordine.

Capitolo Fedez - Venerdì sera Fedez è salito sul palco dell'Ariston intonando un freestyle che non sarebbe stato approvato dalla regia. In mano teneva una foto scattata nel 2005 - e diffusa nel 2016 - del viceministro Galeazzo Bignami con indosso una divisa nazista.

Alla fine del suo show, il rapper ha strappato la fotografia in questione e dichiarato che quanto detto «non era stato annunciato allo staff Rai». Durante il freestyle, Fedez ha anche citato - ironizzando - le parole della ministra delle Pari Opportunità Eugenia Roccella: «"Purtroppo l’aborto è un diritto", sì ma non l’ho detto io, l’ha detto un ministro. A volte anch’io sparo ca***te ai quattro venti, ma non lo faccio a spese dei contribuenti».

Le reazioni politiche - Questo episodio ha fatto rizzare le antenne ai partiti di destra, e in particolare a Fratelli d'Italia, i cui esponenti riportano oggi le impressioni della premier Giorgia Meloni. La presidente del Consiglio sarebbe favorevole alle dimissioni dell'amministrazione delegato Carlo Fuortes in un immediato futuro.

Tra i motivi citati dalla premier ci sarebbero lo show di Fedez, il trattamento riservato al presidente della Repubblica Mattarella e «la figuraccia su Zelensky». Il capo di Stato ucraino avrebbe infatti dovuto tenere un discorso, ma ha invece scritto una lettera che Amadeus ha provveduto a declamare.

I contrasti con i vertici Rai - Quella tra i vertici Rai e Giorgia Meloni non è una storia nuova. La premier aveva infatti rimandato - finora - il discorso in quanto non voleva aprire «altri fronti», anche se diversi colleghi, tra cui Salvini e Berlusconi, spingevano in tal direzione. Un rinvio di cui oggi si starebbe pentendo.

Le strategie prese in considerazione dal governo sarebbero due. E la seconda starebbe al momento raccogliendo maggior consenso: non assumersi le responsabilità della partenza di Fuortes al fine di non trasformarlo in un eroe.

Il Corriere della Sera riporta le parole di un "big meloniano": «La transizione si farà con buon senso, senza azioni traumatiche. Ma in piena campagna elettorale un palcoscenico così importante non poteva essere gestito peggio». Le redini Rai dovrebbero quindi essere prese in un futuro non molto lontano da Gianpiero Rossi, "fedelissimo" di Giorgia Meloni.

Sostieni anche tu la Vallemaggia e la Mesolcina.
Entra nel canale WhatsApp di Ticinonline.
COMMENTI
 

Tocqueville Alexis de 1 anno fa su tio
Il festival non l'ho mai guardato perché mi ha sempre annoiato. Quest'anno ho letto un po' le notizie man mano e mi è sembrato una porcheria totale di festival, pieno di gente fluida, cafoni e sfigati disadattati vari. Veramente una schifezza.

Aargauer 1 anno fa su tio
Risposta a Tocqueville Alexis de
Scusi Conte ..ma come fa a dire che l’ha sempre annoiato..pur non avendolo mai guardato? 🙉 Io di sicuro non sono un fan..mi capita di guardare di tanto in tanto ..concordo comunque con il concetto finale

CV 1 anno fa su tio
Pensavo che si chiama festival della musica. Non sapevo ché un festival della politica

Nina 1 anno fa su tio
il Festival é sempre stato , ed é , di sinistra

Core_88 1 anno fa su tio
Risposta a Nina
Gli artisti sono di sinistra di solito..possono fare cantare berlusconi e la mussolini magari hanno successo

Nina 1 anno fa su tio
Risposta a Core_88
Core88 , i cantanti dovrebbero SOLO cantare ; ed i co-conduttori / ospiti , NON dovrebbero mandare messaggi politici....e le serate risulterebbero anche più corte

@matterhorn 1 anno fa su tio
Risposta a Nina
Concordo!

Core_88 1 anno fa su tio
Risposta a Nina
Hai ragione, ci si dovrebbe limitare a cantare. Peró è ovvio che gli artisti siano di sinsitra, e se si limonano tra loro è così e basta

Nina 1 anno fa su tio
Risposta a Core_88
Core88 , tu conosci le scelte politiche di TUTTI i cantanti ??...e cosa c'entra si limon....é un gesto di amore , indipendente dal partito politico ( o solo quelli di sinistra possono amare ? 🤦‍♀️ )

Tocqueville Alexis de 1 anno fa su tio
Risposta a Core_88
Che limonino chi vogliono la sera nei propri letti, sono liberi di fare quello che vogliono... Ma a noi non c'è né può interessare nulla, invece pare sentano questa necessità impellente di comunicarci chi limonano e chi glielo mette nel xxxx la sera... boh... A me paiono solo dei disadattati sfigati...

@matterhorn 1 anno fa su tio
Risposta a Tocqueville Alexis de
Alexis.. non svenire e siediti.. ma stavolta sono 1000% d’accordo con te 😉

Core_88 1 anno fa su tio
Risposta a Nina
Mah è un dato di fatto mica lo scelgo io..alla csia non sono destroidi. Appunto che si limonino e basta, non me no puo fregar di meno

Peter Parker 1 anno fa su tio
Evento e partecipanti pagati con il canone, quindi da tutti gli italiani, con visioni e appartenenza a tutti i partiti. Perché allora dare spazio solo all’opposizione? Sono sempre loro, la sinistra, che fa sceneggiate da vittime innocenti…. Che miserabili.

Core_88 1 anno fa su tio
Risposta a Peter Parker
E dimmi quali artisti sono di destra

Peter Parker 1 anno fa su tio
Risposta a Core_88
Sinceramente non lo so…..e temo che quelli che lo sono non possono dirlo….per non essere cancellati

Core_88 1 anno fa su tio
Risposta a Peter Parker
Ma piu che altro credo che ci sceglie un percorso artistico abbia più vedute di sinistra

Core_88 1 anno fa su tio
Risposta a Peter Parker
Così come in economia mi aspetto qualcuno più di destra

Nina 1 anno fa su tio
Risposta a Core_88
Core , con tutto rispetto , hai una visione piuttosto quadrata , di chi é di detra o di sinistra

Aargauer 1 anno fa su tio
Risposta a Nina
👍🏻

Lux Von Alchemy 1 anno fa su tio
Non lo seguo da oltre 10 anni. Evito che il trash e la decadenza contamini anche me. Amo la musica e l’arte, non le strumentalizzazioni. Complimenti comunque a Mengoni, ho ascoltato canzone e testo.

Soleluna 1 anno fa su tio
Tipicamente di sinistra!!! Volgare ...buffoni!!!

angie2020 1 anno fa su tio
festival della buffonata. Fanno pena. Canzoni poche, polemiche sterili tante, covo di sinistrati lgbt+. Mai guardato a mai lo guarderò.

Boss 1 anno fa su tio
Fedez dovrebbe solo cantare e non pensare di poter cambiare l’Italia . poi uno che si concia il corpo così qualche problema psicologico lo deve proprio avere

Core_88 1 anno fa su tio
Risposta a Boss
Perchè giudichi?

Elveg 1 anno fa su tio
Risposta a Core_88
Ma da che pulpito!!! Rileggi il commento che hai fatto sopra va a Nina 🤡

@matterhorn 1 anno fa su tio
Ecco perché dicevo che la politica non deve interferire con lo sport.. come in questo caso del festival la politica non c’entrava nulla… ma non possiamo essere incoerenti accettando le interferenze della politica solo dove ci fa comodo..

tulliusdetritus 1 anno fa su tio
Dimissioni del vertice RAI e sostituirli con l’attuale vertice RSI: i classici due piccioni con una fava

Skorpio69 1 anno fa su tio
E tutto questo senza una parola per le vittime del terremoto!! Vergogna !!!!

@matterhorn 1 anno fa su tio
Risposta a Skorpio69
Bravo!! Hai detto proprio giusto!! È stato dato spazio a porci ed altri porci ma silenzio assoluto sul terremoto. Queste sono le persone a due pesi due misure..

Tracy 1 anno fa su tio
Risposta a Skorpio69
Skorpio69 & Matterhorn, c'è stato un pensiero per il terremoto all'inizio, probabilmente ve lo siete perso: https://www.ildenaro.it/sanremo-2023-al-via-con-un-minuto-di-silenzio-poi-mattarella-e-benigni/

@matterhorn 1 anno fa su tio
Risposta a Tracy
Me lo sono perso. Magari ieri notte invece di leggere la lettera del comico avrei dato ancora spazio al terremoto dato che giorni dopo giorno le vittime aumentano.. e magari potevano approfittare a fare una colletta in diretta.. poteva starci.. tanto oramai buttano dentro tutto in questo festival.. almeno sarebbe stata per una giusta causa .Quella si che è una tragedia!

Tracy 1 anno fa su tio
Risposta a @matterhorn
Matte, quanto ha fatto Sanremo per i terremotati è sufficiente. La Caritas Italiana, impegnata da anni nei due Paesi, è in costante contatto con Caritas Turchia, Caritas Siria e la rete Caritas internazionale per offrire aiuto e sostegno alle popolazioni colpite dal sisma. In entrambi i Paesi gli operatori e i volontari di Caritas stanno distribuendo cibo, acqua, coperte, materassi agli sfollati. Inoltre hanno organizzato una raccolta fondi in Marzo. Insomma uno fa il suo mestiere. Sanremo sta alla musica come altri enti agli aiuti.

@matterhorn 1 anno fa su tio
Risposta a Tracy
Non ci siamo capiti allora.. quello che fa la Caritas è una cosa .. quello che poteva fare Sanremo per queste persone davvero bisognose di poteva fare di più sfruttando la visibilità. punti di vista.

@matterhorn 1 anno fa su tio
Risposta a Tracy
Nel senso, di terremoti ora c’è stato uno. Di guerre in giro per il mondo ce ne sono di aperte.. allora bisognava dare spazio anche a loro.. se si vuole essere coerenti

Tracy 1 anno fa su tio
Risposta a @matterhorn
Ma onestamente, personalmente ho seguito Sanremo per ascoltare la canzoni anche per uscire un attimo delle brutte notizie che purtroppo ci sono e che sentiamo su tutti i canali ogni giorno. È una mia opinione

@matterhorn 1 anno fa su tio
Risposta a Tracy
Hai ragione anche tu!

Core_88 1 anno fa su tio
La politica deve levarsi da un festival della musica. Che pensi a cose piu serie del suo paese la meloni e non al limone di fedez

dipi 1 anno fa su tio
Risposta a Core_88
E viceversa il festival della musica dovrebbe occuparsi di musica...
NOTIZIE PIÙ LETTE