Cerca e trova immobili

MONDOAstroSamantha cede il comando

12.10.22 - 17:23
L'astronauta italiana è stata comandante della Iss per 15 giorni
Reuters
Fonte ats
AstroSamantha cede il comando
L'astronauta italiana è stata comandante della Iss per 15 giorni

L'astronauta italiana Samantha Cristoforetti ha passato il comando della Stazione Spaziale Internazionale (Iss) al collega Sergey Prokopyev, dell'agenzia spaziale russa Roscosmos. Dopo avere ringraziato il centro di controllo e le agenzie spaziali partner della Iss, l'astronauta dell'Agenzia Spaziale Europea (Esa) ha detto: «Grazie all'Italia, il mio Paese, per l'opportunità che mi ha offerto di essere a bordo della Stazione Spaziale».

"AstroSamantha", come è soprannominata, è stata al comando della Iss per 15 giorni: il secondo comando più breve dopo quello della collega americana Shannon Walker, durato appena 11 giorni.

È stata una cerimonia affollata: a bordo della Iss si trovano infatti 11 astronauti. «Qui a bordo c'è stato un processo di rotazione degli equipaggi alla Fast and Furious», ha detto Cristoforetti, scherzando con i colleghi. «È stato un comando breve, ma intenso. Sono stata fortunata ad avere avuto questa possibilità, è un piacere, un onore e un privilegio avere condiviso questa esperienza con voi», ha detto ancora AstroSamantha. «Grazie a tutti». Ha detto ancora l'astronauta rivolgendosi al centro di controllo a Terra, alla Nasa, all'Esa.

Cristoforetti si prepara ora ad affrontare il lungo viaggio di ritorno con i colleghi della Crew 4, gli americani Bob Hines, Kjell Lindgren e Jessica Watkins. La chiusura del portello della navetta Crew Dragon Freedom è prevista oggi alle 23.20 svizzere, la partenza alle 1.05 svizzere del 13 ottobre e l'ammaraggio alle 23.41 dello stesso giorno.

Restano a bordo della Stazione Spaziale i sette membri della Expedition 68: sono il nuovo comandante Prokopiev, arrivato a bordo il 21 settembre con l'americano Francisco Rubio e il russo Dmitrij Petelin; più l'equipaggio della Crew 5 composto dagli americani Nicole Mann e Josh Cassada, la russa Anna Kikina e il giapponese Koichi Wakata.

COMMENTI
 
NOTIZIE PIÙ LETTE