Immobili
Veicoli

UCRAINAÈ confermato il piano per la ricostruzione dell'Antonov An-225 Mriya, l'aereo più grande del mondo

27.05.22 - 13:30
Per il presidente Zelensky è «una questione di ambizione», ma l'investimento economico sarà ingente
REUTERS
È confermato il piano per la ricostruzione dell'Antonov An-225 Mriya, l'aereo più grande del mondo
Per il presidente Zelensky è «una questione di ambizione», ma l'investimento economico sarà ingente

KIEV - È sempre più concreto il piano di riportare in vita l'Antonov An-225 Mriya, distrutto lo scorso 27 febbraio nelle prime fasi dell'offensiva russa in Ucraina. Il gigantesco aeroplano giace distrutto all'interno del suo hangar all'aeroporto di Hostomel.

Nei giorni scorsi il presidente ucraino Volodymyr Zelensky ha ribadito, di fronte a una platea di studenti, che c'è assolutamente l'intenzione di costruire una replica di quello che è stato l'aereo più grande del mondo. Zelensky ha precisato che c'è stato un tempo in cui si era pensato di creare una copia del Mriya, ma non furono trovati i soldi. «Volevamo costruirlo, avevamo bisogno di 800 milioni di dollari» e la richiesta di fondi è stata inoltrata alla Turchia.

Ora, però, non è più una questione puramente economica: il Mriya è diventato un simbolo della capacità ucraina di risorgere dalle proprie ceneri. «È una questione di ambizione. Siamo stati avvicinati da Ukroboronprom, società affiliata di Antonov» che si occuperebbe del progetto. Zelensky ha ribadito: «Questa è una questione d'immagine per il nostro Paese» e la ricostruzione del Mriya onorerà la memoria «di tutti gli eccellenti piloti professionisti che sono morti in questa guerra. Un gran numero di persone è morto eroicamente».  

La posizione ufficiale dell'Ucraina è la seguente: «Costruire un Mriya per onorare la memoria degli eroi è la giusta posizione». La raccolta di fondi è stata lanciata settimane fa, ma da allora non sono stati pubblicati ulteriori aggiornamenti sull'avanzamento della pratica. Fino alle parole del leader di Kiev, che conferma la volontà di andare fino in fondo. In realtà gli 800 milioni di dollari citati da Zelensky non sarebbero minimamente sufficienti a completare un aeromobile di tali dimensioni: Ukroboronprom ha fatto capire che ci potrebbero volere circa tre miliardi di dollari. E cinque anni di lavoro.

L'An-225 è rapidamente diventato un simbolo, come ha dimostrato il suo ritorno virtuale nei cieli ucraini lo scorso mese di marzo. Le autorità ucraine hanno incluso l'aeroporto di Hostomel nei tour dimostrativi delle atrocità commesse dai russi. La carcassa dell'Antonov è stata mostrata a svariate delegazioni straniere in visita.

NOTIZIE PIÙ LETTE
ULTIME NOTIZIE DAL MONDO