Immobili
Veicoli
keystone-sda.ch / STR (FRANCOIS LO PRESTI / POOL)
Al centro: Gerald Darmanin.
+1
FRANCIA
28.11.2021 - 19:000

«Troppi morti nella Manica, è inaccettabile»

Lo ha detto il Ministro francese Gérald Darmanin, in un meeting relativo alla situazione dei migranti

Una riunione dei Ministri dell'Interno di Francia, Germania, Paesi Bassi e Belgio ha avuto luogo oggi a Calais

CALAIS - «I morti sono troppi», e «non possiamo accettare che ce ne siano altri». Lo ha detto il ministro dell'Interno francese, Gérald Darmanin, aprendo oggi pomeriggio a Calais, nel nord della Francia, una riunione con i colleghi omologhi di Germania, Olanda e Belgio e con la Commissaria europea agli Affari Interni e i direttori di Europol e dell'agenzia europea per le frontiere Frontex.

La riunione è stata convocata dalla Francia dopo il naufragio di un'imbarcazione carica di migranti nella Manica mercoledì scorso che aveva provocato la morte di 27 persone.

«Il punto più importante di questa riunione - ha continuato Darmanin - è la lotta contro i passeur che non si curano delle nostre frontiere e dei nostri paesi» e che fanno «passare il loro commercio davanti alle vite umane».

La riunione si è tenuta senza la presenza della ministra britannica Priti Patel. Darmanin ha infatti annullato l'invito rivolto a lei in segno di protesta contro una lettera pubblicata giovedì sera su Twitter dal primo ministro inglese Boris Johnson in cui si chiedeva a Parigi di riprendere i migranti che arrivano dalla Francia sulle coste della Gran Bretagna.

«La Francia è pronta per una discussione seria con il Regno Unito sulle questioni relative all'immigrazione illegale, ma non sarà ostaggio della politica interna di Londra», ha detto a riguardo  Darmanin, insistendo che se i migranti arrivano fino al nord della Francia è perché «sono attratti dall'Inghilterra, specialmente dal mercato del lavoro che permette di lavorare senza alcuna identificazione: Londra deve assumersi le proprie responsabilità e limitare la sua attrattiva economica».

keystone-sda.ch / STF (MOHAMMED BADRA)
Guarda tutte le 5 immagini
Commenti
 
ATTENZIONE: a causa dell’elevato numero di commenti sui blog e alla difficoltà della redazione di monitorarli, abbiamo attivato un filtro automatico.
La libertà di espressione deve essere garantita da un comportamento civile e rispettoso di ciascun utente.
Chiunque scriverà offese o frasi irrispettose verrà automaticamente bannato con la conseguente cancellazione dell’account.
Güglielmo 1 mese fa su tio
ecco adesso i colonialisti che piangono a dirotto. prima li hanno spolpati, indottrinati, derubati sfruttati e impoveriti. Adesso che battono cassa giù a caragnare... ipocriti!
Busca 1 mese fa su tio
… e i morti nel Mediterraneo? Non mi sembra che La Francia e gli altri paesi nordici si siano mossi per trovare una soluzione ai migranti nordafricani.
centauro 1 mese fa su tio
@Busca Nel Mediterraneo si contano all'incirca 12 mila vittime (stima in netto difetto), la UE non ha mai fatto abbastanza, ha lasciato che i paesi sud europei si arrangiassero a gestire la situazione ingestibile e con pochi mezzi. Intanto la gente muore, i passatori si arricchiscono e nelle strade frotte di clandestini sono abbandonati al loro destino.
Dalu 1 mese fa su tio
Ma quanti politici ipocriti ci sono al mondo? O meglio esiste ancora un politico serio al mondo???
Busca 1 mese fa su tio
…mentre i morti nel Mediterraneo sono accettabili? Non mi sembra che la Francia si sia mossa per trovare una soluzione agli sbarchi dal Nord Africa.
Potrebbe interessarti anche

YouTube

Facebook

Instagram

Linkedin

Twitter

TikTok


Copyright © 1997-2022 TicinOnline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - COMPANY PAGES
Disposizioni sulla protezione dei dati  -   Cookie e pubblicità online  -   Diritto all'oblio


Ultimo aggiornamento: 2022-01-20 09:39:22 | 91.208.130.86