keystone-sda.ch (BETH A. KEISER / POOL)
Sono state identificate altre due vittime dell'11 settembre.
STATI UNITI
08.09.2021 - 09:290

Dopo 20 anni sono state identificate altre due vittime degli attacchi dell'11 settembre

Le operazioni proseguono: oltre il 40% dei morti è in attesa di riconoscimento ufficiale

NEW YORK - Sono state identificate due nuove vittime degli attentati terroristici dell'11 settembre. Lo ha comunicato l'ufficio del medico legale della città di New York, pochi giorni prima del 20esimo anniversario di quel tragico avvenimento. 

Si tratta di Dorothy Morgan di Hempstead, nello stato di New York, e di un uomo il cui nome non è stato comunicato su richiesta dei famigliari. Si tratta, spiegano le autorità sanitarie cittadine, delle vittime identificate tramite l'analisi del Dna numero 1646 e 1647. I resti della donna furono ritrovati nel 2001, mentre quelli dell'uomo nel 2001, nel 2006 e 2008. Si tratta del primo annuncio di questo genere da due anni a questa parte: l'ultimo risale all'ottobre 2019.

A oggi oltre il 40% delle persone morte a New York City in quel giorno non sono state ufficialmente identificate. «Vent'anni fa, abbiamo promesso alle famiglie delle vittime del World Trade Center di fare tutto il necessario per il tempo necessario per identificare i loro cari, e con queste due nuove identificazioni, continuiamo ad adempiere a questo sacro obbligo» ha dichiarato la dottoressa Barbara A. Sampson, capo medico legale di New York. «Non importa quanto tempo passerà dall'11 settembre 2001, non lo dimenticheremo mai e ci impegniamo a utilizzare tutti gli strumenti a nostra disposizione per assicurarci che tutti coloro che sono scomparsi possano ricongiungersi con le loro famiglie».

Secondo l'ufficio del medico legale questa è «la più grande e complessa indagine forense nella storia degli Stati Uniti». I progressi compiuti in questi anni nel campo delle analisi del Dna «promettono di portare a nuove identificazioni». Ulteriori informazioni potrebbero essere svelate nelle prossime ore, nel corso di una conferenza stampa.

Potrebbe interessarti anche

YouTube

Facebook

Instagram

Linkedin

Twitter

TikTok


Copyright © 1997-2021 TicinOnline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - COMPANY PAGES
Disposizioni sulla protezione dei dati  -   Cookie e pubblicità online  -   Diritto all'oblio


Ultimo aggiornamento: 2021-10-28 20:15:46 | 91.208.130.85