AFP
+1
FRANCIA
24.07.2021 - 16:150
Aggiornamento : 18:58

«Non siamo topi da laboratorio», in piazza contro il pass Covid

Cortei, striscioni e slogan. A Parigi migliaia di persone sono tornate a protestare

PARIGI - Diverse migliaia di persone, divise in almeno tre diversi sit-in, hanno iniziato a manifestare oggi a Parigi «per la libertà», contro il pass e la vaccinazione obbligatoria per il personale sanitario, parte della nuova politica del presidente Emmanuel Macron per contrastare l'avanzata dei contagi di coronavirus nel Paese.

Costituito essenzialmente da gilet gialli, un primo corteo è partito poco dopo le 14 da Place de la Bastille. «Non toccate il mio corpo, non siamo topi da laboratorio», indica un cartello portato in processione. Sulla Place du Trocadéro, diverse migliaia di persone si sono radunate al richiamo di Florian Philippot, ex numero due del Rassemblement National.

«Siete migliaia», ha detto Philippot alla folla parlando dopo la Marsigliese. «Libertà, libertà», hanno scandito i manifestanti, venuti da Parigi e dalle province e riuniti attorno a una piattaforma circondata da decine di bandiere blu-bianche-rosse. Infine un terzo corteo, composto da poche centinaia di persone, ha lasciato le vicinanze del Consiglio di Stato diretto a Place des Invalides.

Oltre a Parigi, oggi sono in programma decine di altre proteste in tutto il Paese. A Tolosa, diverse migliaia di persone hanno dato il via a un corteo con tanti gilet gialli nel centro della città, dietro striscioni sui quali si legge «no pasaran» e «libertà».

Sabato scorso, 18.000 persone, divise in diversi cortei, hanno manifestato a Parigi contro le restrizioni. Il ministero dell'Interno aveva indicato un totale di 114.000 manifestanti in tutta la Francia.

AFP
Guarda tutte le 5 immagini
Commenti
 
ATTENZIONE: a causa dell’elevato numero di commenti sui blog e alla difficoltà della redazione di monitorarli, abbiamo attivato un filtro automatico.
La libertà di espressione deve essere garantita da un comportamento civile e rispettoso di ciascun utente.
Chiunque scriverà offese o frasi irrispettose verrà automaticamente bannato con la conseguente cancellazione dell’account.
Potrebbe interessarti anche

YouTube

Facebook

Instagram

Linkedin

Twitter

TikTok


Copyright © 1997-2021 TicinOnline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - COMPANY PAGES
Disposizioni sulla protezione dei dati  -   Cookie e pubblicità online  -   Diritto all'oblio


Ultimo aggiornamento: 2021-09-21 08:26:01 | 91.208.130.87