Immobili
Veicoli

GIAPPONEBattute sull'Olocausto: silurato il direttore della cerimonia di apertura di Tokyo 2020

22.07.21 - 11:26
Kentaro Kobayashi è stato allontanato dopo che sono emersi suoi commenti inappropriati sulla Shoah.
Reuters
Battute sull'Olocausto: silurato il direttore della cerimonia di apertura di Tokyo 2020
Kentaro Kobayashi è stato allontanato dopo che sono emersi suoi commenti inappropriati sulla Shoah.

TOKYO - Ai Giochi Olimpici di Tokyo 2020 i problemi sembrano non avere fine. Dopo l'allarme contagi, i commenti sessisti, le retromarce degli sponsor, le gaffe e i contrattempi con ostriche e orsi, ora, a meno di 24 ore dall'avvio della manifestazione, il direttore della cerimonia di apertura è stato silurato per delle "battute" sull'Olocausto riemerse dal suo passato.

Come annunciato giovedì dal Comitato organizzativo, Kentaro Kobayashi è stato rimosso dal suo incarico dopo che le sue controverse dichiarazioni hanno cominciato a circolare su alcuni organi di stampa e a suscitare critiche. Secondo quanto riferisce il Japan Times, in un copione per uno spettacolo del 1998 il comico e autore teatrale 48enne avrebbe scherzato sullo stermino nazista degli ebrei anche con frasi come "Giochiamo all'Olocausto".

«Nessuno, non importa quanto sia un creativo, ha il diritto di prendersi gioco delle vittime del genocidio nazista», ha denunciato il decano associato e direttore dell'azione sociale globale del Simon Wiesenthal Center, il rabbino Abraham Cooper. «Ogni associazione di questa persona con i Giochi Olimpici di Tokyo offenderebbe la memoria di 6 milioni di ebrei (assassinati durante la Shoah, ndr) e sarebbe una beffa crudele per le Paralimpiadi», ha aggiunto, ricordando come i nazisti abbiano destinato alle camere a gas anche «tedeschi con disabilità».

NOTIZIE PIÙ LETTE
ULTIME NOTIZIE DAL MONDO