Imago
Arcobaleno anche in occasione di Germania-Ungheria?
ULTIME NOTIZIE Dal Mondo
CINA
41 min
Sette nuovi casi. E ora Wuhan testa di nuovo tutti
Sono i primi contagi dopo oltre un anno in quello che è stato il primo focolaio della pandemia di Covid-19.
STATI UNITI
52 min
Capitol Hill, altri due agenti si sono tolti la vita
Erano entrambi in servizio durante l'assalto del 6 gennaio
STATI UNITI
2 ore
Milioni di dollari vinti alla lotteria del vaccino. Ne è valsa la pena?
I funzionari del Maryland l'hanno definita «un successo», e ne hanno lanciata un'altra
GRECIA
9 ore
Gli ospiti a cena «si facevano luce con le torce dei cellulari»
I disagi a Rodi hanno colpito anche la rete elettrica, il racconto di alcuni turisti svizzeri
GERMANIA
12 ore
Vaccino: terza dose alle persone a rischio e promozione dell'iniezione tra i giovanissimi
Lo hanno deciso i responsabili della sanità tedeschi. La commissione per le vaccinazioni resta scettica.
COSMO
13 ore
Stasera lo spettacolo di Saturno: un inchino per mostrare gli anelli
Il pianeta ha raggiunto il punto più vicino alla Terra e diametralmente opposto al Sole
ITALIA
14 ore
Attacco hacker, Zingaretti: «La situazione è molto seria e molto grave»
I dati della sanità laziale sono al sicuro, spiega il presidente. «Respinto un secondo attacco» la scorsa notte
FOTO
LITUANIA
15 ore
Come mai in Lituania in questi mesi sta arrivando un incredibile numero di migranti
Da 70 all'anno a 2'700 in un mese, il perché di una crisi che per Vilnius (e l'UE) è tutta colpa della Bielorussia
LE FOTO
FRANCIA
17 ore
Venuti al mondo due piccoli gemelli di panda
«Una bellissima nascita», ha commentato il Presidente dello ZooParc di Beauval, dove sono nati
SCOZIA
18 ore
E nel frattempo... nella piovosa Scozia c'è la siccità
L'allarme delle autorità per un consumo responsabile: «Abituiamoci al fatto che possa essere una risorsa finita»
ITALIA
19 ore
«La situazione è drammatica», a rischio i dati di Mattarella e Draghi
L'attacco hacker contro la Regione Lazio non è ancora stato debellato, è stato chiesto un riscatto in Bitcoin
FOTO
CINA
19 ore
Più di 300 morti per le inondazioni
Sono quasi 50 le persone ancora disperse
ITALIA
20 ore
Domato l’incendio di Pescara
Centinaia le persone evacuate nella notte, tra cui gli ospiti di una casa di riposo
FOTO
GIAPPONE
22 ore
La velocista bielorussa che è scappata dal suo team e ha cercato asilo politico
La 24enne aveva criticato sui social lo staff (parlando anche di doping) e stava per essere rimpatriata in via coatta.
GERMANIA
21.06.2021 - 09:190
Aggiornamento : 11:35

Euro 2020: Allianz Arena illuminata di arcobaleno contro Orbán e le sue leggi «omofobe»?

Lo chiede il Consiglio comunale di Monaco in occasione di Germania-Ungheria. Troppo politico?

MONACO DI BAVIERA - Monaco di Baviera non ci sta a ospitare, mercoledì, la partita di Euro 2020 tra Germania e Ungheria senza esprimere il proprio dissenso per le leggi contro i diritti LGBTQ+ recentemente emanate dal parlamento di Budapest. La Città chiede in particolare che lo stadio che ospiterà l'evento, l'imponente Allianz Arena, s'illumini dei colori dell'arcobaleno per dare «un segnale visibile di solidarietà» con la comunità gay, lesbica, bisessuale, trans e queer ungherese.

«La capitale del Land (della Baviera, ndr) è a favore della diversità, della tolleranza e della vera uguaglianza nello sport e nell'intera società», si legge in una mozione presentata venerdì da un vasto gruppo interpartitico in Consiglio comunale, che comprende tutte le fazioni ivi rappresentate. «In occasione della partita degli europei Germania contro Ungheria, per la capitale Monaco è importante dare un segno visibile di solidarietà con la comunità LGBTI in Ungheria, che risente dell'attuale inasprita legislazione omo- e transfobica del governo ungherese» di Viktor Orbán, continua lo scritto.

Sulla mozione deciderà mercoledì stesso il Consiglio comunale. Come riferisce la Süddeutsche Zeitung, tuttavia, dato il prevedibile supporto dell'assemblea, il sindaco della Città, il socialdemocratico Dieter Reiter, invierà già oggi una lettera di richiesta all'UEFA e alla Federazione calcistica tedesca (DFB) perché approvino l'iniziativa.

Mentre l'avallo da parte della seconda appare scontato, l'organo che governa il calcio europeo potrebbe mostrare al contrario maggiori resistenze.  Illuminare l'Allianz Arena dei colori della comunità LGBTQ+ per protestare esplicitamente contro una legge emanata da uno Stato sovrano potrebbe essere classificato infatti come un messaggio meramente politico e quindi evitato per statuto.

L'UEFA, tuttavia, non è di principio contro gli attestati di solidarietà alla comunità omosessuale, bisessuale, trans e queer in questo che è il mese dell'orgoglio LGBTQ+. Come riferisce la Federazione calcistica tedesca via Twitter, infatti, proprio ieri ha approvato la fascia "rainbow" che il capitano della Nazionale tedesca, il portiere Manuel Neuer, porta dal 7 giugno scorso. L'organizzazione internazionale, fa sapere la DFB, «valuta la fascia arcobaleno come un segnale della Nazionale per la diversità e quindi come una "good cause" (una buona causa, ndr)». Niente di politico, insomma, in questo caso.

Durante questo Europeo, l'Allianz Arena di Monaco di Baviera è già stata teatro di una dimostrazione eclatante, in quel caso non autorizzata. Martedì, un attivista di Greenpeace è planato con un parapendio dentro lo stadio, ferendo alcuni spettatori. Protestava contro il produttore di auto tedesco e sponsor del torneo Volkswagen.

L'Allianz Arena non è di proprietà della Città di Monaco di Baviera, ma del Bayern Monaco. Oltre a chiedere ai responsabili degli Europei d'illuminarla dei colori dell'arcobaleno, la mozione interpartitica del Consiglio comunale dispone, se approvata, che sul palazzo comunale siano issate le bandiere "rainbow" «già il giorno della partita», il 23 giugno, e non solo in occasione del pride, il 27. Monaco dovrebbe inoltre diffondere «una chiara presa di posizione» contro le leggi ungheresi, che vietano d'informare i minori di 18 anni sull'omosessualità e la transessualità o di «promuovere» questi orientamenti sessuali o identità di genere.

Il partito di Orbán, Fidesz, ha inserito questa norma all'interno di un pacchetto di leggi contro la pedofilia. Sostiene che queste regole siano necessarie per tutelare i minori. Per i detrattori, tuttavia, si tratta semplicemente di una stoccata alla comunità LGBTQ+ ungherese a fini elettorali. 

Potrebbe interessarti anche

YouTube

Facebook

Instagram

Linkedin

Twitter

TikTok


Copyright © 1997-2021 TicinOnline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - COMPANY PAGES
Disposizioni sulla protezione dei dati  -   Cookie e pubblicità online  -   Diritto all'oblio


Ultimo aggiornamento: 2021-08-03 08:42:15 | 91.208.130.85