Keystone
STATI UNITI
14.01.2021 - 07:550

Il fondatore di Twitter è preoccupato: bannare Trump è un «precedente pericoloso»

Ciononostante, Jack Dorsey la considera comunque la «scelta giusta»

SAN FRANCISCO - Il fondatore e patron di Twitter, Jack Dorsey, considera la decisione di bandire il presidente degli Stati Uniti uscente Donald Trump dalla piattaforma «quella giusta», ma che costituisce comunque un «fallimento» e che «stabilisce un precedente pericoloso» nell'ambito del potere detenuto dalle grandi aziende.

È un «fallimento da parte nostra nel promuovere una sana conversazione», ha twittato Dorsey in una serie di messaggi in cui riconsidera la decisione del social network di bandire a tempo indeterminato Trump per aver ha incoraggiato la violenza al Campidoglio americano.

Questo tipo di misure «ci dividono. Limitano le possibilità di spiegare, di riscattarsi, di imparare», ha continuato. «E crea un precedente che penso sia pericoloso: il potere che un individuo o un'azienda ha su parte della conversazione pubblica globale».

Twitter era il principale strumento di comunicazione del tycoon, che lo utilizzava quotidianamente per raggiungere direttamente i suoi 88 milioni di follower. È stato anche sospeso da Facebook, Snapchat e Twitch. E per una settimana anche da YouTube. Ma la decisione di Twitter è di gran lunga la più iconica.

Dorsey sottolinea che l'equilibrio del potere è stato rispettato fintanto che «le persone potevano semplicemente rivolgersi a un altro servizio se le nostre regole e la nostra applicazione delle regole non le soddisfacevano». Ma «questo concetto è stato messo in discussione la scorsa settimana quando anche diversi altri fornitori di strumenti internet essenziali hanno deciso di non ospitare ciò che ritenevano pericoloso», ammette.

Commenti
 
ATTENZIONE: a causa dell’elevato numero di commenti sui blog e alla difficoltà della redazione di monitorarli, abbiamo attivato un filtro automatico.
La libertà di espressione deve essere garantita da un comportamento civile e rispettoso di ciascun utente.
Chiunque scriverà offese o frasi irrispettose verrà automaticamente bannato con la conseguente cancellazione dell’account.
Meck1970 5 mesi fa su tio
Sbagliato censurarlo
seo56 5 mesi fa su tio
É censura da paese comunista 😡😡😡
Nikko 5 mesi fa su tio
@seo56 Povero seo! Anche su Tio sei capitato in mezzo ai rossi che censurano! Leggi la striscia (rossa pure quella) “ATTENZIONE” pubblicata dalla redazione proprio qui sopra... Ti consiglio di cercare un altro blog non censurato: puoi sempre chiedere al tuo idolo, molto esperto in chiusure subite di vari account, che in questi giorni sta annaspando alla ricerca di qualche social accondiscendente... Trump è stato mollato persino dalle sue varie banche... Come la Deutsche Bank... Comunista anche quella?
Potrebbe interessarti anche

YouTube

Facebook

Instagram

Linkedin

Twitter

TikTok


Copyright © 1997-2021 TicinOnline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - COMPANY PAGES
Disposizioni sulla protezione dei dati  -   Cookie e pubblicità online  -   Diritto all'oblio


Ultimo aggiornamento: 2021-06-25 15:02:55 | 91.208.130.86