ELEZIONI CANTONALI 2023Donatello Poggi vuole tornare in Gran Consiglio

09.12.22 - 16:03
L'ex deputato sarà l'unico candidato sulla lista del Movimento "Dignità ai Pensionati", di cui è anche il coordinatore.
Ti-Press
Donatello Poggi vuole tornare in Gran Consiglio
L'ex deputato sarà l'unico candidato sulla lista del Movimento "Dignità ai Pensionati", di cui è anche il coordinatore.

BELLINZONA - Donatello Poggi tenterà una nuova scalata al Gran Consiglio. Lui che tra i banchi del Parlamento ha già passato due legislature tra il 1995 e il 1998 tra le fila del Partito del Lavoro e dal 2007 al 2011 con la Lega dei Ticinesi, ora ha deciso di correre "da solo".

L'ex deputato sarà infatti l'unico candidato presente sulla lista del Movimento "dignità ai pensionati" di cui è il coordinatore. «Il movimento - si legge in una nota - sarà presente unicamente per l’elezione del Gran Consiglio mentre per quella del Consiglio di Stato - se del caso - valuterà chi sostenere».

Il Movimento, che si definisce «né di destra, né di sinistra», ma rappresentante «della società civile» e in particolar modo dei «pensionati in difficoltà» lancerà la sua campagna elettorale nel febbraio del 2023. «Le firme per la presentazione della lista sono state raccolte senza difficoltà il che fa ben sperare», precisa il Movimento che vuole lottare per estirpare la povertà tra gli anziani, «un fenomeno in continuo aumento, ma dimenticato dalla politica».

 

COMMENTI
 
Evry 1 mese fa su tio
Ma per favore di nuovo voltamarsina....
Sarà 2 mesi fa su tio
@Mattiatr pienamente d'accordo con te. E perché non garantire un'equità di seggi tenendo conto anche delle categorie LGBT?
Mattiatr 1 mese fa su tio
Sarà se il granconsiglio dovesse tener conto di tutte le caratteristiche / sensibilità presenti in Ticino dovremmo trovare un'aula sufficientemente grande da ospitare 360'000 persone. Il parlamento è quell'organo alla quale accedi per risultato elettorale, ergo chi prende voti. Sesso, identità di genere, età, orientamento sessuale, ... sono informazioni superficiali, onestamente inferiori rispetto all'identità politica o alla linea fiscale di un partito. Io voto perché ritengo che il ricevente sia allineato con i miei interessi, abbia opinioni considerabili e via dicendo. Quando qualcuno viene a dirmi ''io sono donna'', ''io sono lgbtq+'' oppure ''io sono anziano'', bé, felice per te, affari tuoi, non mi hai detto né cosa vuoi fare, né quale sia la tua opinione per il cantone Ticino, ergo, non ti voto.
Mattiatr 2 mesi fa su tio
Più donne perché ci vogliono donne, ora anziani perché sono anziani. Troppo difficile farsi votare per quello che si propone e non per l'organo genitale, i cromosomi o l'età?
Panoramix il Druido 2 mesi fa su tio
Utile come una forchetta per sorbire un brodino...
Gus 2 mesi fa su tio
Ego smisurato.
NOTIZIE PIÙ LETTE