Immobili
Veicoli

CANTONEAnche il ForumAlternativo dà la propria benedizione a una lista rosso-verde

21.06.22 - 14:17
Il Comitato di coordinamento è disposto ad affiancare Verdi e PS nelle elezioni Cantonali 2023.
Ti-Press
CANTONE
21.06.22 - 14:17
Anche il ForumAlternativo dà la propria benedizione a una lista rosso-verde
Il Comitato di coordinamento è disposto ad affiancare Verdi e PS nelle elezioni Cantonali 2023.
Prima però sarà «essenziale» mettersi d'accordo sulle linee politiche. «L'obiettivo è il raddoppio dell'area rosso-verde in Consiglio di Stato».

BELLINZONA - Anche il ForumAlternativo apre alla possibilità di creare una lista unica per l'area rosso-verde per le prossime elezioni del Consiglio di Stato che avranno luogo nel 2023. In precedenza un accordo di massima era già stato trovato tra il Partito socialista e i Verdi.  «Per noi - scrive ForumAlternativo - è particolarmente importante che si definiscano durante l’estate alcuni punti qualificanti di un programma comune, su cui sinora non si è ancora discusso».

Obiettivo raddoppio - Al di là dei nomi dei possibili candidati, il ForumAlternativo ritiene difatti «essenziale» mettersi d’accordo su delle linee politiche che giustifichino il lancio di una lista comune. «L'obiettivo finale - viene precisato nella nota - è quello del raddoppio dell’area rosso-verde in Consiglio di Stato».

Decisione in autunno - La decisione finale sulla partecipazione del ForumAlternativo a questa lista d’area, viene precisato, spetterà a ogni modo all’assemblea dei nostri membri, che dovrebbe essere convocata all’inizio del prossimo autunno. 

COMMENTI
 
don lurio 1 sett fa su tio
Che cavolo di benedizione a partiti pronti a fare opposizione solo per emergere e comportarsi da veri politicanti (vedi vocabolario) . Si deve unirsi e condivirsi e lavorare per lo stato . Non fare politica di opposizione per la partitocrazia dei sindacati pagati dai socioaderenti e stato.
vulpus 1 sett fa su tio
Ma quanto fermento per una iniziativa che si è già marcatamente arenata sugli scogli. Ma se si volesse fare qualcosa del genere, non si parte con le condizioni numeriche e personali che si vogliono imporre. Se la sinistra vuole sopravvivere ogni tendenza deve presentarsi separatamente. Non sarà possibile assicurare posti a tutti i candidati , come pure l'elezione in cnsiglio di stato. È la stessa situazione alla destra dove vorrebbero fare congiunzioni Lega/UDC, ma già si caragna percependo il pericolo di perdere i seggi leghisti. È abbastanza evidente che non si può mettere come condizione che Bertoli non si ripresenti: è una macchina da voti per i socialisti . Come del resto la Lega non potrà imporre di lasciar fuori i pezzi da 90 dell'UDC. Ci sarà da divertirsi.
marco17 1 sett fa su tio
Serve un esercizio di realismo. Per ottenere due seggi in Consiglio di Stato, visto il sistema di elezione, unico nel suo genere, vigente in Ticino occorre essere la lista con più voti in assoluto. Le altre liste avranno al massimo un seggio. Una sola lista di sinistra non avrà mai due seggi. Sarebbe più facile ottenerla con due liste separate (PS da una parte, Verdi e altri dall'altra) giocando sul maggior resto.
NOTIZIE PIÙ LETTE
ULTIME NOTIZIE TICINO