Tipress
LUGANO 
29.10.2020 - 16:310

Il Covid manda in rosso i conti della Città

La contrazione del gettito fiscale è l'elemento che più incide sul disavanzo previsto per l'anno prossimo

Il Municipio è fiducioso sulla possibilità in futuro di un veloce riassorbimento delle incidenze negative della pandemia. L'ipotesi di aumentare il moltiplicatore non è ritenuta attuabile

LUGANO - Un preventivo dall’esito prevedibile. Anche il futuro contabile della Città di Lugano subirà lo scossone del Covid. La notizia è che il Municipio ne ha quantificato l’entità. «Le ripercussioni sul sistema economico della pandemia interrompono il trend positivo dei risultati registrati dalla Città negli scorsi anni: il disavanzo previsto è di 20.1 milioni di franchi» commenta il Municipio nel giorno della presentazione del Preventivo 2021.

L’allestimento del documento, tenuto conto delle incertezze recenti e attuali a tutti i livelli, è risultato «particolarmente complesso. In particolare poiché la situazione è in continua evoluzione e definire un termine temporale per una normale ripresa delle attività non è oggi possibile» si legge nel comunicato stampa. 

Il ritorno nelle cifre rosse, che interrompe il trend positivo degli ultimi anni, è imputabile principalmente ad una valutazione prudenziale del gettito d’imposta che, rispetto al Preventivo 2020, ha una contrazione di 15 milioni di franchi. Inoltre, una riduzione sensibile di 5 milioni è registrata nelle aspettative di incasso della quota parte delle imposte alla fonte spettanti alla Città.

Il Municipio sottolinea inoltre che l’attenzione al contenimento delle spese di gestione ha permesso di chiudere i conti per il 2021 senza un significativo aggravio delle spese strutturali. Ciò che permetterà, nelle intenzioni della Città, di «riassorbire nel futuro in modo più veloce le incidenze negative del Covid-19 riportando, attraverso una graduale ripresa del gettito, i conti a pareggio».

Il preventivo valuta un totale delle spese di 462 milioni, contro i 456.8 milioni del preventivo 2020 (+ 1.14 %); un totale di ricavi (escluso il gettito d’imposta) di 202.9 milioni (a preventivo 2020: 202 milioni); un fabbisogno da coprire mediante imposte di 259.1 milioni (254.8 milioni a preventivo 2020; +1.68 %). Il gettito d’imposta calcolato con il moltiplicatore politico del 77 % è stimato in 239 milioni di franchi contro i 254 del preventivo 2020.

Nel documento il Municipio afferma anche di non considerare attuabile l’ipotesi di aumentare il moltiplicatore d’imposta: «Un maggior carico fiscale nella situazione economica venutasi a creare a seguito della crisi sanitaria globale e al blocco delle attività della primavera 2020 deve essere escluso».

 

Potrebbe interessarti anche

YouTube

Facebook

Instagram

Linkedin

Twitter

TikTok


Copyright © 1997-2021 TicinOnline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - COMPANY PAGES
Disposizioni sulla protezione dei dati  -   Cookie e pubblicità online  -   Diritto all'oblio


Ultimo aggiornamento: 2021-10-18 13:05:04 | 91.208.130.86