Ti Press
CHIASSO
02.09.2016 - 08:350

Caso Bosia Mirra, da Basilea chiesto procedimento penale contro Gobbi

Due deputate parlamentari difendono Lisa Bosia Mirra e condannano Norman Gobbi. «Atti criminali» da parte delle guardie di confine

CHIASSO - Sostegno a Lisa Bosia Mirra arriva da Basilea, e più precisamente dalle parlamentari Tonja Zürcher e Beat Leuthardt, deputate del movimento di sinistra BastA, le quali stigmatizzano il comportamento delle guardie di confine ticinesi che ieri hanno fermato Lisa Bosia Mirra al valico doganale di San Pietro di Stabio intenta a fare da staffetta nel trasporto di quattro migranti africani minorenni.

Per le due deputate basilesi gli agenti ticinesi, con le loro perquisizioni e il fermo, avrebbero commesso «atti di criminalizzazione», adottando un comportamento «riprovevole e illegale». Attraverso un comunicato stampa diramato in mattinata Tonja Zürcher e Beat Leuthardt auspicano la completa riabilitazione della granconsigliera ticinese, l'apertura di un'inchiesta neutrale di quanto accaduto, e l'avvio di un procedimento penale nei confronti del consigliere di Stato Norman Gobbi.

1 anno fa Bosia Mirra è rientrata a casa
1 anno fa Il PS: «La legge si contesta in sede politica»
1 anno fa Migranti e passatori, fermata Bosia Mirra
1 anno fa Denunciato un volontario e Bosia Mirra chiusa fuori
Potrebbe interessarti anche
Tags
bosia
mirra
bosia mirra
gobbi
lisa
deputate
procedimento penale
lisa bosia mirra
lisa bosia
procedimento
Copyright © 1997-2018 TicinOnline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - POLICY - COMPANY PAGES

Ultimo aggiornamento: 2018-05-25 20:24:50 | 91.208.130.86