Cerca e trova immobili

CANTONETreno deragliato, vagoni smontati direttamente nel tunnel

06.09.23 - 13:30
I lavori di sgombero delle otto unità ancora presenti al San Gottardo non saranno completati prima della fine di settembre
keystone-sda.ch (URS FLUEELER)
Treno deragliato, vagoni smontati direttamente nel tunnel
I lavori di sgombero delle otto unità ancora presenti al San Gottardo non saranno completati prima della fine di settembre

FAIDO - Sarà molto difficile che i lavori di sgombero del treno merci deragliato nella galleria di base del San Gottardo si concludano prima della fine di settembre. Lo hanno comunicato oggi a Faido le Ferrovie federali svizzere (FFS).

Fino ad ora 22 carri e due locomotive sono già stati condotti fuori dalla galleria. Attualmente al suo interno vi sono ancora 8 carri. Diversi di questi sono stati danneggiati a tal punto che per essere rimossi occorre prima smontarli. Il recupero degli stessi avviene attraverso il portale sud, che dista circa 15 km dal luogo dell’incidente. A tale scopo è stato necessario realizzare in alcuni punti un binario provvisorio.

Parallelamente a questi lavori, è in corso il rilevamento dettagliato dei danni subiti da parte delle FFS. In tal modo, non appena terminate le operazioni di sgombero e di recupero a fine settembre, si potrà partire subito con la riparazione degli impianti ferroviari danneggiati.

Una volta delineato con precisione il quadro dei danni, le FFS potranno anche ordinare l’ulteriore materiale di ricambio necessario. Come già annunciato, per sistemare le strutture danneggiate ci vorranno diversi mesi.

Le FFS non sono ancora in grado di fornire indicazioni sull’entità dei danni. Comunicheranno ulteriori informazioni a tempo debito.

Capacità sufficiente per i treni merci

Dal 23 agosto quattro treni merci possono transitare uno dopo l’altro nella canna est, che non è stata danneggiata, seguiti da altri quattro treni merci nella direzione opposta. Attualmente nella galleria di base del San Gottardo circolano circa 90 treni merci al giorno su un massimo di 100. A questi se ne aggiungono altri 15-20 che transitano quotidianamente lungo la linea panoramica del San Gottardo. 

Posti a sedere a sufficienza sui treni viaggiatori

I treni viaggiatori continuano ad essere deviati sulla linea panoramica del San Gottardo, prolungando il viaggio di un'ora. Attualmente, stando alle FFS, i viaggiatori dispongono di un numero sufficiente di posti a sedere e possono giovare di una circolazione ferroviaria puntuale seppur con tempi di viaggio più lunghi.

In collaborazione con l’UFT, le FFS stanno comunque lavorando a pieno ritmo cercando soluzioni più sicure per adattare il piano di salvataggio affinché anche i treni viaggiatori possano transitare al più presto nella canna est. Tuttavia, non è possibile fare alcuna previsione temporale. 

COMMENTI
 

Ulk 5 mesi fa su tio
Potreste attivare e far funzionare correttamente i semafori. Semaforo verde e poi spunta una locomotiva cargo a tutta velocità

Astalavista 5 mesi fa su tio
...é mai possibile che, non si è parlato del macchinista 🤔😭ma c'èra qlc sulla motrice !? Anche un sordo si sarebbe accorto che qlc non stava funzionando normalmente !

swisshornet11 5 mesi fa su tio
Risposta a Astalavista
Sei macchinista tu? Se sì spiega perché si sarebbe dovuto accorgere, se no sai già risposta... ossia se non conosci l'argomento evita commenti senza spessore e non tirare in ballo persone con gravi disturbi dell'udito... grazie!

#JenaPlinsky 5 mesi fa su tio
Risposta a Astalavista
Da quello che scrivi non sai di cosa stai parlando… #ganasasenzaconoscere…

centauro 5 mesi fa su tio
Risposta a Astalavista
Astalavista, ho avuto modo di fare dei viaggi su uno di questi locomotori dove le cabine sono insonorizzate e addirittura blindate per proteggere il personale in caso di incidente, una porta spessa come una tramezza la separa dai motori che già di loro sono rumorosi, lascio a te la deduzione.

vulpus 5 mesi fa su tio
Risposta a Astalavista
Questo è un altro problema delle FFS , sul quale per il momento è calato il silenzio. Come passano il tempo i macchinisti durante i 57 km di viaggio all'inreno della galleria? Hanno contatti ricorrenti con la sala comando, nonostante siano assititi dalla tecnologia durante il tragitto?

Astalavista 5 mesi fa su tio
Risposta a swisshornet11
...si sono macchinista ! 6 contento !? Dal cruscotto, vedi benissimo che,la locomotiva consuma più Watt e 1 domanda te fai ... Ma se te ne freghi del lavoro che fai ... questa é 1 altra storia ok !? O lo chiami stress !?

Koblet69 5 mesi fa su tio
Risposta a swisshornet11
Bravo appoggio totalmente!!!

swisshornet11 5 mesi fa su tio
Risposta a Astalavista
Lavoro a stretto contatto giornaliero con tanti macchinisti... dal 25 enne alle prime armi al 60enne con pluriennale esperienza che ha ancora in mente il "volantino" delle Ae /6...quasi tutti sono unanimi... treno lungo 700 m... loc di nuova generazione... compressori potenti... possibilissimo che il macchinista non si sia accorto di nulla... poi come sempre.... come si dice in tedesco..."Im nachhinein sind alle Weltmeister"....

Koblet69 5 mesi fa su tio
Risposta a Astalavista
Solo il fatto che utilizzi la parola cruscotto ti taglia fuori e sei ben lontano da conoscere la materia

swisshornet11 5 mesi fa su tio
Risposta a swisshornet11
Ae 6/6 sorry

Core_88 5 mesi fa su tio
Risposta a swisshornet11
Tanto ti ha messo via lo stesso anche se sai quanti gipfel caricano nel ristorante la mattina. Anche secondo me è imoossibile chr un treno trainindei rimorchi deragliati e non hai una segnalazione. È come bucare e accorgersi dopo 8km

swisshornet11 5 mesi fa su tio
Risposta a Core_88
Allora mettiamola così per voi sapientoni e perfetti macchinisti: che mettete in dubbio l'operato del vostro collega: il 10 agosto il macchinista del treno 45016 si è accorto immediatamente che qualcosa non andava e che un carro circolava con ruota difettata ma volutamente ha continuato imperterrito e incurante del pericolo a 100 km/h non avendo nessuna voglia di rallentare e di fermarsi. Certo, se il macchinista era Astalavista non succedeva nulla, il treno forse non partiva nemmeno da Bellinzona e tutti vissero felici e contenti...

gp46 5 mesi fa su tio
"In collaborazione con l’UFT, le FFS stanno comunque lavorando a pieno ritmo cercando soluzioni più sicure per adattare il piano di salvataggio affinché anche i treni viaggiatori possano transitare al più presto nella canna est." Se un treno per qualsivoglia motivo non é piu' in grado di proseguire la sua corsa nella galleria, mi chiedo con quale bacchetta magica vorrebbero evacuare il convoglio, visto che la seconda canna non sarà ancora percorribile per diverso tempo....
NOTIZIE PIÙ LETTE