Cerca e trova immobili

ROVEREDO (GR)Cane ucciso a calci e sassate: «L'ha colpito brutalmente, portando Rex a una morte agonizzante»

20.04.23 - 17:56
«La frattura del cranio riportata dall'animale è l'esito di un massiccio uso della forza, l'ha confermato il Tierspital», così l'accusa.
Foto Joel Nolli
Cane ucciso a calci e sassate: «L'ha colpito brutalmente, portando Rex a una morte agonizzante»
«La frattura del cranio riportata dall'animale è l'esito di un massiccio uso della forza, l'ha confermato il Tierspital», così l'accusa.
«Non c'è movente e il testimone è un fanfarone», ribatte la difesa, che chiede l'assoluzione.

ROVEREDO (GR) - Sassate e calci. Sferrati così forte da fracassargli il cranio. Sarebbe morto così, ucciso brutalmente da un vicino di casa, il piccolo Rex, il pinscher nano del 31enne di Roveredo Joel Nolli. E oggi, a distanza di oltre due anni dall'accaduto, il presunto responsabile deve risponderne al Tribunale regionale di Moesa. 

I fatti risalgono al 22 marzo 2021. Il cane, lo ricordiamo, si era introdotto nel giardino del condominio di Roveredo in cui vive l'imputato. Ritrovato in condizioni gravissime, è stato soppresso il 25 marzo. L'uomo, un 55enne cittadino portoghese, è accusato di maltrattamento di animali e danneggiamento, ma respinge ogni addebito.

Multa e risarcimento vs. assoluzione - L'accusa chiede che il 55enne venga condannato a una pena pecuniaria sospesa condizionalmente per due anni pari a 10'800 franchi, più una multa, da pagare, di 2'000 franchi. L'accusatore privato, Joel Nolli, ha inoltrato invece una richiesta di risarcimento danni pari a 5'414 franchi. La difesa, dal canto suo, chiede l'assoluzione. La sentenza è attesa per domani alle 11.

Il racconto dell'imputato - Quel pomeriggio, ricostruisce il giudice Mirco Rosa insieme al 55enne, l'uomo stava lavorando nell'orto del suo condominio. «Stavo raccogliendo i sassi che avevo trovato scavando nel terreno e ne ho lanciati tre o quattro di piccole dimensioni dietro di me, quando ho sentito un rumore. Ho appoggiato la vanga e mi sono accorto della presenza del cane», racconta l'imputato. «L'animale camminava malamente, cadeva, ma non ho capito subito che era ferito». A quel punto, continua, «sono tornato nell'orto e ho allertato la polizia». Subito dopo «un signore che abita nei dintorni mi ha urlato dal balcone di chiamarla», ammette incalzato dal giudice Rosa, «ma io l'avevo già fatto».

Il giudice, però, vuole vederci chiaro: "C'è un cagnolino che ha picchiato la testa contro un muro"», ha riferito lei alla polizia. Ma come mai ha detto questo se ha visto solo che camminava malamente?». «Non lo so», risponde l'imputato, «non sapevo perché stesse male, è stata la prima motivazione che mi è venuta in mente». Il 55enne esclude poi che i sassi che stava lanciando abbiano potuto colpire il cane: «Quest'ultimo si trovava lontano, a una distanza di circa 10-12 metri».

«A me i cani piacciono» - L'uomo afferma infine di avere una certa affinità con i cani: «Mi piacciono. Quando abitavo in Portogallo ne avevo uno e mi capita tuttora di prendere in custodia il cane di un amico quando lui deve assentarsi da casa».

La frattura al cranio - La parola passa poi al procuratore pubblico Franco Passini. «Il 22 marzo del 2021 è una data che rimarrà impressa a molti a Roveredo. Rex, scappato dal recinto di casa sua, non vi ha più fatto ritorno», esordisce. Quel pomeriggio «secondo i referti medici, Rex ha riportato una frattura della calotta cranica che ha compromesso la parte sinistra del cervello. Vi erano inoltre emorragie acute sul collo che secondo l'esame di due diversi veterinari, tra cui uno del Tierspital di Zurigo, sarebbero state causate da un forte trauma contusivo». Rex «non presentava inoltre delle contusioni sulla pelle», aggiunge il pp., «perciò le sue lesioni non possono essere state causate da un investimento».

«"Teneva il piede sul corpo del cane come per soffocarlo"» - Ma l'elemento chiave è il racconto di due testimoni che avrebbero assistito a parte della scena: «"Ho visto un signore che lanciava dei sassi nell'orto e ho sentito dei forti lamenti e guaiti di sofferenza"», cita Passini. «"A quel punto mi sono spostato per vedere meglio e ho visto che l'uomo stava spingendo con delle pedate un animale, un cane o un gatto, per poi tenere il piede sul suo corpo, come per soffocarlo, finché l'animale non ha smesso di lamentarsi"». Il guaito di Rex, sottolinea il pp., non «può che essere legato a un'azione violenta, e in quel momento in giardino non vi era che l'imputato».

La colpa dell'uomo, conclude Passini, «è da ritenersi grave», ma è «incensurato e si è comportato in maniera adeguata nel corso dell'inchiesta». L'accusa chiede dunque che il 55enne venga condannato a una pena pecuniaria, sospesa condizionalmente per due anni, pari a 10'800 franchi. Si chiede però che l'imputato paghi una multa di 2'000 franchi.

«Una morte agonizzante» - «La frattura riportata da Rex, l'ha confermato il Tierspital di Zurigo, è l'esito di un brutale e massiccio uso della forza, compatibile con l'uso di un oggetto contundente», esordisce l'avvocato dell'accusatore privato Joel Nolli, Christopher Jackson, «questo ha portato Rex a una morte agonizzante». L'imputato, continua, «nega di aver intenzionalmente ferito Rex, ma ha dato versioni sempre diverse, contraddittorie e francamente vigliacche». Le ferite riportate dal pinscher «corrispondono al racconto dei testimoni», sottolinea l'avvocato, «e quest'ultimi, non conoscendo l'imputato, non hanno ragione di mentire». La verità, conclude Jackson, «è che una volta colpito Rex con i sassi, l'uomo, che l'ha visto ferito, l'ha intenzionalmente eliminato, con inaudita crudeltà, per evitare di rispondere dei danni. Per questo ha cercato di occultarne il cadavere dietro il compostaggio. Se il testimone non avesse visto la scena a quest'ora Rex si troverebbe ancora all'interno di quel bidone». L'accusatore privato chiede dunque un risarcimento danni pari a 5'414 franchi.

La difesa - «Questo processo, per citare Alessandro Manzoni, non s'era da fare». È quanto afferma aprendo la sua arringa difensiva l'avvocato Roberto Keller, che chiede l'assoluzione dell'imputato e un risarcimento morale simbolico di un franco. «È stato corretto indagare, sentire quel fanfarone del testimone, ma sarebbe anche stato corretto, in mancanza di prove, abbandonare il caso». Questo «non è stato fatto a causa della pressione emersa attraverso i media e i social network. Mi auguro dunque che la corte non si faccia condizionare da queste influenze», così Keller. L'avvocato sottolinea poi come il 55enne non abbia avuto alcun movente per fare del male a Rex: «Neanche l'accusa ne ha parlato, perché il movente non c'è». Per Keller «è inoltre inverosimile che il cane, confrontato con una sassaiola, non si sia spostato». Le fratture riportate da Rex e descritte dal Tierspital «non possono inoltre essere state causate dal lancio di qualche sasso, per di più di piccole dimensioni, a quella distanza e tirato da sottobraccio». 

«Da condannare? Forse in Cecenia, non in Svizzera» - Il racconto del testimone «è cambiato a più riprese», evidenzia infine la difesa, «non collima con la ricostruzione della pubblica accusa, né con quella dell'imputato». «Mi rifiuto di credere che in Svizzera si possa condannare un uomo sulla base di questi elementi, forse in Cecenia, ma non qui», conclude Keller.

Entra nel canale WhatsApp di Ticinonline.
COMMENTI
 

Bred 12 mesi fa su tio
Pena pecuniaria? Troppo comodo. Espulsione sui due piedi!

Andy 82 12 mesi fa su tio
Spero che trovi un orso sul suo cammino poi si che ci facciamo 4 belle risate

volabas56 12 mesi fa su tio
Questa specie di umanoide umano deve pagare.

Mattiatr 12 mesi fa su tio
Per fortuna che esistono ancora i tribunali e i giudici e che si fanno i processi.

FritzPopCip 12 mesi fa su tio
Assolto. Mai visto un cane che sta lì a prendere sassate.

Reclamino 12 mesi fa su tio
Se dovesse capitare una cosa del genere alla mia cagnolina, nessuna polizia, io seguo la legge della giungla, una vita per una vita!

Princi 12 mesi fa su tio
Risposta a Reclamino
esatto come come diceva Silvester Stallone in Cobra , (qui la legge finisce e comincio io )

Majra 12 mesi fa su tio
mi fa troppo male leggere queste cose davvero. mi sento male

bibis 12 mesi fa su tio
Risposta a Majra
io ho saltato la parte con i particolari, già solo il titolo dell'articolo oh mio Dio. Pero' volevo leggere che scusanti potesse avere.. non si è capito.

Pp 12 mesi fa su tio
Rinchiudere e buttare via la chiave.

Tracy 12 mesi fa su tio
Io credo che la crisi del Covid ha reso molta gente cattiva, ma molto più cattiva e vanno fuori dal melone per niente. L'altra settima la storia dei gatti con la testa tagliata. La tipa in un posteggio perché sbaglia macchina si fa sparare. Una bambina giocando al pallone che manda nel giardino del vicccono si fa sparare. Una 15enne che accoltella un 17enne. Adolescenti che entrano nel luogo dove i poliziotti facevano allenamenti prendono le pistole e sparano. Questo tipo del povero cagnolino se davvero ama i cani come dice avrebbe chiamato immediatamente il veterinario e non la fatto. Devono darli una pena esemplare. deve soffrire come quel povero cane.

Tao2023 12 mesi fa su tio
Risposta a Tracy
Tracy: Hai perfettamente ragione, ho notato che da dopo il Covid la gente è diventata molto più cattiva, insofferente, maleducata vi è gente che è andata veramente fuori di testa. Mi dispiace per questo povero cagnolino non riesco a capire questo comportamento da bestiaaaa a due gambe

A. 12 mesi fa su tio
Risposta a Tracy
Perdonami , ma qui il Covid non c’entra nulla! La gente era così anche prima del Covid , forse faceva poco notizia, ma ti assicuro che queste cose accadevano pure prima! Ci vogliono pene esemplari per un gesto simile!!! Ma come dice un commento poco sopra mettiamoli in croce in piazza poi giustizia sia fatta …

Tao2023 12 mesi fa su tio
Risposta a A.
Ci saranno state anche prima ma ho notato che dopo il Covid le cose sono peggiorate anche nelle associazioni culturali, sono spariti i volontari, associazioni che dopo il Covid fanno fatica a continuare le loro attività perchè tanti hanno abbandonato e sempre dopo il Covid

Tracy 12 mesi fa su tio
Risposta a Tao2023
Vero tao, è peggiorato tanto, non passa un giorno che leggi una brutta notizia di maltrattamenti su animali o su bambini. Certe cose non si possono più leggere

A. 12 mesi fa su tio
Chissà se il nostro illustre veterinario cantonale troverà scuse per giustificare anche questo atto

navy 12 mesi fa su tio
Non auguro mai il male a nessuno. Tranne a chi usa la FORZA con i DEBOLI ed INDIFESI. Siano animali, bambini ed anziani. A questo signore auguro io non scopra i suoi dati. Censuratemi pure. Resta il mio pensiero e la mia convinzione.

A. 12 mesi fa su tio
Arriverà per te il karma e ti farà male te lo auguro

Giulietto 12 mesi fa su tio
Prima o poi la Natura si vendicherà! E io tifo per la Natura!!!

Tita 12 mesi fa su tio
Tristeza, povero 🐕

Andy-jango 12 mesi fa su tio
Rifiuto umano prima o poii ti beccano

Andy 82 12 mesi fa su tio
se fosse accaduto al mio cane il tipo nn sarebbe più su questo pianeta

MAHE93 12 mesi fa su tio
Risposta a Andy 82
Si veramnete

MAHE93 12 mesi fa su tio
Risposta a Andy 82
Che tristezza fosse stato un bambino avrebbero messo il tipo in carcere per anni e per un cane che e la stessa cosa, indifeso e non in grado di parlare nulla po di soldi, un salario …. Che tristezza

Pensopositivo 12 mesi fa su tio
Risposta a Andy 82
E tu saresti al fresco , giustamente...

Andy 82 12 mesi fa su tio
infame

Maru1981 12 mesi fa su tio
Colpa gravissima e comunque nessuna cifra riporterà il cagnolino a questa famiglia 🤬 è ora di finirla deve pagare e basta

Capra 12 mesi fa su tio
Mai saprei dire le cose che dice il difensore! Prima viene la mia persona, poi la professione😡😡😡😡

Capra 12 mesi fa su tio
Processi inutili ! Non per il cane 🐕 (adoro) ma per le pseudo condanne! Personalmente mi vergognerei😡

ZioG. 12 mesi fa su tio
Avrei condannato anche la difesa al pagamento del 15% del suo onorario annuo

Princi 12 mesi fa su tio
Risposta a ZioG.
esatto a me tio non lo lasciava pubblicare

Ilcacciatoredifrustrati 12 mesi fa su tio
sono veramente stupito dall’avvocato della controparte, mi domando con che diritto possa portare avanti determinate affermazioni molto insensibili e con profonda mancanza di rispetto. Piangina

Princi 12 mesi fa su tio
Risposta a Ilcacciatoredifrustrati
io un avvocato cosi lo metterei i gattabuia assieme al suo cliente
NOTIZIE PIÙ LETTE