S.R.M.
ULTIME NOTIZIE Ticino
SVIZZERA
8 min
Altri 915 milioni per far fronte alla pandemia nel 2022
Il Governo federale ha adottato il messaggio per la proroga di alcune disposizioni della legge Covid-19
CANTONE
1 ora
Idroelettrico: Ticino e Vallese uniti per rafforzare la formazione
HYDRO Exploitation SA e AET hanno siglato un accordo di collaborazione che prevede scambi interaziendali
LUGANO
2 ore
Infortunio sul lavoro a Cadro, 59enne in fin di vita
L'uomo è caduto da un'altezza di circa un metro e mezzo, battendo la testa. La sua vita è in pericolo.
CANTONE
2 ore
«È scattata la corsa ai rialzi dei salari dei capisezione?»
L'MPS chiede conto a Gobbi sugli scatti di classe annunciati dal Dipartimento dell'Istituzioni sull'onda del Territorio
BELLINZONA
2 ore
Altre 28 postazioni per il bike sharing di Bellinzona
Il Municipio intende aumentare ulteriormente il numero di biciclette disponibili sul territorio comunale
CANTONE
3 ore
I nuovi contagi in Ticino sono 36
Quattro le sezioni in quarantena nelle scuole ticinesi
CANTONE / SVIZZERA
3 ore
Fallimenti, Ticino in controtendenza
In Svizzera sono in aumento, mentre nel nostro cantone sono in calo (-7%)
CANTONE
4 ore
Tecnologie: «Si sta creando una tribù di esclusi»
Il "divario digitale" si è amplificato con la pandemia. Serenella Morinini, 73enne valmaggese, suona la carica.
CANTONE / SVIZZERA
5 ore
Un problema tecnico affligge le FFS
Le Ferrovie sono confrontate con un disguido a livello nazionale (ma non in tutte le stazioni).
LUGANO
5 ore
L'uomo che vuole costruire lo stadio
Chi è l'imprenditore che realizzerà il Polo Sportivo, votazione permettendo? Lo abbiamo intervistato.
LOCARNO
7 ore
Colpo di spugna alla Santa Chiara: disdetta all'ex direttrice e altri 3 medici
Tre allontanati con effetto immediato. Il quarto dovrà lasciare a fine anno. Contestate loro gravi manchevolezze
BIASCA
14.10.2020 - 20:460
Aggiornamento : 15.10.2020 - 07:19

Aggredito brutalmente un cavallo in un ranch

Lesioni sparse su tutto il corpo. Una che ha sfiorato l’aorta. L'animale è stato ferito con un'arma da taglio.

Il caso è stato denunciato al Ministero pubblico.

di Redazione
Simona Roberti-Maggiore

BIASCA - Pozze di sangue. Il manto bianco macchiato di rosso. Un cavallo in strada, inquieto, fuori dal recinto. È questo lo spettacolo che si è presentato davanti agli occhi di M.V. all’alba dello scorso giovedì 1° ottobre nella sua stalla in Via Boschetto a Biasca. Ferite nette e lineari, che subito hanno fatto pensare a un’aggressione con arma da taglio, e quindi a un atto perpetrato dall’uomo. E il resoconto di una testimone, residente a poche decine di metri, toglie ogni spazio al dubbio. La vicenda si fa ancora più inquietante alla luce del gran numero di episodi analoghi verificatisi in Francia negli ultimi mesi, di cui più di 50 sono già stati confermati dalla Gendarmeria nazionale francese.

La testimone - L.R., che abita a poche decine di metri, ha dichiarato di aver sentito un rumore molto forte venire dal ranch verso le 20.15 della sera precedente, mercoledì 30 settembre. Sporgendosi dal balcone, aveva notato che uno dei cavalli «si trovava fuori dalla recinzione, muovendosi in circolo, nervosamente». Poco più avanti, una macchina accesa, con i fari puntati verso gli animali. Aveva poi intravisto «l’ombra di almeno due persone». Conoscendo i proprietari dei cavalli, la signora li aveva chiamati a casa per avvertirli ma, non ricevendo risposta, si era tranquillizzata, convincendosi che la macchina che aveva scorto in lontananza appartenesse proprio a loro. Soltanto il giorno dopo si è poi constato che gli individui presenti quella sera alla
stalla non erano sicuramente i proprietari degli equidi.

Ferite che potevano rivelarsi fatali - I colpi inferti a Eryn, il cavallo ferito, sono stati numerosi e hanno toccato anche parte del collo, ma uno in particolare, alla gamba posteriore sinistra, poteva essergli letale. L’arma utilizzata ha infatti colpito un’arteria secondaria, mancando di poco l’aorta e mettendo il cavallo in pericolo di dissanguamento, ha spiegato la proprietaria.
Pericolo più che concreto, considerando che il cavallo ha ricevuto assistenza veterinaria più di dieci ore dopo il misfatto. Fortunatamente, durante quella notte la ferita è riuscita a cicatrizzarsi parzialmente, risparmiando la vita dell’animale. La posizione della lacerazione suggerisce però che l’intento fosse quello di uccidere. Secondo la proprietaria, «uno che non sa, va a colpire punti più facili, come il collo, una coscia, una spalla». La zona lesa si trova invece all’interno della gamba, un punto scomodo da raggiungere, soprattutto considerando che un cavallo scalcia.
Con tutta probabilità i responsabili sapevano dunque che quello è un punto delicato, ricco di arterie importanti e che, se colpito, può provocare la morte dell’animale. «La riabilitazione sarà lunga», così M.V. E decisamente costosa. Oltre a un forte shock psicologico, i proprietari dovranno infatti far fronte a migliaia di franchi di cure sanitarie. La veterinaria intervenuta sul posto, Francesca Caporelli, non ha voluto rilasciare dichiarazioni.

Movente dubbio - Il movente resta incerto. Si potrebbe trattare di una vendetta personale. Secondo M.V., una tesi improbabile: «Non riesco proprio a immaginare così tanta cattiveria da
parte di qualcuno che conosco». È anche possibile che vi sia un legame con gli attacchi recentemente avvenuti nella vicina Francia.

La pista francese - Sono più di 50, da inizio 2020, gli attacchi volontari registrati in Francia ai danni di cavalli. Una crescita esponenziale negli ultimi due mesi. Si tratta di mutilazioni di diverso tipo che hanno avuto luogo un po’ ovunque sul territorio francese. Molti cavalli sarebbero deceduti, e in gran parte dei casi l’orecchio destro gli sarebbe stato reciso. Più inchieste sono state aperte per indagare responsabili e movente. Le ipotesi finora ritenute più plausibili sono quella di una crudele challenge online, di un rituale satanico, o di una forma di sadismo sessuale.

S.R.M.
Guarda le 4 immagini
Potrebbe interessarti anche

YouTube

Facebook

Instagram

Linkedin

Twitter

TikTok


Copyright © 1997-2021 TicinOnline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - COMPANY PAGES
Disposizioni sulla protezione dei dati  -   Cookie e pubblicità online  -   Diritto all'oblio


Ultimo aggiornamento: 2021-10-27 13:23:46 | 91.208.130.87