Cerca e trova immobili

CANTONESalario minimo: sanzionate 174 aziende

06.02.24 - 12:02
Complessivamente sono state controllate oltre 4'400 imprese, nonché verificato le condizioni salariali di più di 21mila lavoratori ticinesi
Deposit Photos
Fonte Dfe
Salario minimo: sanzionate 174 aziende
Complessivamente sono state controllate oltre 4'400 imprese, nonché verificato le condizioni salariali di più di 21mila lavoratori ticinesi

BELLINZONA - A due anni dalla sua entrata in vigore si conferma un sostanziale rispetto del salario minimo. A renderlo noto il Dipartimento delle finanze e dell'economia del Cantone Ticino, secondo cui sono inoltre diminuiti i contratti normali di lavoro.

Dati alla mano, nel 2023 l’Ufficio dell’ispettorato del lavoro (UIL) ha controllato le condizioni salariali di 21'390 dipendenti, impiegati in 4’450 aziende. 174 le infrazioni riscontrate, pari al 3,9%, e riguardano 482 lavoratori (2,3%). La maggior parte delle violazioni - si legge nella nota diffusa - è da ricondursi a imprecisioni di calcolo da parte dei datori di lavoro. Inoltre la quasi totalità dei datori di lavoro ha riconosciuto il proprio errore e ha reintegrato la differenza dovuta prima di ricevere la decisione di sanzione.

Un ruolo fondamentale è giocato dalle segnalazioni - Su 174 infrazioni riscontrate, 45 riguardano datori di lavoro oggetto delle 124 segnalazioni ricevute nel 2023 dall’UIL. È possibile segnalare una presunta violazione salariale alla pagina internet: www.ti.ch/abusi-salariali.

Mancato rispetto delle condizioni salariali - Tra le oltre 4'400 aziende controllate, in 1'855 è stata eseguita anche la verifica del rispetto del contratto normale di lavoro a loro applicabile. In 120 casi è stata avviata una procedura di contravvenzione per mancato rispetto delle condizioni salariali che ha toccato 716 lavoratori. Anche nel caso dei CNL un buon numero di trasgressioni è dovuta a imprecisioni di calcolo e nella maggior parte dei casi il salario dovuto è stato reintegrato.

Dumping salariale - Lo scorso anno non sono state riscontrate situazioni di dumping tali da dover proporre al Consiglio di Stato l’emanazione di nuovi contratti normali di lavoro.

Sostieni anche tu la Vallemaggia e la Mesolcina.
Entra nel canale WhatsApp di Ticinonline.
COMMENTI
 

macello22 5 mesi fa su tio
il Link a mè da un errore, viene scritto con un . finale dandomi che la pagina non esiste (cancellando il . e rilanciando il link finziona), lo fa anche a voi?

Nolema 5 mesi fa su tio
E il cantone è stato controllato ?

mam 5 mesi fa su tio
ma il Cantone che paga 15fr/l'ora per la sorveglianza mensa???

Voilà 5 mesi fa su tio
Imprecisioni di calcolo...

M70 5 mesi fa su tio
delinquenti

Didimon 5 mesi fa su tio
ma che sanzionare ... chiudere ditta di questi truffatori ..

samoht 5 mesi fa su tio
... e perché non nominare le aziende che sono state sanzionate?

Didimon 5 mesi fa su tio
Risposta a samoht
vero

Alessandria 5 mesi fa su tio
e riguardo al SUV posteggiato a Como davanti alla polizia (impediscono i commenti perché la propaganda non deve mai essere smentita) il fatto che abbia una targa svizzera non significa che è uno svizzero (ma ho riconosciuto il SUV e' un italiano)

Jeyschweiz 5 mesi fa su tio
Risposta a Alessandria
No ma lei ha qualche problema...

Factotum 5 mesi fa su tio
Risposta a Alessandria
Se un Suv è mal parcheggiato basta dargli una bella multa... è così semplice la vita... che centra la targa? Può essere anche noleggiata da chichessia oder?

Mamat 5 mesi fa su tio
Risposta a Alessandria
adesso che si sente sollevata per questa puntualizzazione puo' tornare a farsi la pastina....

Gpm8 5 mesi fa su tio
Risposta a Alessandria
Un buon medico, urgente

centauro 5 mesi fa su tio
Risposta a Alessandria
Una domanda, ma da cosa hai riconosciuto il SUV? La targa non si vede.

centauro 5 mesi fa su tio
Risposta a Alessandria
È un Mercedes G nero opaco con il bollino autostradale del '23 come tanti altri in circolazione, come fai a sapere che è di una persona in particolare?

Ziotio 5 mesi fa su tio
Che strano gli errori sono sempre a sfavore dell’impiegato, statisticamente si chiama dolo
NOTIZIE PIÙ LETTE